lunedì 8 febbraio 2010

Dollari dollari

Niente chiavi di accesso al sito, anche perchè sono sempre le stesse.

E allora di che parliamo? Parliamo di dollari, e di Paperoni, tanto interessa sempre di più che chiavi di ricerca tipo "porno con vecchi".

Secondo Forbes gli uomini più ricchi della terra nel 2009 hanno perso in pratica tutti una caterva di soldi, tranne Bloomberg e Soros che ci deve avere quel quid in più.
Bill Gates era ancora in testa, nonostante pare che quando fosse ancora dirigente Microsoft avesse avuto la brillante idea di sviluppare un software tipo messanger che si connetteva direttamente alla testa della gente entro qualche anno, e si è pure incazzato quando qualcuno lo ha detto in giro. Del resto, riguardo ad idee un pò megalomani (e sinistre) niente di nuovo sotto il sole, anche uno dei creatori di Google che sviluppa idee tanto carine tipo la macchina elettrica in onore a Tesla, voleva mappare i geni di tutta l'umanità e tenerli dentro ad un suo archivio incoraggiato dalla mogliettina.
Warren Buffet, quello che capisce la finanza, il mago della borsa che mette all'asta una cena con lui a cifre che arrivano a duecentomila dollari, come a dire che bastan due o tre delle sue dritte par fare un botto di soldi, s'è comprato una linea intera di ferrovie americane, perchè mi sà che sì è stancato di tutta sta finanza creativa.
Carlo Slim, che a dispetto del cognome mi sa che è un ciccione, è di nuovo terzo con le sue linee telefoniche. Ellison che ha una vita degna di un romanzo è quarto, e dire che non si è mai visto tanto spesso sui media Italiani. Il vecchio dell'Ikea che dichiarò di non aver mai cambiato casa e di vivere ancora come quando non era ricco, lo segue.
Poi c'è un Indiano che nella foto di Wikipedia sembrerebbe un venditore di Kebab, ma in realtà è stato considerato l'uomo più potente dell'India, stava per laurearsi a Stanford, e si sta facendo una casa "dream house" da 2.000.000.000 di Dollari, c' è poi il suo compatriota re dell'acciaio, ovvero लक्ष्मी िनवास मित्तल (Mittal), un Tedesco che c'ha i supermercati, ed il misterioso Ortega, lo Spagnolo fondatore di Zara.
In lista non compaiono Cinesi, compare uno residente ad Hong kong che lavorava sedici ore al giorno ed è diventato l'uomo più ricco del sud est asiatico.
Gli Italiani ricchi sono pochi, c'è al 52 esimo posto uno che si chiama Bertarelli , che poi è Svizzero, e si interessa di roba biogenetica, e primo tra gli Italiani (40 esimo) Ferrero della Nutella e degli ovini con la sorpresa. Berlusconi è in calo sopra a quello della Luxottica, (verso il settantesimo posto) ma qualche miliardo di Euro per tirare avanti ce lo ha ancora.
La donna più ricca del mondo è considerata una dei fratelli Walton della Wal-MArt.
Chiaro però che se poi c'è qualcuno che è appoggiato da banche d'affari, che magari c'ha qualche quid in più, non importa che il patrimonio stimato non sia alto, perchè magari può attingere a tanti soldini quando c'ha un idea particolare e quindi la classifica non vale che fino ad un certo punto.
Se sommiamo il patrimonio dei cento uomini più ricchi della terra facciamo circa metà del pil Italiano, eppure bastano ed avanzano i soldi dei primi due per comprare tutta la riserva aurea Italiana.
Se sommiamo il fatturato delle prime cinque aziende multinazionali del mondo: Royal Dutch Shell, Exxon, Wal MArt, BP e Chevron, abbiamo circa il Pil Italiano.
Le assicurazioni Generali sono la compagnia Italiana che fattura di più, seguita da Enel e Fiat.