lunedì 25 luglio 2011

Fondamentalismo Cristiano

Quando in un mio post scrivevo quelle che erano le mie sensazione inconsce e scrivevo che c'è qualcuno che prende il Cristianesimo troppo sul serio, non intendevo dire che il Cristianesimo sia una storiella, intendevo nel vero senso della parola, ovvero troppo seriamente. Se Gesù mangiava e beveva insieme ai pubblicani ed alle prostitute questo per me era da intendersi in un comportamento di apertura verso il mondo e non di eccessiva serietà. Infatti secondo i Vangeli Cristo disse che non chiedeva sacrifici ma misericordia. Allora sacrificare tante persone ammazzandole per un buon fine non mi sembra un comportamento Cristiano, nemmeno sacrificare completamente se stesso, o suicidarsi mi sembra Cristiano. Del resto Gesù mica si è sacrificato, cioè lui mica era tanto contento di morire, solo che sapeva che sarebbe dovuto succedere, e mica perchè ha scelto lui di morire , ma perchè sapeva appunto che gli altri lo volevano accoppare.
Allora qua la parola fondamentalista Cristiano potrebbe essere male interpretata.
Cioè parlare di fondamentalismo Cattolico può essere inteso come quelli che dicevano che nella Chiesa Cattolica c'è la salvezza e fuori dalla Chiesa Cattolica non vi è salvezza. In questo caso l'aggettivo fondamentalista Cristiano Cattolico, lo posso capire. Ma parlare di fondamentalismo Cristiano per uno che è Cristiano non ha senso. A quel punto basterebbe dire Cristiano.
Ma poi cioè, nei vangeli dove sarebbe poi scritto, vai e uccidi tutti quelli che hanno idee diverse dalle tue? Cioè già il Corano ammette la guerra agli infedeli e di conquistare tutti rendendoli musulmani o protetti dai musulmani, ma per il Cristianesimo è effettivamente un pò diverso
Non so già io ho fatica ad interpretare i Vangeli, ad esempio non mi è Chiaro il perchè Gesù avrebbe detto di abbandonare tutto quanto si possiede, ma allo stesso tempo che è peccato non dare ai banchieri che prestano ad interesse i talenti del padrone. Nemmeno mi è charo il perchè uno che si veste male ad un matrimonio deve essere cacciato fuori e maledetto. Nemmeno mi è chiaro perchè certi popoli hanno qualcosa in meno (come i cagnolini) rispetto ad altri. Ma quello che mi sembrava chiaro era il comandamento di amare il prossimo come se stessi, non uccidere, non rubare, e che non sarebbe giusto ripudiare la moglie se non la si vuole più.

Vabbè per me è fondamentale non smettere mai di credere che in effetti possa essere esistito uno che parlando di amore e di Dio, moltiplicava il cibo, camminava sull'acqua, faceva risorgere i morti, e che probabilmente è a sua volta risorto.
Già credere che questa storia sia possibile, e non pensarla assurda, o tutta una simoblogia, mi pare importante.

0 commenti: