lunedì 30 novembre 2009

John Doe 74

Questo sarà un'altro dei tormentoni di Youtube a breve, già si capisce.

JohnDoe74 è un ragazzo romano di 35 anni, ed a quanto dice ha purtroppo una ridotta capacità ambulatoria perchè ha avuto un incidente ad una gamba mentre lavorava e si è lesionato i tendini.
Si è iscritto a Youtube col suo account da cinque mesi, ed ha caricato qualcosa come 300 video, con lui in primo piano che parla. Il suo soprannome richiama la sigla che veniva assegnata ai caduti in guerra non riconosciuti o comunque a personaggi la cui identità non è chiara. C'è anche un fumetto che identifica John Doe come un alleato dei cavalieri dell'apocalisse.
Dato che ultimamente mi capita di vedere video di risposta che portano sempre il suo nome, ne ho aperto uno per vedere chi era e cosa diceva.
Mi sono trovato un monologo di dieci minuti, con lui che insultava qualcun'altro che lo aveva insultato a sua volta. Ho commentato che poteva evitare di caricare video del genere.
Se devi registrare dieci minuti per offendere uno almeno indirizzagli il video come tag, io l'ho trovato come video di risposta ad un altro argomento, e mi sono cadute le braccia.
Poi almeno per il beneficio del dubbio ho guardato per un oretta altri suoi video per capire le sue intenzioni.

Innanzitutto dichiara di avere un Q.I. di 160, di essere uno dei pochi a non essere rincoglionito, ce l'ha con il Papa, ce l'ha con Napolitano, ce l'ha con Berlusconi ce l'ha con tutti. Il che non è affatto detto sia sbagliato.
Si vanta di avere lavorato in mezzo alla natura, ma di dover vivere dentro casa da almeno dieci anni, dopo il suo incidente e di aver poco da vivere.
Ora ne spara di tutti i colori, da Cristina dal Basso fino a Licio Gelli e quello che lui crede essere "bradipo albino cieco di Panama che può aver subito mutazione genetica"
Non è un tuttologo scemo, anche se diverse stronzate le ho sentite; vuole dare una sua ufficiale spiegazione e risposta a qualsiasi video youtube gli capiti, dalle apparizioni luminose in cielo fino alle questioni di macroeconomia.
E' divertente anche ascoltare il monologo che spiega la questione tra lui e la mamma di un tal Giuseppe minorenne che si è macchiato di reato di stalking nei suoi confronti e che voleva denunciare alla polizia postale, dato che gli fa scherzi telefonici sul cellulare, probabilmente sarà un suo vicino di casa o giù di lì.

Ora, io dico che molti argomenti che solleva sono di una serietà drammatica, ed i paradossi sulle questioni della giustizia italiana, dell' economia internazionale e del sistema di governo attuale del mondo sono cose tremende.
Il fatto è che molta gente lo prende come un "ciccione depresso" il che in effetti è vero, ma ciò non esclude che a volte abbia ragione.
Quindi non mi sento di bocciare il suo operato anche se intasa youtube con la sua faccia e dica anche un pò di boiate.
Ci tengo a dire però che pur essendo un pò lento nelle spiegazioni non è sempre preciso e poi marcia un pò su questa storia del tipo "se io potessi camminare" "se io fossi in voi". Ricorda un pò il personaggio di "Un sacco bello" che critica critica poi se ne sta sempre alla finestre, giustamente Verdone (Leo) gli dice qualcosa del tipo: "fai presto a criticare tu sempre affacciato alla finestra, vieni qua in mezzo a vivere la vita vera".

domenica 29 novembre 2009

Chiavi d accesso nov 09

Bah, sempre meno presente, ecco comunque le chiavi di accesso rilevanti:

1 "italiani eletti al parlamento europeo 2009/2014"

Ecco la lista.
Devo dire che in quello che dovrebbe essere per le mire globalizzatrici della terra il momento di transizione tra stato e mega stato, non ci si capisce nulla.
Ma porca troia, non sono riusciti a fare una nazione unica tra Messico, Stati Uniti e Canada, che parlan tutti inglese o spagnolo, vogliono fare un super stato Europeo con decine di lingue e culture diverse. Vabben l'intenzione può essere buona,ma così, almeno per quel che riguarda l'Italia, fa ridere i polli.
Chi sono gli Europarlamentari? Sono 72, pochi Italiani ne conoscono più di o sei o sette.
Mastella perchè è una barzelletta,
Borghezio perchè voleva la padania libera dai terroni e dai tunni e faceva le fiaccolate, e già che si sieda lui al parlamento Europeo non c'ha molto senso.
De Magistris e l'Alfano perchè Beppe Grillo ha fatto una testa così,
Cofferati ex sindaco di Bologna, Albertini ex sindaco di Milano, il fratello di Prodi, il cugino di Berlinguer, la sorella di Borsellino, Iva Zanicchi di Ok il prezzo è giusto, Magdi "Cristiano" Allam e Ciriaco de Mita che tra un paio di mesi compie 82 anni. Ah poi C'è anche Pino Arlacchi che combatteva la Mafia poi magari ha realizzato che gli stonzi sono dappertutto.

2 - "l´economia delle stato pontificio."

Non è semplice ridurre l'economia di uno stato che è durato mille e cento anni (perchè la città del Vaticano ora non si chiama più stato Pontificio) in poche righe.
Per certo si sa che l' interpretazione di cosa fosse morale od immorale è cambiato. Una su tutte, l'interesse che inizialmente non era considerato morale, al pari del Corano, difatti solo agli Ebrei era consentita tale pratica.
Storicamente si può vedere che molte persone che ricoprirono ruoli fondamentali nella chiesa provenivano da famiglie nobiliari e famiglie legate all'amministrazione del denaro.
I templari furono coloro che re-introdussero la contabilità bancaria ed un sistema di banche importanti in Europa, potendo contare su ricchezze enormi.
Nel rinascimento L'economia del Vaticano cominciò a diventare molto simile alle economie degli stati moderni, vennero istituiti i monti di pietà nelle varie zone dello stato; è però ovvio che essendo la religione al di sopra di tutto si poteva contare su di un surplus non indifferente, vedi vendita delle indulgenze o scambi di reliquie.
Poi come sappiamo l'Inghilterra ed altri stati più vicini al protestantesimo sono cresciuti nettamente di importanza, idem poi hanno finito per fare gli Ebrei che nel commercio sono storicamente stati furbi.
Lo stato Pontificio continuò ad avere sempre oro, anche dopo la presa di porta Pia ed il suo relativo ridimensionamento. Per chi si interessa di emissione di moneta deve essere interessante studiare lo scandalo della banca Romana, già banca dello stato pontificio, alla fine dell'ottocento tra le sei banche di emissione italiane.

3 - "perchè lo stato vuole lo scudo fiscale?"

Perchè sono soldi, perchè volendo stare solo ai dati, in un regime di libero mercato sarebbe fallito.
Il paradosso è che si parla tanto di scudo fiscale e di chi ha portato i soldi in paradisi fiscali, come se oramai le regole non fossero globali. Il paradosso è che:
_ la maggior parte dei soldi della borsa italiana girano per paradisi fiscali, sono quotati fondi che esplicitamente hanno società con sede in paradisi fiscali.
_ la maggior parte degli imprenditori conosciuti ha dichiaratamente attività nei paradisi fiscali.
_ Aziende a partecipazione statale come Enel hanno sistemi di scatole cinesi che girano per paradisi fiscali.
_ La banca d'Italia stessa ha investito in fondi speculativi dei paradisi fiscali.
Inoltre:
Un imprenditore che produce in italia ha un costo del lavoro altissimo e deve pagare un sacco di tasse per produrre un suo articolo.
Lo stesso imprenditore deve fare i conti con la concorrenza di articoli provenienti da paesi dove le tasse sono più basse e dove non ci sono sindacati ed il costo del lavoro è una frazione.
Domanda logica:
Perchè un imprenditore dovrebbe pagare le stesse tasse quando i suoi concorrenti che producono in paesi come la Cina o l'India non hanno gli stessi obblighi di natura fiscale o nei confronti delle "risorse umane" ma possono vendere ugualmente? Per amor di patria? E quando questo fallisce, la patria che gli dice? Affari tuoi, tanto non fa niente, sai in quanti falliscono!

4 - "Perciò le persone hanno paura di innamorarsi, perché temono le conseguenze che spesso saranno sgradite, temono di essere ferite e spesso finiscono per odiare, perché amare è difficile e quando non si ama più, spesso si odia e di conseguenza ci si fa del male."

Se qualcuno ha cercato questo è perchè ha fatto copia incolla dal mio blog.
Questa frase l'ho scritta io, non penso si possa trovare altrove, almeno che qualcuno non la copi. A volte mi stupisco di quello che scrivevo, ma devo ammettere che il resto del post non è proprio il massimo, soprattutto la caduta di stile ben individuabile.

5 - "superenalotto a quanti anni si puo giocare"
Minimo 18 come altri giochi d'azzardo. Si presume che non si giochi on-line con la carta di un adulto.

