sabato 31 ottobre 2009

Chiavi di accesso al sito 10/09

Dunque vediamo..

1 - "Tu mi rubi l'amore cosa significa?"

Sembra una cavolata ma è una domanda più che lecita.
Tu mi rubi l'amore, tu mi rubi il sorriso, sono frasi fatte per dire che una persona esercita una influenza sopra l' altra, il che può succedere spesso.
Se ami una donna e ti prende in giro, ti sta rubando l'amore perchè non è ricambiato, avendo però una coscienza condivisa solo fino ad un certo punto, si presuppone che più o meno esplicitamente, vada sempre bene ad entrambi; ovvero, non puoi farti rubare l'amore se non vuoi, quindi è più una tacita accettazione, quindi... ognuno tragga le sue conclusioni sul come comportarsi, e comunque, l'amore che si da, non finisce in niente, dato che il niente, fino a prova contraria, non esiste.

2 - "una merda di estetica e nn sai impennare"
? ? ? ? Bah.

3 - "Joe Vitale + satana" Joe Vitale a me non sembra una persona molto seria, il suo Joe Vitale's Hypnotic Marketing Coaching Program non credo funzioni.

4 - "I rosacroce usano l'ipnosi."

Tutti i pensieri che influenzano sono ipnosi se oltrepassano la volontà di qualcuno, Viviamo in un mondo di energia e materia che vibrano, così come il cervello genera e capta onde. Tu cosa vuoi dalla tua vita? I rosacroce di adesso non li conosco e non so cosa facciano.

5 - "come lo stato può fare più tasse"

Questo è un genio, perchè non ce ne sono abbastanza? Dal blog di Xiaodongpeople riporto un commento di Beppe Grillo che immagino fosse altamente ironico.
Per risanare il debito dello Stato c'è una sola via. Stanare gli evasori. Non i plurimilionari o miliardari. Sono troppo pochi, qualche decina di migliaia e in più molti sono al Governo. Bisogna usare il pugno di ferro con tutti quegli italiani che lavorano in economia. Che tirano su un muretto con l'aiuto dei figli, che si rifanno l'impianto elettrico, che si riparano la televisione o il rubinetto che perde. Che hanno un orto o un frutteto privato.
Quanto vale il PIL sommerso di questi autarchici del lavoro. Che sottraggono l'attività a idraulici, elettricisti, imprenditori, autotrasportatori e ortolani?
Perché se pago un imbianchino mi deve fare la fattura e se mi imbianco la casa da solo non ci devo pagare le tasse. Non mi denuncio al fisco? E' un'economia sommersa da capogiro. L'Italia potrebbe diventare come la Svizzera e non essere più costretta a far crescere il debito pubblico a livelli tremortiani di 18 miliardi di euro al mese. E neppure a regalare quattro miliardi senza controlli alla Regione Sicilia grazie al silenzio del Senatùr. Un Paese ideale. In cui qualunque cosa fai ha un valore, una ricevuta, una tassa. Basta con il lavoro privato senza tassazione. Chi lavora per sé deve pagare l'IRPEF come tutti gli altri. Come avrà fatto Tremorti a non pensarci ancora?"

6 - "chiusura xxxincontri" A quanto pare hanno chiuso tutti i siti di zoccole, anche Bakeca.it e Kijiji.it non hanno più la sezione di incontri per adulti, ho visto che nella sola Bologna comparivano un centinaio di annunci al giorno.
Sembra il tutto per dei controlli.
L'Italia oramai è andata a puttane del tutto, ma io un piano ce l'ho.
Tanto anche voi stronzi che leggete siete lì passivi aspettando che qualcuno faccia qualcosa.
Perchè gli Italiani sono stupidi
Non hanno più svranità monetaria (decidere della moneta)
Non hanno più sovranità alimentare (decidere cosa mangiare)
Non hanno più sovranità territoriale (evviva le bombe atomiche degli americani)

Si diceva toccate tutto agli italiani ma non il calcio

Bene, il calcio era truccato, idem la formula uno, si è scoperto anche il lotto,
e nessuno ha detto niente.

Tu che leggi sei una merda come me finchè non dici nulla.

martedì 27 ottobre 2009

Il trans del grande fratello 10

Programma interessante anche se immorale e diseducativo. Un tempo il grande fratello era qualcosa dalla quale guardarsi e una figura negativa, adesso sembra l'albero della cuccagna e si fa di tutto per entrarvi. Puro bispensiero Orwelliano.

Confesso che ieri sera ho guardato la Televisione, e dopo Voyager ho visto il Grande fratello.
Dopo una ricerca sulla rete ho vistoche nessuno sa chi è il Trans diventato uomo.
E' angosciante, in molti pensano sia quello Romagnolo, altri pesano sia quello con la cintura, altri ancora credono sia il super palestrato o il fisicato e nessuno, dico nessuno ha detto che è quello che io credo sia in realtà: il parrucchiere.

Sapete che io non sbaglio quasi mai. Vediamo.

lunedì 26 ottobre 2009

Perchè Berlusconi è un saraffo*

Berlusconi è un saraffo* perchè fonda un partito che si chiama popolo delle libertà e poi finanzia e propone nelle sue reti il "Grande Fratello"

Venitemi pure a dire che con Orwell non c'entra nulla, tanto il discorso l'avete capito.

*Saraffo è la versione "italo-bolognese" di sarâf, che significa "ipocrita, finto tonto", e a sua volta viene dal gergo della malavita, dove il nostro termine indicava il complice dell'imbonitore-truffatore che in pubblico interveniva magnificandone la merce e convincendo così i potenziali acquirenti all'acquisto.

mercoledì 21 ottobre 2009

Indovinate

- Se vi chiedo di indovinare il nome di un giocatore di Calcio che ha raggiunto l'apice ngli anni novanta.

- Vi dico che è Veneto.

- Vi dico che ha giocato in diverse squadre di serie A tra le quali la Juventus e l'Inter.

- Vi dico che con i suoi goal ha aiutato la nazionale Italiana a prendere la medaglia d'Argento ai mondiali di calcio nel 94.

