martedì 26 ottobre 2010

Merda rosa

Questa storia la sto inventando sul momento.

2032, Milano.

L'aria era fitta e densa. Il sole penetrava nello strato di foschia che ricopriva la città. Non era smog, era quella che tutti chiamavano aria.
Da quando il "buco nell'ozono" era finalmente stato tappato, i raggi del sole avevano smesso di essere nocivi, il riscaldamento terrestre era controllato, e le previsioni del tempo erano precise al centimetro: difatti poteva anche capitare che piovesse nel tuo cortile, ma non in quello del tuo vicino.
Le giornate scorrevano serene, gli uomini vivevano in armonia; quasi mai litigi, quasi mai incidenti, quasi mai sconforti.
Al quinto piano di un palazzo di cemento, sito in via Gheddafi, abitava un certo Gustavo La gnocca. L'appartamento era decisamente chic, le vetrate erano colorate di un rosso-Vodafone™ e un giallo limone che assieme disegnavano spirali regolari. Del resto, tutto il quartiere aveva simili vetrate, quella era stata un'idea di un team di ricercatori della facoltà di scienza della sottomissione, fiore all'occhiello del mondo accademico dell'Europa Sud assieme alla facoltà di economia della decrescita.
Gustavo si era svenato per comprarlo, aveva dovuto vendere i suoi liquidi alla banca del seme per quattordici anni, e nel frattempo lavorare come pulitore di scale mobili. Adesso che finalmente si era comprato l'appartamento, gli sembrava di sentirsi pieno, in pace con il mondo. Ogni tanto gli sembrava che gli mancasse qualcosa, ma era solo un ricordo passeggero, del resto, che importava.
Ogni giorno Gustavo si svegliava, dimenticando regolarmente il sogno che aveva fatto, si guardava allo specchio, una doccia al vapore di eucalipto, e poi infilata la tuta stile Super Mario Bros in plastica anallergica biodegradabile, aspettava che nel suo cercapersone comparisse la commissione da sbrigare. Per la verità non era molto difficile indovinare:

Codice 00123124105463278465334534534549784350334536038450 - Scala mobile

oppure

Codice 43278468934654354325690'43567435'690743650'9789769 - Tappeto mobile

Una volta si era domandato perchè non potevano chiamarli codice 1 e 2, ma poi gli era stato detto che cercare sempre una scorciatoia al proprio lavoro non era giusto e di impararseli a memoria.

Bip bip.

Codice 432784....
Capito, è il tappeto mobile.
32 anni sulle spalle, dopo anni che faceva lo stesso mestiere, Gustavo aveva capito che non era necessario leggere tutte le cifre perchè già leggendo le prime cinque o sei si capiva se l'intervanto era sulla scala mobile o sul tappeto mobile.

Arrivato sul posto doveva identificarsi tramite chip e controllare che gli aspira-sotto non si fossero inceppati, ogni tanto qualche piccola tempesta elettro-magnetica mandava in corto-circuito la centralina, e lui doveva semplicemente spingere un tasto, solo che per farlo il più delle volte doveva scendere in una botola piena di Cack-a.
La cack-a oramai non aveva più segreti per lui, conosceva perfettamente le diverse densità e avrebbe potuto anche immergervisi fino al collo e muoversi con disinvoltura.
Quando era ancora vivo suo cugino, gli disse che una volta la cack-a non era rosa, era marrone e non profumava, difatti non si poteva farla liberamente per la città.
Che brutto mondo era quello di un tempo, per fortuna gli restavano solo alcuni ricordi d'infanzia e niente più.

venerdì 15 ottobre 2010

Blog action day 2010

In the world there is much more water than what we use. We live in a place (the planet), where the most part of the surface is Water; However, the quantity of water we directly use, is not the only factor to deserves attention, since according to the main studies in this field, one of the most important function of the water from the human point of view, is to keep the planet cold enough in order to breath and live. That should be not so hard, if it's true that the outer space is cold.
Actually, I think that the quality of water is underestimated; in my region many times the water is too chlorinated or too hard in terms of calcium. I am wondering if it is the case to start boiling water and add mineral salts separately, but actually I buy bottle water, it is good and cheap enough to avoid complaints.
The debate on private VS public water is simple: If the economy goes on, is normal to privatize water, but the mere capitalism can't serve the man: it can only destroy him. The free water is possible if there is an entity/ies who gives this service, and that can offer free water only in consequence of some other conditions, I don't believe in communism, because is limited, I prefere to be a part of a community with some principles. Not fake principles, but clear principles, a community not scared by life nor by death and not too linked to the nationalism.
It's time to start thinking global, and I am in.

You (B.A.D. 2010) are sending me an e-mail on the African problem, with some numbers. Write directly to the White house and ask them to build a canal to bring Africa water, as the Chinese are doing.

And take it easy.

This is what I think about water in nowadays.