6 - "stato impone dazi doganali"
La normativa mi pare strana. Comunque all'interno della comunità Europea non ci sono, sennò che comuntà economica sarebbe. Ci sono dagli USA (il 20 % di IVA) e a volte (?) anche una vera e propria tassa leggo ora del 4,5 % circa, a volte anche dalla Cina funziona ugualmente, ma non è molto chiaro, per esempio su oggetti di modico valore pare non esista.
In linea di principio comunque il protezionismo e porre i dazi è proprio ciò che gli economisti demonizzano, perchè creerebbe conflitti e tensioni, gli unici dazi che per adesso sono stati presi seriamente in considerazione sono quelli per chi inquina troppo.

venerdì 20 novembre 2009

Cibo per tutti

Il Papa dice che c'è cibo per tutti.
Berlusconi, questa è bella, invita a stanziare soldi per il cibo.
Si parla del diritto al cibo.

Questo è il comunismo. Questo è mendace. Questo io combatto.

Il cibo è sprecato, le persone sono avide, non fanno beneficienza, gli stati speculano e sprecano, gli uomini sono diventati superficiali e altezzosi, vogliono vivere vestiti in maniera impeccabile, non si adeguano a situazioni poco comode ed esaltano cose superficiali.

QUESTO E' VERISSIMO.
Ma la soluzione NON può essere inventarsi il diritto al cibo per tutti.

Dove è la meritocrazia in ciò?
Perchè adesso se uno non ha soldi è mantenuto e gli si dice "poverino"
Se uno non lavora e non ha soldi si dice che è "depresso" e lo si cura con dei farmaci.

E' giusto ciò?

Presuppone che la società è giusta quando non lo è. Presuppone che chi non si allinea al sistema, invece che diventare povero, e magari cambiare dopo, diventi un malato, una persona da curare.

Tutto questo è assurdo, e naturalmente serve solo per portare a termine il piano di dominio globale, che porterà la vita del singolo a non avere significato.

Alemanno digiuna (poco più di un giorno poi) per "un'azione immediata per porre fine alla vergogna della fame ed in solidarietà con il miliardo di uomini donne e bambini che soffrono di malnutrizione cronica".

Falsi profeti.

sabato 31 ottobre 2009

Chiavi di accesso al sito 10/09

Dunque vediamo..

1 - "Tu mi rubi l'amore cosa significa?"

Sembra una cavolata ma è una domanda più che lecita.
Tu mi rubi l'amore, tu mi rubi il sorriso, sono frasi fatte per dire che una persona esercita una influenza sopra l' altra, il che può succedere spesso.
Se ami una donna e ti prende in giro, ti sta rubando l'amore perchè non è ricambiato, avendo però una coscienza condivisa solo fino ad un certo punto, si presuppone che più o meno esplicitamente, vada sempre bene ad entrambi; ovvero, non puoi farti rubare l'amore se non vuoi, quindi è più una tacita accettazione, quindi... ognuno tragga le sue conclusioni sul come comportarsi, e comunque, l'amore che si da, non finisce in niente, dato che il niente, fino a prova contraria, non esiste.

2 - "una merda di estetica e nn sai impennare"
? ? ? ? Bah.

3 - "Joe Vitale + satana" Joe Vitale a me non sembra una persona molto seria, il suo Joe Vitale's Hypnotic Marketing Coaching Program non credo funzioni.

4 - "I rosacroce usano l'ipnosi."

Tutti i pensieri che influenzano sono ipnosi se oltrepassano la volontà di qualcuno, Viviamo in un mondo di energia e materia che vibrano, così come il cervello genera e capta onde. Tu cosa vuoi dalla tua vita? I rosacroce di adesso non li conosco e non so cosa facciano.

5 - "come lo stato può fare più tasse"

Questo è un genio, perchè non ce ne sono abbastanza? Dal blog di Xiaodongpeople riporto un commento di Beppe Grillo che immagino fosse altamente ironico.
Per risanare il debito dello Stato c'è una sola via. Stanare gli evasori. Non i plurimilionari o miliardari. Sono troppo pochi, qualche decina di migliaia e in più molti sono al Governo. Bisogna usare il pugno di ferro con tutti quegli italiani che lavorano in economia. Che tirano su un muretto con l'aiuto dei figli, che si rifanno l'impianto elettrico, che si riparano la televisione o il rubinetto che perde. Che hanno un orto o un frutteto privato.
Quanto vale il PIL sommerso di questi autarchici del lavoro. Che sottraggono l'attività a idraulici, elettricisti, imprenditori, autotrasportatori e ortolani?
Perché se pago un imbianchino mi deve fare la fattura e se mi imbianco la casa da solo non ci devo pagare le tasse. Non mi denuncio al fisco? E' un'economia sommersa da capogiro. L'Italia potrebbe diventare come la Svizzera e non essere più costretta a far crescere il debito pubblico a livelli tremortiani di 18 miliardi di euro al mese. E neppure a regalare quattro miliardi senza controlli alla Regione Sicilia grazie al silenzio del Senatùr. Un Paese ideale. In cui qualunque cosa fai ha un valore, una ricevuta, una tassa. Basta con il lavoro privato senza tassazione. Chi lavora per sé deve pagare l'IRPEF come tutti gli altri. Come avrà fatto Tremorti a non pensarci ancora?"