- Vi dico che inizia con la B e finisce con la O.

- Molti di voi diranno : E' Baggio!

Esatto!

E risponderete che in fondo era facile indovinare un personaggio come Roberto Baggio.

A quel punto però vi dovrò dire che avete sbagliato, perchè io stavo parlando di Dino Baggio.

Questo per spiegarvi come a volte sia pericoloso giocare sulle illazioni, soprattutto riguardo a fatti che non si conoscono bene.

"Due coincidenze fanno un sospetto, tre coincidenze costituiscono una prova"
Agatha Christie

Ora, le coincidenze non vanno ignorate, ma almeno in questo caso, Agatha Christie avrebbe torto.

lunedì 19 ottobre 2009

Considerazioni sull' ordine del mondo

Ordine è tra quelle che ritengo essere le parole più importanti in uso nella lingua Italiana.

Deriva dal Latino ordo, alcuni lo fanno risalire addirittura fino al Sanscrito rnomi o qualcosa del genere, che significherebbe mi metto in movimento.
Ordine può essere inteso come concetto in senso lato, quindi come sistemazione degli oggetti secondo un certo criterio, oppure può essere usato per identificare un gruppo di persone o cose che sottostanno ad una gerarchia o ad altri criteri (Ordine alfabetico, cavalleresco, religioso, professionale, ordine di una matrice, ordine massonico eccetera).
In Italiano un ordine è anche un comando, il verbo ordinare può essere infatti inteso sia come mettere a posto, sia come imporre un comando.
La cultura Italiana è piena di riferimenti all'ordine, sia esso riconducibile ad un principio massonico, sia come principio logico-algebrico,sia esso come modello cattolico.
Quanto sta scritto sopra al Dollaro, alla base della piramide: Novus Ordo seclorum, conferma quanto sia importante l'ordine come concetto astratto.
Anche guardando alle cose di tutti i giorni ci è chiaro che in Italia viviamo all'interno di un mondo dove l'ordine gioca un ruolo fondamentale, e dove i richiami massonici sono alquanto chiari.
Quando ero alle elementari mi ricordo che la maestra chiese a tutti di comprare e portare a scuola una squadra ed un compasso, si impuntò molto sopra questo dovere, anche se in realtà il compasso l'avremmo usato una o due volte in croce. Non credo sia accaduto in tutta Italia, anzi mi pare di ricordare che nella classe a fianco nemmeno fu richiesto, nemmeno mi importa sapere se fosse un idea riconducibile direttamente alla massoneria.
Ad ogni modo frasi di uso comune testimoniano come sia chiara la filosofia riguardo l'ordine delle cose.
Mio padre mi diceva sempre "Ogni cosa ha il suo posto ed ogni posto ha la sua cosa" io mi incazzavo da matti, ed obbiettavo sempre che era alquanto relativo, perché magari quello che lui credeva essere il posto ottimale magari non lo era per forza di cose visto che non era onnisciente. Lui confessò che avevo ragione, ma che almeno finché non avevo diciotto anni e dovevo stare in casa sua avrei dovuto starlo a sentire, poi potevo fare come volevo.
Altre frasi d'uso comune testimoniano come l'ordine geometrico sia importante nella vita quotidiana.
Sei a posto? [per dire "stai bene?", ma di quale "posto" stiamo parlando?]
Riga dritto! [per dire "fai il bravo"]
Ti quadra? [per dire ti sembra vada bene?"]
Bisogna che lui si metta in squadra! [per dire "bisogna che si comporti seriamente"]
Devi mettere dell'ordine nella tua vita! [per dire, "vivi in modo più razionale"]
Questo accompagnato naturalmente, da una cultura, che cerca di rimanere nel pratico e di non considerare troppo il comportamento che cerchi di elevarsi o di riflettere: quante volte avrete sentito dire "Quello, ha i piedi per terra, ha la testa sulle spalle, non è un sognatore, non ha la testa tra le nuvole". Freud arrivò addiriturra a definire il pensiero filosofico come paranoico.
Questo post comunque non vuole essere un attacco alla disciplina della geometria, tanto cara ad architetti geometri, muratori, e studiosi contemporanei di ogni specie. Vuole essere una considerazione sull'ordine delle cose.
Secondo molti studiosi fin dai tempi dell'antica Grecia, non è esatto che due rette parallele che tendono ad infinito non si incontrano mai, questo potrebbe portare a riconsiderare tutta la geometria universale e forse anche la nostra percezione del mondo.
Nonostante ciò sarebbe ipocrita sminuire l'importanza che ha avuto la geometria nello sviluppo di questa civiltà.
Al di là delle meraviglie raggiunte dalla tecnologia, mi sono molto stupito ad esempio nel guardare questo video sulla matrice geometrica dell'universo, soprattutto nell'ultima parte dove attraverso un esperimento si può vedere come a diverse vibrazioni corrisponda una diversa figura geometrica. Questo a mio parere, potrebbe portare ad una vera e propria apoteosi della geometria.
Ora, dopo quanto detto, mi sembra giusto considerare i pro e contro dell'ordine in senso lato.

Analisi sull'albero e l'agricoltura

Uno dei paradigmi principali della filosofia dell'ordine è riscontrabile nell'agricoltura. Seguite bene questo discorso perché è molto, molto importante.
Gli alberi vengono piantati in filari equidistanti tra loro seguendo linee rette e mantenendoli alti grosso modo uguali, potandoli in modo che assumano una forma simile e raggruppando sempre piante dello stesso tipo.
Certamente questo metodo è tra i migliori modi per poter organizzare l'uomo in modo da produrre più beni possibili nel minor tempo possibile, lavorando il meno possibile.
Se ad esempio poniamo un filare di peschi, avremmo ad esempio un campo di 10 ettari coltivato con centinaia di peschi equidistanti tra loro in file dritte.
Non mi sento di criticare a pieno questo modello, perché in effetti è funzionale:
basterà passare con un trattore per poter potare i rami in autunno e raccogliere in estate le pesche per poter avere a disposizione migliaia di pesche per quintali e quintali di qualità molto buona, parlo per esperienza personale.
Ci sono però dei contro non indifferenti in questa metodologia:
- In primis la raccolta andrà fatta quando le pesche non sono ancora del tutto mature, poichè per assicurarsi di poter prendere le pesche tutte assieme ed in modo che ci sia il tempo per la distribuzione, bisognerà staccarle dall'albero quando il punto di maturazione non è ancora completato.
- Seconda considerazione da fare, nel caso venisse una grandinata le pesche sarebbero facilmente rovinate, mentre se avessimo lasciato crescere i rami ulteriormente, anche se la raccolta fosse stata più difficile e meno produttiva, avremo avuto probabilmente le pesche molto più riparate dai rami contro le intemperie.
- Teza considerazione da fare, abbiamo tante pesche da dovere vendere a tante persone, ed utilizzato tutto il campo per produrre pesche destinate a persone che non sappiamo ancora se vorranno effetivamente quelle pesche; inoltre nel caso le pesche si dovessero accidentalmente ammalare o dovesse venire una grandinata, avremmo avuto tutto il raccolto rovinato, mentre invece se avessimo diviso il campo in quattro parti, dove da una parte avessimo piantato pesche, dall'altra ciliegie, dall'altra meloni, e dal'altra nocciole, avemmo potuto essere più tranquilli poichè alcuni parassiti attaccano una pianta e non un altra, o comunque la grandinata potrebbe rovinare ad esempio le pesche, ma non le ciliegie i meloni e le nocciole.
- Quarta considerazione da fare riguarda il fatto che la biodiversità è importante anche per quanto riguarda la stessa agricoltura, se non utilizzassimo fertilizzanti chimici, molte piante avrebbero giovamento dalla vicinanza di altre piante di diversa specie.
- Quinta e più azzardata considerazione da fare, è che non è detto che una pianta dritta sia migliore di una pianta storta. Certo una pianta dritta si può sviluppare meglio in alto, ma paradossalmente l'uomo finisce comunque per potare le piante nella loro altezza, perciò questo discorso non tiene più, inoltre se una pianta è lasciata a se stessa, probabilmente sarà meno avvicinabile dall'uomo in considerazione del fatto che i rami verrebbero a svilupparsi in tutte le direzioni, ma per quanto riguarda la pianta stessa, essa seguirà la luce, e se la saprà cavare egregiamente anche da sola, se riuscirà ad avere dell'acqua a sufficienza.

Ma l'estetica dell'ordine, del diritto, dei filari e della agricoltura di massa sovragestita si è imposta come un dogma, e solo ora si sta mettendo in discussione, fino a l'anno scorso non era consentito nemmeno vendere asparagi o frutta che non fosse diritta, pensateci sopra.

I frattali geometrici negli uomini, animali, foglie e nei fiori.

La geometria però rimane comunque presente anche innata nelle forme di vita.
Non siamo forse noi, quasi simmetrici, con due occhi, due mani, due gambe, due orecchie, due polmoni, due maroni in simmetria?
Non è forse lo stesso per molti animali e piante?
Ora prendiamo una foglia di fico, sembra perfettamente simmetrica, con una serie di venature al suo interno simmetriche, che avvalorano appunto la teoria dei frattali.
In realtà però non è proprio così.
Le foglie sono simmetriche perchè noi crediamo siano simmetriche. Provate ad andare a fare un giro in un parco e vi accorgerete che non è affatto così,la foglia sembra simmetrica ma vista da vicino non lo è.
L'uomo, ugualmente sembra simmetrico, ma non è così: ha il cuore spostato verso un lato, ha il fegato da una parte e la milza dall'altra e solitamente ha il cervello che funziona in maniera asimmetrica, ovvero ha ad esempio il centro del linguaggio nel lato sinistro, e quello dell'intelligenza spaziale nel lato destro.
I favi delle api sembrano simmetrici, ma in realtà sono quasi-simmetrici, e capita a volte che siano nettamente asimmetrici.
Ho fatto uno degli esempi più complicati, la geometria del favo è infatti uno degli argomenti più trattati, infatti pare che la forma esagonale dell celle sia il frutto di un procedimento acquisito e poi diventato insito nella natura delle api, finalizzato al risparmio dello spazio e della cera utilizzata.
Ma che simmetria vi è allora in una patata, o in un albero selvatico, od in un peperoncino?
Quello che perciò sappiamo è che la simmetria in natura non è mai perfetta, così come figure geometriche perfette difficilmente sono presenti. La terra non è una sfera, un fiume non è mai diritto, le formiche sembrano simmetriche solo a prima vista.

Costanti e casi ricorrenti nella misurazione della natura

Eppure nonostante ciò vi sono queste strane correlazioni che vedono costanti alcuni rapporti come la circonferenza ed il suo raggio oppure un triangolo ed i suo lati.
Come mai? Perchè il diametro per 3,14... è sempre (quasi per via dei decimali infiniti) uguale alla circonferenza?
Perchè il quadrato dei lati costruiti sui cateti di un triangolo (solo se esso è rettangolo) è uguale al quadrato costruito sull'ipotenusa?
Qui non stiamo parlando di presunte sezioni auree, stiamo parlando di proporzioni sempre e facilmente riscontrabili.
Probabilmente esistono delle regole naturali che lasciano trasparire che vi sia un ordine delle cose, l'ordine però noi non lo conosciamo poichè prende in gioco troppe differenti variabili a noi anche non note, conosciamo solo alcune manifestazioni di questo immenso mondo.

Epilogo

La geometria è importante ma per niente deve essere innalzata a disciplina madre.
Dio è anche intendibile come architetto, ma dalla geometria dello spazio non possiamo credere di comprendere Dio che non può essere declassato a semplice architetto Universale, i Musulmani ad esempio danno 99 nomi ad Allah, e anche alcune branche della scienza ci spiegano come lo spazio sia un concetto non sempre identificabile in maniera univoca.
L'apoteosi della geometria e la ricerca di un ordine estetico e di un ordine volto alla massima efficienza, sono atteggiamenti pericolosi: non vi è una razza più perfetta e non vi è un ordine delle cose più perfetto, anche perché non abbiamo i parametri per giudicare. La perfezione non la conosciamo.
Così come è difficile dire che una stanza è tenuta ordine se non guardiamo dentro agli armadi o se non si sa quanto essa è grande, al pari sarà difficile dire che stiamo ordinando il mondo se non sappiamo nemmeno come è fatto l'Universo e cosa o come bisogna ordinare le cose al suo interno.
In mezzo a questa incertezza potrebbe essere lecito sentirsi smarriti, bene, io credo che la verità e le cose giuste da fare risiedano dentro chi le cerca con onestà e amore.

mercoledì 14 ottobre 2009

Mussolini era una spia Inglese????

Come alcuni che seguono il blog sapranno, passo diverso tempo a compiere operazioni alquanto bizzarre.
Oggi mi sono impallato un oretta a gardare tutti i siti del portale Yahoo (Danimarca, Spagna, Argentina, Italia, India, Cina eccetera...) per vedere che cosa guardano le persone che si connettono a quel motore di ricerca come notizie in prima pagina.

Se con il Francese, l'Inglese lo Spagnolo me la cavo, devo ovviamente tradurre tutte le altre lingue, come il Cinese o il Tedesco.
La traduzione si può fare attraverso Google Toolbar.
Immaginerete che il significato perde un pò della sua autenticità ma si riesce comunque a capire a grandi linee di cosa si sta parlando.

Ad esempio su Yahoo Cina compare una foto di Parlamentari che fanno a botte e sotto scritto: "I membri del parlamento dell'Ucraina sono stati pugile combatte gang."
Su yahoo Canada c'è un importante articolo su "come combattere la potente influenza suina", Yahoo Brasile ha il coraggio di scrivere "inquinamento nell'aria la compagnia aerea chiede ai passeggeri di andare in bagno prima di salire" , in realtà si parla di una compagnia Giapponese All Nippon Airways (ANA). Poi mi imbatto in Yahoo Giappone, traduco la pagina e mi compare:

Mussolini era una spia fascista passato sorprendente in inglese =Guardian (versione elettronica) il 14 settembre, il secondo periodo del dittatore italiano Mussolini durante la seconda guerra mondiale, e ha lavorato come spia in Gran Bretagna una settimana come premio ha ricevuto un comunicato 100 sterline. Secondo uno studio dello storico di Cambridge Dr. Peter Matorando. (Newsletter)


Vado al sito del Guardian ed in effetti l'articolo c'è anche in Inglese.

Mussolini finanziato dall' MI-5, i servizi segreti Inglesi vicini alla corona, nel 1917. Niente di più facile, dato che all'inizio Mussolini con l'Inghilterra non aveva niente da dire, anzi.
Ho sempre avuto rispetto per Mussolini, perchè parlava ispirato, cioè convinto di quello che diceva, anche se poi era in mezzo a giochi EVIDENTEMENTE PIU' GRANDI DI LUI.
In realtà il nostro passato fa davvero pena. Ecco comunque alcune frasi da un gruppo di Facebook, che citano il Duce, con commenti un pò astiosi ma significativi.

’Occorre muoversi, agire, non perdere tempo, mobilitare le nostre forze: sorga dai circoli politici, dalle organizzazioni economiche, dai comuni, dalle province dove il nostro partito ha i suoi rappresentanti, dalle moltitudini profonde del proletariato, un solo grido e sia ripetuto per le piazze e le strade d'Italia: abbasso la guerra. E venuto il giorno per il proletariato italiano di tener fede alla vecchia parola d'ordine: non un uomo, non un soldo per la guerra a qualunque costo.’’

Questa è una frase di Mussolini prima della nascita del fascismo, sappiamo tutti come è andata a finire, questo dimostra quanto quest’uomo era ambiguo e quanto a convenienza.

"Il comunismo, essendo per sua tendenza egualitario, è contrario alla vita e alla storia, oltre che alla natura che è profondamente diseguale, e che vive di questa disuguaglianza"

Gli uomini hanno la stessa struttura corporea, quello che ci differenzia sono i piccoli dettagli. Questa è una metafora di quello che succede nel mondo, siamo tutti protagonisti della stessa avventura, la luna e il sole non fanno differenza tra gli uomini, splendono per tutti uguale, sia per il Marocchino che per l’Italiano, sia per l’Operaio che per l’Imprenditore, la natura non fa differenza, siamo noi che la creiamo.

"Se c'è un paese dove la democrazia è stata realizzata, questo paese è l'Italia Fascista"

Guardate, mi dispiace che Mussolini sia morto, vorrei intraprendere con lui una bella discussione, vorrei chiedergli se c’era democrazia anche quando i comunisti e tutti gli avversari politici, come Antonio Gramsci, venivano imprigionati e torturati, o quando l’esercito italiano fu mandato in Russia con le scarpe di cartone.

‘’Dove cominci esattamente, né dove finisca. L'aggettivo di sovrano applicato al popolo è una tragica burla. Il popolo tutto al più, delega, ma non può certo esercitare sovranità alcuna.’’

E allora a cosa serviamo noi cittadini Italiani, ad andare in guerra a uccidere, ad alzare una mano in piazza,IO NO!
Come dice caparezza. ”Io preferisco ammazzare il tempo, preferisco sparare cazzate, preferisco fare esplodere una moda, preferisco morire d’amore, preferisco caricare la sveglia, preferisco puntare alla roulette, preferisco il fuoco di un obiettivo, preferisco che tu rimanga vivo” (Follie preferenziali – Verità supposte). E aggiungo io, preferisco essere LIBERO.

‘’Armiamoci e partite!’’

Questo dimostra la codardia di Mussolini, che parlava tanto di guerre e non l’ho mai visto prendere una pistola nelle mani e entrare nel campo nemico, non voleva sporcarsi le mani. Il culmine della sua codardia è alla fine, quando alla caduta del fascismo, invece di morire insieme a quel popolo che “amava tanto, si travestì da militare tedesco per scappare in Svizzera. C’è solo da ridere.

‘’La donna è analitica, non sintetica. Ha forse mai fatto dell'architettura in tutti questi secoli? Le dica di costruirmi una capanna, non dico un tempio. Non lo può (...) Naturalmente essa non deve essere schiava, ma se io le concedessi il diritto elettorale mi si deriderebbe. Nel nostro Stato essa non deve contare.’’

Con questa frase, che è inutile commentare, chiedo a tutte le donne fasciste con quale coraggio alzano la mano aperta, essendo ritenute esseri inutili alla società e non capaci di poter decidere il loro destino.

“Ideologie” Fasciste
Dopo queste frasi passiamo alle ideologie del fascismo. Ecco qui i punti cardine siglati da Benito Mussolini, scritti e pubblicati da Giovanni Gentile :

• Il culto di Roma - Il fascismo si propone come ideale rinnovatore dei fasti di Roma antica.
• Il culto della violenza - Nascendo dagli arditi e dai futuristi e dal sindacalismo rivoluzionario di Sorel il fascismo fa suo ed esalta il culto della violenza.
• Il "principio del capo" - Anche questo mediato dagli arditi, prevede una concezione gerarchica e piramidale del mondo. Viene dunque esaltata l'obbedienza, anche cieca, irrazionale e totale
• Il corporativismo, inteso come superamento sindacal-organicista del socialismo e del liberalismo.


1 Il culto di Roma Antica ha come ideologia l’espansione dell’impero e quindi la distruzione e la sottomissione di qualsiasi altro popolo.
2 La violenza traumatizza, dove c’è violenza non ci sarà mai pace, non esisterà la libertà individuale.
3 Gerarchizzare la società è sbagliato, NESSUNO E’ SCHIAVO DI NESSUNO.
4 Il corporativismo è un sistema economico dove non esistono leggi di mercato, dove gli interessi di produzione valgono di più della vita umana



In sua difesa posso dire che non tutti sono d'accordo.
Pasolini nei suoi ultimi anni, ebbe a dire che il clima durante il fascismo, era preferibile rispetto a quello degli anni del consumismo e del capitalsimo portato a grandi livelli. Molti leader mondiali esaltarono Mussolini, e quasi tutti gli Italiani prima della guerra si fecero convincere dalle idee fasciste.
Ciò non toglie che era un falso profeta capace di lavorar sulle masse come tanti.

venerdì 9 ottobre 2009

Euroclear e Clearstream

Clearstream ed Euroclear sono definibili come stanze di compensazione.

Dal sito dell'UBS Clearstream è definità come società internazionale di clearing (compensazione tra banche) nata dalla fusione di Cedel, Centrale de Livraison de Valeurs Mobilières S.A. (Sistema internazionale di clearing fondato in Lussemburgo nel 1970) e Deutsche Börse Clearing, avvenuta nel 2000.
Sempre nel sito di UBS, Euroclear è descritto come sistema di trasferimento titoli internazionale di cui si servono banche e commercianti professionisti di titoli per la custodia collettiva e per il trasferimento contabile di titoli

Le stanze di compensazione sono in pratica istituzioni economiche che raccolgono i crediti ed i debiti delle banche che sono a loro associate, così come altre operazioni su titoli.
In pratica le banche si associano alla stanza di compensazione ed inviano le informazioni a questo ente indicando i movimenti che ha (ad esempio assegni da pagare ad altre banche) fatto questo, la stanza di compensazione definisce direttamente i crediti ed i debiti per ogni banca, rendendo il sistema più veloce.
Secondo Investimenti.com "In Italia le stanze di compensazione hanno sede nelle città in cui esiste una filiale della Banca d'Italia e sono regolate da convenzioni stipulate da quest'ultima con le camere di commercio.
In realtà esiste una società Cassa di Compensazione e Garanzia (CC&G) posseduta da alcune banche ed in maggior parte dalla Borsa Italiana S.p.A., che è ora in gran parte posseduta dal London Stock Exchange, che fungeva da sistema di garanzia per i mercati azionari e titoli di Stato Italiani.
Dopo la normativa Mfid del Novembre del 2007 però, è stata data la possibilità agli intermediari finanziari come le banche di costruire un proprio circuito di scambio dei titoli.

Per le transazioni internazionali invece Euroclear e Clearstream sono le maggiori imputate.
Secondo wikipedia Inglese, Euroclear è stata fondata nel 1968 come parte della J.P. Morgan & Co. ed è la più grande centrale delle garanzie sui depositi nel mondo.
Sempre secondo Wikipedia Inglese Euroclear assieme a Clearstream si occupano di far girare il 70% delle transazioni Europee.
Clearstream è stata al centro di numerosissime critiche e scandali, cause legali quasi sempre rivelatesi infondate, o meglio senza prove sufficienti, poichè è chiaro che Clearstream possiede conti non pubblicati e quindi segreti.

Secondo Argo Fedrigo Clearstream ed Euroclear sono due mostri.
Clearstream è una società che non paga tasse e non può neanche essere controllata, del Lussemburgo. E' il notaio di tutte le banche insieme con Euroclear.
Ha trattato circa 153 milioni di transazioni nell'anno 2003 ha gestito nello stesso anno circa 16000 conti provenienti da 105 paesi tra cui 41 paradisi fiscali, bancari e giudiziari, l'impresa conta 2300 dipendenti e 2500 clenti essenzialmente le banche ma anche multinazionali e società off-shore, si occupa secondo le sue cifre di qualcosa come 50 mila miliardi di Euro all'anno in elezione fiscale non controllabile.
Attraverso queste due societa, tu acquisti un qualunque titolo, senza trasferirlo, perchè le società fanno da garante, lo porti in qualsiasi parte, rimanendo sempre lì, nessuno sa niente, cambiano le proprietà e nessuno sa niente perchè non c'è il controllo.
Addirittura secondo Fedrigo i soldi della banca d'Italia che vanno a finire alle Cayman, tra i quali soldi del signoraggio, vengono automaticamente riciclati da clearstream nella maniera più semplice e papale.

