mercoledì 3 agosto 2011

La storia segreta di Lucifero

L'ho comprato al supermercato per 4 Euro e 90 centesimi. E' un libro di Lynn Picknett, mi aveva colpito la copertina perchè mostra un uomo che chiuso in se stesso a pensare emana una fiamma dalla schiena, il tutto circondato da una ruota con dei triangoli che partono da essa.
Che dire di sto libro?
Boh, curiosa la domanda iniziale posta dall'autrice "Angelo del male o fonte luminosa di vita?" ed ancora "esiste una decima porta?, non l'abbiamo ancora raggiunta?"
Vabbè innanzitutto nei vangeli canonici non sta scritto da nessuna parte che Lucifero sia Satana. Nell'apocalisse si parla di un Dragone, Isaia nella sua poesia dice che il re di Babilonia era portatore di luce, ma mica stabilisce un uguaglianza assoluta portatore di luce = male, oppure bellezza = male, così come non avrebbe senso a logica dire angelo = male, semmai angelo caduto = male.
Allora, secondo me dire che un non ben precisato Lucifero sia il male, o "l'avversario" è una eresia.

Il punto è che sto libro fa un gran casino tra satana, lucifero, il male, gli angeli i demoni.

La mia opinione è:

- Lucifero è un aggettivo, vuol dire portatore di luce. Dire che Lucifero sia Satana o il male non lo capisco. Anzi secondo me è stata l'idea di qualche stronzo che voleva utilizzare il Cristianesimo od il Cattolicesimo per controllare le persone, così diceva roba del tipo: abbiate paura della luce, abbiate paura della conoscenza, abbiate paura di tutto quanto non sia Cristo, e mi raccomando non pensate di cercare voi Cristo, ve lo dice la Chiesa dove sta. Questa pietra concepita come strumento di fede è diventata strumento di controllo.

Satana è l'avversario di Dio e degli uomini.

Il male esiste.


Quell'uomo nato 2000 anni fa ha detto: Amate, non uccidete, non rubate, portate misericordia, sappiate che c'è un nemico, sappiate che ci sono i miracoli, sappiate che se credete in me li potrete fare anche voi e che le mie sono parole di vita eterna.

Poi ci sono molte complicazioni, io ad esempio all'Apocalisse non ci credo per nulla. Anzi per me tutta sta roba scritta da sto Giovanni è una balla, anche perchè se Gesù disse, non sapete quando verrà la fine, come mai l'Apocalisse cita tutti sti riferimenti?

E poi di Eresie ne sono state dette tante, il punto è che non si può bruciare la gente, chi lo avrebbe detto? Mica Cristo, bisogna dare l'esempio. Cioè posso capire che Giordano Bruno sia stato condannato dai Gesuiti, anche perchè non era tanto il fatto della cultura, era magari il fatto che diceva che gli uomini erano divisi in categorie, ed alcuni erano inferiori per natura, cioè un pò rabbinica l'opinione, ma poi il fatto è che sicuramente ci sono persone inferiori rispetto ad altre, il punto è che il rispetto dovrebbe essere comunque garantito, perchè non sapendo in assoluto la verità non si può essere sicuri che una persona sia inferiore in tutto e per tutto, cioè ad esempio un Down è solitamente più stupido, ma ha però una grazia maggiore in molti movimenti ed una serenità spesso indvidiabile.

Vabbè poi tutte le illazioni su Giovanni Battista i riti orgiastici dei Cristiani, cioè mi hanno nauseato, cioè fino a dieci anni fa era di moda dire che Cristo non era una figura storica e non era esistito, adesso invece oltre a dire che è sicuramente esistito si trovano tutti dei retroscena degni di una telenovela di Hollywood, con tutte delle macchinazioni, che faccio fatica a credere. Anche perchè se poi c'era tanta rivalità tra Gesù ed il Battista non vedo perchè non scriverlo nei vangeli, anzi nei vangeli è scritto che Gesù compatisce la gente che lo vede mangiare dicendo qualcosa come - ma allora c'avete sempre qualcosa da dire, cioè Giovanni non mangiava un cavolo, girava in mezzo ai boschi andando a cavallette e dicevate che era indemoniato, io mangio e bevo con degli altri e dite lo stesso che sono indemoniato, cioè alla fine per voi altri sono tutti indemoniati - [è ovvio che non ha detto così, ma secondo me si avvicina, andate poi voi a leggere cosa c'è scritto]

e spero di non essere stato blasfemo, ma il mio pensiero si avvicina a questo.

lunedì 1 agosto 2011

Chiavi di accesso Luglio 2011

Come di consueto:

1 - "alex jones nuovo ordine mondiale" Ne ho parlato tante volte, anche qua, la sigla NWO -new world order- nuovo ordine mondiale, è diventata quasi un mantra per chi combatte la globalizzazione, parte dalla frase del banchiere Warburg: "che vi piaccia o no, avremo un nuovo ordine mondiale."
Comunque il punto è che gli stati si stanno demolendo lentamente non si capisce bene per fare posto a cosa perchè non c'è molta chiarezza.


2 - "il mondo non è stato fatto perchè lo si pensi" . Questa frase mi ha colpito. Il mondo non è stato fatto (da chi?) perchè lo si pensi. E' come a dire che al mondo non bisogna pensare. Molto male. Vi sarebbe però un'altra interpretazione, che significa di non pensare al mondo ma di viverlo, solo che vivere comporta pensare. Cercando invece di annullare il proprio pensiero il più possibile, si rallenta il battito cardiaco, si percepiscono i più lontani rumori, si sente la minima variazione del calore corporeo, si amplifican le sensazioni di tutte le funzioni fisiologiche, la digestione, si amplificano gli odori ed anche i sapori. A quel punto si deve vincere la solutidine e ci si allinea al campo di gravità terrestre. Ma fatto questo bisogna abbandonare ogni desiderio, altrimenti essi torneranno nella mente. Allineati al campo di gravità terrestre si riescono a percepire le singole molecole del proprio corpo, chissà poi forse anche a lievitare, od a passare attraverso i muri. Fatto questo si può penetrare nell'essenza stessa del tempo e della materia, moltiplicare oggetti eccetera. Mi sono fatto prendere troppo dal discorso e ho un pò esagerato, eh?

3 - " il sole gira anche lui? " Bella domanda. In una puntata della trasmissione di Piero Angela ricordo un astronomo affermare che gira attorno alla costellazione del Leone o una cosa del genere.

4 - " uomo che ama deve essere capito " Dove sta scritto? Se uno ama non sempre lo si può capire, per quanto nobile possa essere il suo sentimento.