6 - "chiusura xxxincontri" A quanto pare hanno chiuso tutti i siti di zoccole, anche Bakeca.it e Kijiji.it non hanno più la sezione di incontri per adulti, ho visto che nella sola Bologna comparivano un centinaio di annunci al giorno.
Sembra il tutto per dei controlli.
L'Italia oramai è andata a puttane del tutto, ma io un piano ce l'ho.
Tanto anche voi stronzi che leggete siete lì passivi aspettando che qualcuno faccia qualcosa.
Perchè gli Italiani sono stupidi
Non hanno più svranità monetaria (decidere della moneta)
Non hanno più sovranità alimentare (decidere cosa mangiare)
Non hanno più sovranità territoriale (evviva le bombe atomiche degli americani)

Si diceva toccate tutto agli italiani ma non il calcio

Bene, il calcio era truccato, idem la formula uno, si è scoperto anche il lotto,
e nessuno ha detto niente.

Tu che leggi sei una merda come me finchè non dici nulla.

martedì 27 ottobre 2009

Il trans del grande fratello 10

Programma interessante anche se immorale e diseducativo. Un tempo il grande fratello era qualcosa dalla quale guardarsi e una figura negativa, adesso sembra l'albero della cuccagna e si fa di tutto per entrarvi. Puro bispensiero Orwelliano.

Confesso che ieri sera ho guardato la Televisione, e dopo Voyager ho visto il Grande fratello.
Dopo una ricerca sulla rete ho vistoche nessuno sa chi è il Trans diventato uomo.
E' angosciante, in molti pensano sia quello Romagnolo, altri pesano sia quello con la cintura, altri ancora credono sia il super palestrato o il fisicato e nessuno, dico nessuno ha detto che è quello che io credo sia in realtà: il parrucchiere.

Sapete che io non sbaglio quasi mai. Vediamo.

lunedì 26 ottobre 2009

Perchè Berlusconi è un saraffo*

Berlusconi è un saraffo* perchè fonda un partito che si chiama popolo delle libertà e poi finanzia e propone nelle sue reti il "Grande Fratello"

Venitemi pure a dire che con Orwell non c'entra nulla, tanto il discorso l'avete capito.

*Saraffo è la versione "italo-bolognese" di sarâf, che significa "ipocrita, finto tonto", e a sua volta viene dal gergo della malavita, dove il nostro termine indicava il complice dell'imbonitore-truffatore che in pubblico interveniva magnificandone la merce e convincendo così i potenziali acquirenti all'acquisto.

mercoledì 21 ottobre 2009

Indovinate

- Se vi chiedo di indovinare il nome di un giocatore di Calcio che ha raggiunto l'apice ngli anni novanta.

- Vi dico che è Veneto.

- Vi dico che ha giocato in diverse squadre di serie A tra le quali la Juventus e l'Inter.

- Vi dico che con i suoi goal ha aiutato la nazionale Italiana a prendere la medaglia d'Argento ai mondiali di calcio nel 94.

- Vi dico che inizia con la B e finisce con la O.

- Molti di voi diranno : E' Baggio!

Esatto!

E risponderete che in fondo era facile indovinare un personaggio come Roberto Baggio.

A quel punto però vi dovrò dire che avete sbagliato, perchè io stavo parlando di Dino Baggio.

Questo per spiegarvi come a volte sia pericoloso giocare sulle illazioni, soprattutto riguardo a fatti che non si conoscono bene.

"Due coincidenze fanno un sospetto, tre coincidenze costituiscono una prova"
Agatha Christie

Ora, le coincidenze non vanno ignorate, ma almeno in questo caso, Agatha Christie avrebbe torto.

lunedì 19 ottobre 2009

Considerazioni sull' ordine del mondo

Ordine è tra quelle che ritengo essere le parole più importanti in uso nella lingua Italiana.

