martedì 13 luglio 2010

Il segreto del Niente

Se il niente non esiste, allora tutto esiste.
Tutto quanto può essere, è.
E tutto quanto non può essere, è.
Viviamo nell'illusione di sapere cosa è e cosa non è.
Ma è un illusione istantanea.
La realtà supera la fantasia se la si dilata nel tempo.
Il sogno E', e la verità è un sogno dentro al sogno.
Il destino E', e l'uomo E'.
L'uomo ed il destino sono la stessa cosa.
Il bene è.
Il male è.
Il bene ed il male sono la stessa cosa.
Essere la stessa cosa significa tutto, perciò se non esistono differenze tra bene e male, esistono differenze tra bene e male, perchè niente non esiste.
Quindi significa che essi sono anche diversi, così come l'uomo ed il destino.
E questo paradosso apre la dimensione della scelta. Se l'uno ed il tutto sono distinti, ma sono anche la stessa cosa, significa che si può essere tutto o si può ritornare all'uno.
Ma se il niente non esiste, allora l'uno E' ed esisterà sempre, non si può non essere. Si può solo essere. E non si può prescindere dall'uno.
L'UNO.
L'UNO è il bene, ma è anche il male.
Se non vi è differenza puoi anche confonderli. Ma se la differenza la vedi, quale scelta farai?

Niente è un pò poco.

martedì 6 luglio 2010

chiavi di accesso Giugno 2010 e Star trek

Le chiavi di accesso al blog sono sempre le stesse.

Ecco alcune eccezzioni.

1 che cosa c'entra leopardi con lo sviluppo sostenibile.

Non lo so, ma storicamente, quando le civiltà si induriscono e fanno cazzate collettive, poi ritentano di dare importanza alle correnti di pensiero per così dire sentimentaliste od esistenzialiste, in modo da risvegliare le sensibilità d'animo.

2 come si chiama il film uscito nel 2009 del ragazzo con i super poteri

Boh l'uomo che fissava le capre non era male, era del 2009, ma Clooney non mi pare un ragazzo, e poi è basato su una storia reale.

3 lo stato italiano quanto guadagna in euro sulle tasse degli alcolici

Pare infatti che Tremonti abbia aumentato di un pò la tassazione.
Quanto è il totale non lo ho trovato non avendo voglia di ricercare il bilancio dello Stato, ma basti pensare che solo la Peroni , ormai acquisita dal gruppo sabmiller, fa guadagnare 916 milioni di Euro allo stato di cui, per accise sull'alcool 91 milioni. Questo secondo Beverfood, che riporta un analisi di Ernst & Young.
Peccato che stimino il prezzo medio di un litro di Peroni 9 euro. Perciò non so se la boiata l'ha scritta il sito di Beverfood o Ernst & Young, ecco forse è meglio se non mi esprimo su chi potrebbe avere più credibilità e lascio il beneficio del dubbio, anche perchè non ho modo di verificare.

E poi basta.

Ecco visto che le chiavi sono un pò poche, ecco alcune NOTIZIE BOMBA.

La prima è che Borghezio sta cercando firme per proporre all'Europarlamento una inchiesta sugli UFO ed un ulteriore desecretazione degli archivi. Borgezio è il leader della lega che non gradisce immigrati, lo chiamarono anche per una fiaccolata nella mia città dopo il crollo delle torri gemelle perchè un gruppo di Tunisini ubriachi ballava contento davanti alla stazione delle corriere, appunto dopo il crollo delle torri. Si interessa dell'argomento "X-files" da un anno.
Si, bè al di là della competenza, è una iniziativa che ha pieno significato in un regime di democrazia: meno segreti di stato ci sono, più ha senso parlare di democrazia.
Il famoso Paolo Attivissimo, esperto anti-bufala, corretto fino a quando non si sconfina nei segreti militari, lascia finalmente trasparire la sua forma mentis: se esistono davvero gli alieni, allora sono potentissimi, quindi non bisogna desecretare queste cose per non farli arrabbiare.
Non so se lo abbia detto per provocazione, o se davvero la pensi così, ma ugualmente non condivido, al di là del fatto che sti alieni esistano o siano un "fake" ipertecnologico.

Notizia numero due de "Il giornale": non solo il famoso raggio della morte di Marconi era vero e funzionante, ma non potè essere utilizzato perchè il Papa lo sconsigliò.
L'articolo continua parlando di implementazione di tale tecnologia, ovvero ionizzando un grammo di ferro si potrebbe ottennere l'energia prodotta da 15.000 barili di petrolio ma tutto questo è stato insabbiato in Liechtenstein perchè se no vi sarebbe energia tendente all'infinito che nelle mani sbagliate sarebbe pericolosa, e perchè i governi e le multinazionali non sarebbero capaci di sfruttare le persone.
Na grande cazzata direte voi. Boh l'articolo usa il condizionale, ed è firmato da uno che non è un teen-ager che gioca ai videogiochi, Rino di Stefano, la biografia merita di essere letta, 61 anni, libri e romanzi interessanti alle spalle.

Per aspera ad astra.