Dimenticavo la chiave di ricerca : "come aprire conto euroclear su banche italiane"
Non è possibile "aprire un conto Euroclear" ma se si è intermediari finanziari si può diventare clienti di Euroclear secondo queste selettive norme:
Applications from financial institutions are reviewed by the Euroclear Bank Admission Committee taking into consideration, among other factors, the following:

Financial resources: an applicant must demonstrate its ability to maintain adequate financial strength to support the use of Euroclear Bank's services.
Operational and technical capabilities: an applicant must demonstrate that it has personnel capable of administering the organisation's use of the Euroclear System efficiently and that there are adequate facilities - technological infrastructure, communication systems, books, records and procedures - to meet the operational requirements of the system.
Need for Euroclear Bank's services: an applicant must show that it expects to derive material benefit from direct access to Euroclear Bank and to generate a sufficient volume of depot or transactions to justify admission.
Reputation in the market: an applicant must have a good name in the market; regulatory status may be taken into account when evaluating an applicant's reputation.
Anti-money laundering programme: an applicant must demonstrate that it has an adequate anti-money laundering programme designed to comply with local law on the prevention and detection of money laundering, and to provide sufficient identification, control and reporting procedures
.
Questo non significa che quando si fanno alcune transazioni tra banche i propri soldi non passino per Euroclear o Clearstream.

martedì 6 ottobre 2009

Chiavi di acceso Settmbre 2009

In ritardo , posto qualche chiave di accesso al sito curiosa per quanto riguarda lo scorso mese:

1 - "come devo fare per essere meno sfigata" non ci pensare.

2 - "come controllare il proprio figlio su msn" Che stress..

3 - "collare per cani beep" ebbastaa...

4 - "come aprire conto euroclear su banche italiane" bella domanda, magari cercherò.

5 - "occhiali da vista=sfigato" ma noo.

6 - "passare da sfigato a figo" ah bè...

7 - "sono sfigata che faccio?" ah ma allora...

Bene il tema ricorrente in qeste chiavi di accesso pare essere la sfiga. Rimando al POST CORRELATO

venerdì 2 ottobre 2009

Lo Stato, le tasse e lo scudo fiscale

Lo Stato Italiano

Lo stato Italiano, è per sua natura un espressione dell'illuminismo e nasce dalla massoneria, come massoni erano Garibaldi e Mazzini. Lo stato Italiano, può anche essere definito come l'allargamento del Regno di Sardegna a tutta la penisola Italiana. La popolazione Italiana, dopo una forte propaganda, decise per la stragrande maggioranza di annettersi al Regno di Sardegna.
In Italia non si sa bene quante leggi esistano, alcuni dicono oltre centomila, altri circa cinquantamila. L'anno scorso ne sono state cancellate 29000: alcune risalivano ancora ai tempi del Re. La legge in Italia ha mille divieti, divieti che vengono aggirati in diversi modi ma che comunque non lasciano mai una persona convinta di stare facendo una cosa lecita, neanche quando è in bagno.

Ombra dello Stato sul cittadino.

Da un puno di vista statalista, il cittadino dovrebbe essere contento di far parte dello stato, perchè gli è assicurata istruzione, sanità, sicurezza, difesa da attacchi di altri paesi, e democrazia.
In realtà lo Stato è diventata una enorme macchina lenta e pesantissima, in molti casi non al passo con i tempi, che non obbedisce più alla volontà dei cittadini, individui che oramai non contano più nulla, che agisce nell'ombra e che non permetterebbe di fare nulla.
Difatti lo stato IMPONE:

- Di schedarvi dalla nascita attribuirvi un codice fiscale e si parla già di microchip
- Trattamenti sanitari e di vaccinarvi anche contro la vostra volontà
- Frequentare la scuola, anche se non siete d'accordo, fin quasi alla maggiore età
- Fino a pochi anni fa un anno di leva oppure servizio civile
- Di provvedere economicamente ai figli, fintanto che studiano, anche dopo la maggiore età.
- Di poter lavorare solo seguendo ristrettissimi standard, che in questi ultimi anni sono venuti meno quando si parlava di immigrati
- Di utilizzare auto solo di un certo tipo (per lo più nuove), revisionarle ogni due anni, mettere la cintura anche se non volete, accendere i fari anche di giorno, andare entro limiti a volte assurdi, guidare senza bere due bicchieri di vino, pagare autostrade già pagate in passato.
- Di portare i vostri animali dal vetrinario per microchipparli, di non potere tenere animali particolari (es: una tartaruga), di non poter "abbandonare animali" (ovvero lasciare animali in giro), di non potere uccidere un piccione se vi molesta ma permette di castrare un cane senza problemi.
- Di non avere rapporti sessuali a pagamento (ma lo fanno i rappresentanti dello Stato, anche con i trans)
- Di non giocare d'azzardo (tranne con lo stato stesso, o a Venezia per i comodi di qualcuno)
- Vi impone di non modificare l'aspetto delle vostre case, di non poter aprire finestre, di non poter neanche innalzare un muro dentro casa, senza il benestare dei tecnici comunali.
- Vi impone si non poter possedere armi senza il porto d'armi (anche una spada, pena l'arresto), quando è più pericolosa una motosega.
- Vi impone di non poter entrare nell proprietà altrui ma di non poter rinchiudere un ladro in casa vostra aspettando l'arrivo della polizia perchè è sequestro di persona
- Vi impone di non poter girare senza soldi e documenti (vagabondaggio), di non gettare rifiuti in nessun luogo (ma soprassede a discariche abusive), di non sedervi sopra monumenti pubblici, non fare confusione la sera ed in pratica a non accamparsi se non in luoghi predisposti.
- Vi impone, attraverso alcuni regolamenti comunali, quali alberi poter piantare poichè consoni al vostro territorio, e quali no.
- Vi impone di non prendere quasi tutti gli oggetti che incontrate nel territorio (raccogliere conchiglie, prendere sassi, alberi, in molti posti raccogliere fiori e funghi.)
- vi impone di non divulgare "stampa clandestina", di non organizzare adunate sediziose, di non offendere lo stato o la bandiera e non attantare alla sua unità (pena di morte, tramutata in ergastolo, tramutato in 12 anni)
- Vi impone di non assumere comportamenti contrari alla pubblica decenza come baciare una donna in un parco pubblico
- Vi impone persino di non uccidervi.