Dimenticavo il post in Italiano.
La superficie terrestre è in maggior parte fomata da acqua, quindi c'è molta più acqua di quella che usiamo. L'acqua va però vista anche come principale termo-regolatore del pianeta, ma se è vero che lo spazio aperto è freddo, allora non dovrebbe essere così difficile raffreddare il pianeta [al massimo ci spostiamo tutti più in alto].
La qualità dell'acqua è sottostimata, infatti dall'acquedotto spesso esce acqua troppo clorata o con troppo calcare. Magari uno potrebbe bollire l'acqua e aggiungerci sali minerali, ma finchè l'acqua in bottiglia non costa tanto e si beve non mi sono posto il problema.
Sul fatto che l'acqua debba essere o meno privatizzata, è facile che se il mondo continua ad essere retto da questa economia, allora si privatizzi, ma il puro capitalismo, non è funzionale all'uomo, lo distrugge.
D'altra parte l'acqua gratis per tutti può essere oramai garantita solo da un ente[i], che la può dare a seguito di alcune condizioni. Non credo nel comunismo perchè è limitato, preferisco essere parte di una comunità che tenta di avere prinicipi comuni, non finti ma chiari, che non ha paura della vita o della morte, e non troppo legata ai nazionalismi.
E' ora di pensare più globale e ci sto.

Quelli del blog action day di quest'anno (gioco di parole con BAD-cattivi) stanno a mandare numeri sugli africani che non hanno l'acqua, più che invitare la casa bianca a scrivere un post, gli chiedano di costruire un bel canale per portare dell'acqua in Africa [il progetto c'era da tempo], i Cinesi una cosa del genere la stanno facendo.

E non si preoccupino più del dovuto...

Questo è quel che penso dell'acqua di questi tempi.

giovedì 14 ottobre 2010

Acqua, servizi igienici e servizi segreti

Domani, se tutto va bene dovrei scrivere un post sull'acqua per l'iniziativa annuale dei blog che feci anche un paio di anni fa: Il blog action Day al quale parteciperà anche la Casa Bianca. Almeno esercito un pò l'Inglese.

Nel frattempo rimango un pò stordito da letture come Neuroschiavi di M. Della luna e P. Cioni ed un libro che tratta di Demonologia di Egon Von Petersdorff, che credo non valga la pena di essere letto sotto all'ombrellone, magari più avanti scriverò un paio di righe su questi libri, come ero solito fare un tempo su questo blog.

Visto che non ha molto senso scrivere un post con ste due boiate, mi soffermo un attimo su una notizia di repubblica:
Sono stati sloggiati da apparamenti in via Gradoli, transessuali che vivevano in uno scantinato senza finestre nè servizi.
I servizi però c'erano, fuori: quelli segreti, è risaputo infatti che in via Gradoli i rapporti con i servizi segreti italiani sono stati numerosi, fin da prima del rapimento Moro (che peraltro è stato rapito nello stesso posto dove è avvenuto lo scandalo col trans) c'erano appartamenti legati ai servizi.

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH


Sempre in tema di servizi, si scopre che l'Interpol aveva avvisato già la polizia ITaliana che sarebbero arrivati 100 Hooligans ad assistere alla partita. Ma allora qualcosa tocca, perchè se sti qua c'avevano anche delle pinze e altra roba, come cavolo è che non li hanno fermati, se agli italiani non è possibile intordurre neanche una lattina di Fanta?
Poi si scopre, che Secondo un altro quotidiano belgradese Ivan era anche alla testa dei manifestanti che, pochi giorni dopo la proclamazione d’indipendenza del Kosovo il 17 febbraio 2008, diedero l’assalto e incendiarono in parte l’ambasciata americana a Belgrado.
E che lavoro fa questo qua? LA GUARDIA GIURATA, ed abita nel quartiere fighetto, vicino alle ambasciate.

AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

Per finire, aveva ragione l'avvocato Franceschetti a dubitare anche della versione di Sarah Scazzi, guarda casa vengono fuori adesso dei retroscena, dopo che, in effetti molto stranamente era stato nominato l'avvocato di Perugia ancora prima che si sapesse dell'omicidio (Giustamente si chiede, che senso ha nominare un avvocato a centinaia di chilometri, per un caso di sparizione??).


AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH


Qua altrochè Sara Scazzi, si scazza a non fare uno più uno. Ma che lo devo fare io per gli altri?
Si, no, forse?

Io proseguo eh...
e non leggete troppi giornali e blog stupidi.

lunedì 11 ottobre 2010

sogni e volontà

Vi sono dittatori in grado di convincere gli uomini di essere infallibili.

Se vi fosse una persona che con una convinzione estrema riuscisse a convincere tutti gli altri che loro non sono altro che un suo sogno, allora dominerebbe il mondo.

