lunedì 25 luglio 2011

Fondamentalismo Cristiano

Quando in un mio post scrivevo quelle che erano le mie sensazione inconsce e scrivevo che c'è qualcuno che prende il Cristianesimo troppo sul serio, non intendevo dire che il Cristianesimo sia una storiella, intendevo nel vero senso della parola, ovvero troppo seriamente. Se Gesù mangiava e beveva insieme ai pubblicani ed alle prostitute questo per me era da intendersi in un comportamento di apertura verso il mondo e non di eccessiva serietà. Infatti secondo i Vangeli Cristo disse che non chiedeva sacrifici ma misericordia. Allora sacrificare tante persone ammazzandole per un buon fine non mi sembra un comportamento Cristiano, nemmeno sacrificare completamente se stesso, o suicidarsi mi sembra Cristiano. Del resto Gesù mica si è sacrificato, cioè lui mica era tanto contento di morire, solo che sapeva che sarebbe dovuto succedere, e mica perchè ha scelto lui di morire , ma perchè sapeva appunto che gli altri lo volevano accoppare.
Allora qua la parola fondamentalista Cristiano potrebbe essere male interpretata.
Cioè parlare di fondamentalismo Cattolico può essere inteso come quelli che dicevano che nella Chiesa Cattolica c'è la salvezza e fuori dalla Chiesa Cattolica non vi è salvezza. In questo caso l'aggettivo fondamentalista Cristiano Cattolico, lo posso capire. Ma parlare di fondamentalismo Cristiano per uno che è Cristiano non ha senso. A quel punto basterebbe dire Cristiano.
Ma poi cioè, nei vangeli dove sarebbe poi scritto, vai e uccidi tutti quelli che hanno idee diverse dalle tue? Cioè già il Corano ammette la guerra agli infedeli e di conquistare tutti rendendoli musulmani o protetti dai musulmani, ma per il Cristianesimo è effettivamente un pò diverso
Non so già io ho fatica ad interpretare i Vangeli, ad esempio non mi è Chiaro il perchè Gesù avrebbe detto di abbandonare tutto quanto si possiede, ma allo stesso tempo che è peccato non dare ai banchieri che prestano ad interesse i talenti del padrone. Nemmeno mi è charo il perchè uno che si veste male ad un matrimonio deve essere cacciato fuori e maledetto. Nemmeno mi è chiaro perchè certi popoli hanno qualcosa in meno (come i cagnolini) rispetto ad altri. Ma quello che mi sembrava chiaro era il comandamento di amare il prossimo come se stessi, non uccidere, non rubare, e che non sarebbe giusto ripudiare la moglie se non la si vuole più.

Vabbè per me è fondamentale non smettere mai di credere che in effetti possa essere esistito uno che parlando di amore e di Dio, moltiplicava il cibo, camminava sull'acqua, faceva risorgere i morti, e che probabilmente è a sua volta risorto.
Già credere che questa storia sia possibile, e non pensarla assurda, o tutta una simoblogia, mi pare importante.

giovedì 7 luglio 2011

La voce della luna

Questo è uno dei miei film preferiti, anche perchè Fellini è il regista Italiano che fino ad ora più mi ha affascinato e questo è il suo film testamento. In America mi piacciono i film di Oliver Stone, ma questa è un altra storia.

La voce della luna è considerato il film testamento di Fellini.
Non è facile da capire. L'ho rivisto almeno quattro volte ed ancora non ho capito.
Questo che scrivo è quello che credo di avere capito. Fellini mischia le percezioni alla realtà, il fatto è che però spesso, quello che per molti sono fantasie, sono per lui la realtà, d'altronde basta aprire la pagina di Wikipedia e leggere la sua citazione sotto al nome: "il visionario è l'unico realista".

Le questioni del film che ho riscontrato sono queste:
La standardizzazione della società e l'emarginazione e convinzione che ciò che è sconosciuto è pericoloso e sbagliato.
Il passaggio di potere dal diritto del prefetto (che un tempo comandava anche le questure) alla medicina, che inquadra quali comportamenti sono leciti e quali no, quindi non si controlla più tramite le leggi, ma si controlla più facilmente inquadrando direttamente quali comportamenti non sono "normali" per la società. Difatti se Ivo cammina sul tetto, viene preso subito come maniaco suicida, invece stava semplicemente guardando la piazza dall'alto.
Il ruolo del professore simile a Marx, od a Costanzo, emblema di un potere occulto che comanda la società, in una associazione simil-massonica che controlla televisioni, ospedali e giustizia.
L'allontanamento dal mondo agricolo e l'avvicinamento ad un mondo tecnologico, che apparentemente valorizza l'agricoltura e l'iniziativa locale con concorsi, peraltro truccati, come Miss Farina '89.
La presenza di associazioni Mafiose che cercano di accattivarsi le istituzioni.
Il sesso meccanicizzato, simile ad una locomitva, che Nestore crede innalzi, invece avvicina alla mera tecnologia (la lavatrice).
La Chiesa come istituzione gerarchica espressione di un potere mendace e priva di fede.
Lo show mediatico finalizzato ad asservire le persone che sono come lobotomizzate dallo spettacolo della Luna imprigionata. Le antenne presenti sui tetti delle case che testimoniano il nuovo credo.
Berlusconi ed il Milan al matrimonio mentre si mangia: panem et circenses.
I Rave party come espressione di una nuova cultura fine al semplice sfogo. La società è innaturale, ci si sfoga in quei posti.

Sul fatto del professore di musica (che forse ricorda Nino Rota) che impazzisce perchè dice di sentire una musica che lo vuole convincere che tutti sono uguali, che non ci sarà più sofferenza, sul fatto del ritardato che sta sotto al tombino, spiegando che quello è l'inferno e che la Luna li controlla, sulla questione delle voci di Ivo e del dialogo con la Luna non ho molte risposte, anche perchè in realtà non si capisce se effettivamente le voci che provengono dal basso siano per così dire infernali, oppure amiche.
Io credo ve ne siano di entrambi i tipi, e credo che il fatto di diventare tutti uguali e di cessare le sofferenze sia una bella offerta, ma che per quanto ho visto fino ad ora, è applicata sempre al fine di fare emergere una volontà che non mi piace.

martedì 5 luglio 2011

Chiavi di accesso al sito Giugno 2011

Ecco il mese scorso le chiavi di accesso a questo sito sono state molto simili a quelle degli ultimi mesi.

Tra quelle degne di nota

1 - Appunti sulla guerra in Libia.
La guerra in Libia è una guerra come altre guerre contemporanee.
In realtà le persone comuni non sanno una cippa di quel che succede perchè quando ti dicono che ci sono stupri ed omicidi da parte dei soldati di Gheddafi, poi ti dicono che ci sono omicidi e stupri da parte dei ribelli, poi ti dicono che i ribelli trattano con Gheddafi allora non ci capisci più tanto.
Tempo fa mi sono permesso di dire che se un leader che era ben visto da metà dei paesi occidentali e considerati democratici, diviene il nemico pubblico numero uno, allora prima di fare la guerra sarebbe bene spiegare alle persone perchè di preciso è diventato il nemico pubblico numero uno e perchè è condannato per crimini contro l'umanità anche perchè all'inizio sembrava che lo accusassero di avere accoppato un sacco di gente e fatto delle fosse comuni, quando poi si parlava di salme spostate da un cimitero.
Quindi poi quando si impara che di dittature ce ne sono tante, ma la sua andava economicamente bene, allora ti sorgono dei dubbi. Poi quando dicono che bisogna armare i ribelli perchè è giusto e dargli i soldi di Gheddafi perchè è giusto, ti chiedi come si sarebbero comportati gli Stati Uniti se assaltavano un deposito d'armi e accoppavano a sangue freddo un rappresentante importante dello Stato.
Ma alla fine secondo me se dicevano a Gheddafi, guarda che la tua dittatura non va più bene, per questo, quello, e quest'altro motivo, quindi dovresti fare un referendum, se no c'hai le nazioni unite contro, allora aveva un senso, se invece fanno una guerra sterminando civili eccetera, mi sa che non ha più molto senso, soprattuto se tirano fuori adesso la storia di Lockerbie, perchè magari ci potevano pensare un pò prima.
Poi io la mia l'ho detta, fatemo voi.

2- 150 anni Italia. L'Italia compie 150 anni. Se uno fosse patriota piuttosto che rincorrere tutta la tiritera del rapporto deficit/PIL dovrebbe fondare un motore di ricerca d'Italiano come si deve, senza tante limitazioni.

3- come può affermare uno i segreti del fiore della vita, quando non sanno come è fatto il giorno o la notte?

Boh, bella domanda, ho trovato su internet un libro che si chiama l'sntico segreto del fiore della vita.
Ecco, io riconosco l'importanza della geometria, ma ho deciso di impostare la mia vita non lasciandomi troppo affascinare dalla geometria, perchè sono convinto che analizzando il mondo nelle sue quattro dimensioni, la geometria diminuisca di significato.

4 - conclusioni sull'energia
Ecco questo è un'altro problema che mi affligge. L'energia in realtà è' materia quindi sarebbe come avere delle conclusioni sulla "materia". Mi pare un pò pretenzioso, ma ci sto lavorando, non per trovare una conclusione definitiva, ma almeno per avere un parere non troppo stupido.

5 - George Orwell era un massone. Boh, non lo so.

6- l'inganno nella gravitazione universale. Se la velocità è maggiore della luce, allora la legge di gravitazione universale non funziona. Non funziona nemmeno in altri esempi, ad esempio spesso attira più un pelo di figa piuttosto che una montagna, che pesa molto di più

7 - si può dire "manco"? è corretto?
Manco per sogno

8 - uccidere un uomo con un demone

Si bè ci sono mille modi per uccidere uno, e la storia dell'omicidio perfetto che non esiste non so se sia vera, magari perfetto non esiste ma, almeno in Italia, esistono un sacco di persone che non vengono beccate. Poi il discorso dei demoni è complicato, io personalmente credo che i demoni sia piuttosto un livello di coscienza diverso, dove agiscono idee generate in altri tempi, in fondo le semplici idee, buone o cattive, se prese sul serio, hanno una potenza elevatrice o a volte allucinatoria che permette di fare bene o spinge a fare male.