Da rivolta è stato il mancato esito dell'iniziativa di Beppe Grillo, che ha raccolto le firme occorenti per diverse iniziative quali niente finanziamenti pubblici ai giornali privati o niente più condannati in parlamento, ma come risultato è stata insabbiata.

Si potrebbe pensare che, alla luce di quanto detto, almeno l'ambito economico-lavorativo sia chiaro, altrimenti sembrerebbe impossibile che le persone accettino questa condizione.
Ed invece non è così.
Vi sono mille limitazioni al lavoro ed all'economia, che creano paradossale il sistema stesso.

L'economia statale ed il suo declino

L'economia statale è un discorso riduttivo ed impensabile al giorno d'oggi.
Ci sono tre principali motivi per i quali l'economia statale è fallita.
1 - L'economia statale è fallita perchè i grandi ricchi del mondo, le grandi forze politiche, illuminate e massoniche/mondialiste hanno sempre mirato ad un economia internazionale, come del resto l'atteggiamento dei mercanti è sempre stato favorevole allo scambio con altre ciiviltà. Dalla fine della seconda guerra mondiale ha senso parlare di una sola economia mondiale fatta eccezione per alcuni stati come l'URSS e la Cina (in realtà l'URSS era finanziata anche con soldi dell'economia occidentale)
L'economia dello stato Italia non è più da molti anni l'economia primaria che influenza gli Italiani. L'economia dell'Italia è l'economia del debito basata sui circuti bancari internazionali che emettono moneta e la moltiplicano, questo fin dai tempi della costituzione.
2 - I dipendenti statali, in primis i politici e ministri, non hanno agito badando al profitto ma badando prima a quello che credevano il benessere degli italiani, anche per non dover essere costretti a subire rivolte popolari, e peggio di tutto, hanno badato a favorire loro stessi od i loro conoscenti.
3 - Gli Italiani hanno vissuto nel contenitore Italia, che non è autosufficiente per materie prime quali il petrolio e nemmeno per quanto riguarda l'alimentazione o purtroppo per la tecnologia che gli Americani hanno potuto sviluppare avendo ricchezze e disponibilità enormi.

L'unico modo perchè l'Italia potesse sopravvivere con un regime di economia statale sarebbe potuto essere con una propria moneta e con delle colonie quali la Libia e la Somalia, ma questo finchè non avesse litigato con qualcuno, e non le sarebbe stato consentito dalle nazioni Unite, questo del resto era il motivo principale per il quale il Duce entrò in guerra, per combattere le demoplutocrazie che con la finanza governavano il mondo.

L'economia attuale e i paradisi fiscali

Così attualmente abbiamo una economia di mercato globalizzata, ma lo stato continua a controllare l'economia dei suoi cittadini come se non lo fosse, o meglio, controlla l'economia dei singoli cittadini meticolosamene, multando per centinaia di Euro chi non fa lo scontrino per una pizza, mentre lascia che multinazionali con sedi in dieci o più paradisi fiscali operino indisturbate nel paese perchè portano lavoro.
Tutte le società che muovono soldi, hanno affari nei paradisi fiscali e trovano il modo per eludere od evadere le tasse, lo stato non se ne interessa.
La Banca d'Italia stessa investì in un fondo di investimento speculativo con Sede alle Cayman, ed ha due sportelli proprio in quelle isole.
Berlusconi che ora dichiara guerra ai paradisi fiscali, poichè a quanto pare in questa economia al declino c'è chi vuole riavvicinarsi all'economia statale, ha sempre avuto decine e decine di società in diversi paradisi fiscali partendo da Fininvest, passando per Mediaset e tante altre attività quali la Standa eccetera o tutte le attività legate alla Arner Bank di Lugano. Anche della Valle aveva holding in paradisi fiscali quali il Lussemburgo, Ferrero aveva base in Lussemburgo ma aveva filiali anche in Puertorico, Principato di Monaco, Hong Kong.
Anzi, se guardate il portale di Imprese alla sbarra , noterete che i cognomi più importanti hanno affari in paradisi fiscali: Ligresti, Benetton, Marcegaglia, Agnelli, Caltagirone, anzi si può dire che metà della borsa Italiana ha sede in paradisi fiscali, tra l'altro anche qua il limite della legalità è strano perchè in linea di principio si potrebbe avere una società in un paradiso fiscale se dichiarata, pur pagando molte meno tasse, ma non si può avere attività o soldi non denunciate al fisco.
Poi ci sono tutta una serie di scatole cinesi come quelle ad esempio dell Enel:
"Solo la capofila Enel spa controlla almeno 60 società registrate in Delaware, lo Stato considerato il paradiso fiscale degli Usa. «Un esempio: la Sheldon Springs Hydro Associates LP (Delaware) è controllata al 100% dalla Sheldon Vermont Hydro Company Inc. (Delaware), che è controllata a sua volta al 100% dalla Boot Sheldon Holdings Llc (Delaware), di proprietà al 100% della Hydro Finance Holding Company Inc. (Delaware), che è controllata al 100% dalla Enel North America Inc. (Delaware), controllata a sua volta al 100% dalla Enel Green Power International Sa, (una holding di partecipazioni con sede in Lussemburgo), a sua volta controllata da Enel Produzione spa e Enel Investment Holding Bv (altra holding di partecipazioni, registrata in Olanda). Queste imprese fanno finalmente riferimento all'impresa madre, la Enel spa»."
Infatti "si calcola che più del 50% dei flussi finanziari mondiali transitino per i paradisi fiscali".
Quindi anche se per i redditi non dichiarati all'estero si parla per ora di 170.000 Italiani, il giro complessivo dell'economia dei paradisi fiscali è di ben altra misura.
Tra l'altro lo Stato, oltre ad evadere egli stesso indirettamente le tasse, non è più un punto di riferimento per l'economia del paese, nemmeno per un discorso imprenditoriale, perchè in Italia lavorano per lo Stato solo 3 milioni di Italiani (scuola, sanità, impiegati, forze dell'ordine...)e dal 92 le imprese di stato sono state tutte privatizzate o assorbite da altre S.P.A nazionali o multinazionali.
Ma è un economia un pò assurda, la Nestlè ha sede in 25 paradisi fiscali, e comunque in inghilterra le sono stati dati 21 milioni di sterline in un paio di anni come contributi agricoli, un pò come Agnelli che è stato salvato dallo Stato con un sacco di soldi, ha pagato con la cassa integrazione mezza Italia, ma nel frattempo teneva di nascosto i soldi in Svizzera, eppure nessuno si è offerto di aiutare la maggior parte degli imprenditori che hanno rischiato senza avere appoggi, e che purtroppo a volte hanno scelto di togliersi la vita dopo il fallimento.