Se davvero il sogno fosse la realtà, ci sarebbe stato qualcuno ancora più furbo.

giovedì 7 ottobre 2010

MAFIA e Don Ciotti

Sono andato a sentire Don Ciotti ieri sera.

C'è una struttura nata attraverso omicidi.
Risale all'Ottocento.
Chi abitava nel territorio da loro controllato e voleva separarsi dal loro potere, era condannato a morte. Poi i tempi cambiarono e si limitarono a rinchiudere le persone.
Era molto potente. Aveva rapporti con diverse parti del mondo.
Nel territorio imponeva il suo controllo totale di tutti i giochi d'azzardo.
Venivano prodotte armi in grande quantità ed esportate dove c'erano battaglie e guerre.
I personaggi più influenti erano intelligenti e dotati di buone capacità organizzative. Chi lavorava direttamente con loro poteva fare la bella vita, spesso si perdeva nei vizi, ma doveva mantenere comunque un certo decoro, un certo onore.
Avevano comunque un modo di fare compiacente, delle leggi, forse per questo gli abitanti della zona non si erano mai ribellati.
Per loro lavoravano anche personaggi nell'ombra, spie ed agenti segreti.
Alcuni cercavano di controllare la stampa. Nel corso degli anni sono arrivati anche ad organizzare un grosso attentato dove sono morte molte persone innocenti.
Hanno rapporti con la grande finanza, che non disdegna mai i loro soldi, per loro sfortuna vi sono associazioni più grandi e potenti di loro che in un certo qual modo hanno sempre preteso di supervisionare il loro operato.
A volte si è assistito a qualche cambio al vertice, spesso perchè i capi avevano perso la fiducia, troppo avidi o forse perchè ad altre associazioni più potenti non andavano più bene.
Il loro rapporto con la Chiesa è ambiguo, rispettano la Chiesa ma fino a quando non diventa troppo scomoda.

Lo stato Italiano è stato fondato nel 1861.
Per attuare l'Unità d'Italia sono state organizzate rivolte e omicidi come quelli commissionati da Mazzini.
Chi attenta all'Unità Nazionale era condannato a morte, poi la pena venne ridotta all'ergastolo e solo in tempi recenti a dodici anni.
Lo stato Italiano è espressione di volontà Italiane e straniere, come la massoneria internazionale in particolar modo inglese.
Lo stato Italiano vieta il gioco d'azzardo, fatte alcune eccezioni del tutto arbitrarie e organizza a sua volta il gioco d'azzardo del quale detiene il monopolio, come per le lotterie ed il superenalotto.
In Italia ci sono diverse fabbriche di armi di diverso tipo.
I parlamentari più influenti hanno raggiunto tale livello anche per qualche qualità, e chi lavora direttamente per loro come gli altri parlamentari, è spesso al centro di scandali per stravizi, e gode di stipendi considerevolmente alti, sono chiamati onorevoli e si presentano sempre vestiti con decoro.
Lo stato ha molte, moltissime leggi, ed i suoi rappresentanti cercano sempre di infondere sicurezza e comprensione per avere il massimo sostegno popolare.
Per lo stato il lavoro dei servizi segreti è sempre rimasto poco chiaro, ma hanno avuto un ruolo di primaria importanza in diverse questioni; ultimamente i servizi segreti sono anche stati ingaggiati per coprire il segreto industriale di alcune aziende.
E' risaputo che i politici più influenti hanno il pieno appoggio di alcuni quotidiani. E' ormai un fatto che alcune stragi hanno avuto l'avvallo od il coinvolgimento dei servizi (strage di Bologna). Che per comodità vengono poi definiti deviati.
Lo stato italiano investe soldi ovunque, per sua (s)fortuna però gli è stato concesso un credito enorme, in conseguenza dell'economia del debito e del PIL.
Lo stato Italiano è storicamente stato sottomesso alle volontà di paesi più influenti come l'America.
Quando ci fu Tangentopoli Craxi dichiarò che tutti i partiti ricevevano finanziamenti illeciti, e chiese se qualcuno poteva dire in sincerità di avere seguito scrupolosamente le regole che si erano dati, ma nessuno rispose. Craxi poi scappò, e si venne poi a sapere che in tangentopoli giocò un ruolo anche la CIA.
Il rapporto tra Stato e chiesa è ambiguo, dalla presa di porta pia, passando per i patti lateranensi

E ALLORA QUESTA E' LA VERITA'.
La differenza tra mafia e stato, è che la mafia è più arretrata, più rozza, usa metodi più brutali, usa la paura piuttosto che la convizione, e non è in grado di creare un clima di serenità come lo è lo Stato.
Non è nemmeno in grado di avere le stesse risorse tecnologiche, così come ha più paura che la verità venga fuori, perchè non è così capace di controllarla.

E allora abbasso la mafia, ma senza troppi moralismi sulla legalità, Don Ciotti.

Aggiungo che la soluzione non va cercata nel NOI.
Va cercata DENTRO ognuno di sè.