Quindi dopo aver visto come l'economia sia oramai globale, le multinazionali e le aziende italiane abbiano sedi ovunque, tra le quali paradisi fiscali, e siano oramai privatizzate, è strano notare come nonstante ciò la tassazione dello Stato sia ancora elevatissima.
Ma è causa del fatto che le persone non pagano le tasse la tassazione elevata, o forse è causa del fatto che la tassazione per i servizi resi non ha senso?
Quello che si sa è che in Italia si sono sempre pagate un sacco di tasse, secondo i dati di un recente articolo di azfinanza.com, "tasse e contributi raggiungono il 44% del costo del lavoro. Il nostro Paese è seguito dalla Svezia e dal Belgio con il 42,3% ma a differenza di questi paesi l’Italia non supporta con adeguati aiuti pubblici chi perde il posto di lavoro o chi è disoccupato."
Poi, oltre a quelle sul lavoro e sul reddito, vi sono tutte le altre tasse: Iva su ogni acquisto, imposta di registro sui contratti, imposta ipotecaria, sulle donazioni, i monopoli sui beni come le sigarette, l'accise sugli alcolici, i dazi doganali, tasse sugli idrocarburi elevatissime, il bollo dell'auto, l'assicurazione RC auto obbligatoria, il canone RAI se guardi la televisione, le imposte comunali come l'ICI, l'imposta sullo smaltimento rifiuti, tassa sulle autostrade e tasse per i parcheggi, e sono convinto di avere tralasciato qualcosa.


Le tasse nella storia

Fin dai tempi antichi, le civiltà che utilizzavano una moneta e che avevano un autorità che si impegnava nella gestione del territorio (o che si arrogava il diritto di gestirlo), si dovevano confrontare con la questione delle tasse (deriva da tangere) e delle imposte (deriva da imporre).
Questa gestione era una delle cose più dibattute e concrete nella storia delle civiltà, da simili questioni sono sempre sorte rivolte, guerre, divisioni e problematiche di vario tipo.
Tasse ne esistitevano dall'antichità, ai tempi dei faraoni, in Egitto è riportato come si compivano censimenti ogni due anni e gli scribi valutavano a seconda dell'annata quanto dovevano pagare i contadini come tasse annuali, vi erano circoscrizioni fiscali differenti da quelle amministrative e gli "agenti del tesoro" dovevano occuparsi di riscuotere le tasse in beni naturali. Le decime, ovvero la decima parte del raccolto e dei proventi sono citate nell'antico Testamento, mentre gli antichi Greci Ateniesi erano di norma meno tassati, puntavano più sui dazi di importazione ed esportazione assieme a tasse per la vendita.
Durante l'impero di Roma sono pervenuti documenti che attestano come si sperimentarono tasse di ogni tipologia assieme a diversi tipi di gesione del patrimonio, nei periodi di guerra, le imposte solitamente dovevano essere aumentate.
Quando cadde l'impero di Roma ci fu un periodo dove nessuno pagava tasse, in seguito le tasse ed i dazi vennero introdotte pressochè ovunque e nell'alto medioevo i signori esigevano le tasse sul latifondo dai contadini mentre altre tasse dagli uomini liberi, uguamente in seguito, anche lo Stato della Chiesa, riscuoteva le decime e tassava i suoi territori. Anche dopo la rivoluzione Francese in realtà l'esenzione dalle tasse durò ben poco, perchè lo stato non poteva riuscire a reggersi senza.
A causa delle tasse (e del volere emettere moneta propria ) vi fu la battaglia per l'Indipendenza Americana e quindi la creazione degli stati Uniti d'America, mentre a causa della tassa sul macinato cadde il governo della destra storica in Italia, tutto questo solo per citare alcuni episodi.

Tasse al giorno d'oggi

Tutt'ora le tasse sono uno degli argomenti di maggiore rilievo, anche nell'Articolo 75 della Costituzione Italiana è riportato: "Non è ammesso il referendum per le leggi tributarie e di bilancio, di amnistia e di indulto, di autorizzazione a ratificare trattati internazionali'" come per fare capire fin dove possa giungere la democrazia.
Allora, a meno che non si voglia fare una rivolta qua bisogna continuare a pagare le tasse, per uno stato che imprenditorialmente non esiste quasi più, per vedersi dimezzare ciò che si guadagna, dopo avere rispettato decine di migliaia di leggi, quando per altro tutta l'economia funziona su scala mondiale e le tasse dalle grandi società (e agli immigrati) vengono quasi sempre ridotte se non annullate?
O forse sarebbe il caso di cambiare paese??
Voi dite che però così rinuncio alla democrazia?
E allora perchè se lo Stato è democratico, contraddice la costituzione senza che nessuno dica nulla? Perchè si mandano soldati in guerra senza essere chiari sulle motivazioni della guerra stessa?
E se lo stato e la giustizia funzionano, perchè non si è ancora fatto luce sulle principali stragi avvenute in Italia?
L'Olgiata, Il mostro di Firenze, Ustica, la strage di Bologna.
In generale, il 40% dei crimini commessi in Italia rimane irrisolto.
O forse è davvero ora di mandare in pensione tutti, senza violenza, senza cattiveria, e ricominciare questo stato dalla costituzione, partendo dalla repubblica non fondata sul lavoro ma sulla semplicità.