Deriva dal Latino ordo, alcuni lo fanno risalire addirittura fino al Sanscrito rnomi o qualcosa del genere, che significherebbe mi metto in movimento.
Ordine può essere inteso come concetto in senso lato, quindi come sistemazione degli oggetti secondo un certo criterio, oppure può essere usato per identificare un gruppo di persone o cose che sottostanno ad una gerarchia o ad altri criteri (Ordine alfabetico, cavalleresco, religioso, professionale, ordine di una matrice, ordine massonico eccetera).
In Italiano un ordine è anche un comando, il verbo ordinare può essere infatti inteso sia come mettere a posto, sia come imporre un comando.
La cultura Italiana è piena di riferimenti all'ordine, sia esso riconducibile ad un principio massonico, sia come principio logico-algebrico,sia esso come modello cattolico.
Quanto sta scritto sopra al Dollaro, alla base della piramide: Novus Ordo seclorum, conferma quanto sia importante l'ordine come concetto astratto.
Anche guardando alle cose di tutti i giorni ci è chiaro che in Italia viviamo all'interno di un mondo dove l'ordine gioca un ruolo fondamentale, e dove i richiami massonici sono alquanto chiari.
Quando ero alle elementari mi ricordo che la maestra chiese a tutti di comprare e portare a scuola una squadra ed un compasso, si impuntò molto sopra questo dovere, anche se in realtà il compasso l'avremmo usato una o due volte in croce. Non credo sia accaduto in tutta Italia, anzi mi pare di ricordare che nella classe a fianco nemmeno fu richiesto, nemmeno mi importa sapere se fosse un idea riconducibile direttamente alla massoneria.
Ad ogni modo frasi di uso comune testimoniano come sia chiara la filosofia riguardo l'ordine delle cose.
Mio padre mi diceva sempre "Ogni cosa ha il suo posto ed ogni posto ha la sua cosa" io mi incazzavo da matti, ed obbiettavo sempre che era alquanto relativo, perché magari quello che lui credeva essere il posto ottimale magari non lo era per forza di cose visto che non era onnisciente. Lui confessò che avevo ragione, ma che almeno finché non avevo diciotto anni e dovevo stare in casa sua avrei dovuto starlo a sentire, poi potevo fare come volevo.
Altre frasi d'uso comune testimoniano come l'ordine geometrico sia importante nella vita quotidiana.
Sei a posto? [per dire "stai bene?", ma di quale "posto" stiamo parlando?]
Riga dritto! [per dire "fai il bravo"]
Ti quadra? [per dire ti sembra vada bene?"]
Bisogna che lui si metta in squadra! [per dire "bisogna che si comporti seriamente"]
Devi mettere dell'ordine nella tua vita! [per dire, "vivi in modo più razionale"]
Questo accompagnato naturalmente, da una cultura, che cerca di rimanere nel pratico e di non considerare troppo il comportamento che cerchi di elevarsi o di riflettere: quante volte avrete sentito dire "Quello, ha i piedi per terra, ha la testa sulle spalle, non è un sognatore, non ha la testa tra le nuvole". Freud arrivò addiriturra a definire il pensiero filosofico come paranoico.
Questo post comunque non vuole essere un attacco alla disciplina della geometria, tanto cara ad architetti geometri, muratori, e studiosi contemporanei di ogni specie. Vuole essere una considerazione sull'ordine delle cose.
Secondo molti studiosi fin dai tempi dell'antica Grecia, non è esatto che due rette parallele che tendono ad infinito non si incontrano mai, questo potrebbe portare a riconsiderare tutta la geometria universale e forse anche la nostra percezione del mondo.
Nonostante ciò sarebbe ipocrita sminuire l'importanza che ha avuto la geometria nello sviluppo di questa civiltà.
Al di là delle meraviglie raggiunte dalla tecnologia, mi sono molto stupito ad esempio nel guardare questo video sulla matrice geometrica dell'universo, soprattutto nell'ultima parte dove attraverso un esperimento si può vedere come a diverse vibrazioni corrisponda una diversa figura geometrica. Questo a mio parere, potrebbe portare ad una vera e propria apoteosi della geometria.
Ora, dopo quanto detto, mi sembra giusto considerare i pro e contro dell'ordine in senso lato.

Analisi sull'albero e l'agricoltura

Uno dei paradigmi principali della filosofia dell'ordine è riscontrabile nell'agricoltura. Seguite bene questo discorso perché è molto, molto importante.
Gli alberi vengono piantati in filari equidistanti tra loro seguendo linee rette e mantenendoli alti grosso modo uguali, potandoli in modo che assumano una forma simile e raggruppando sempre piante dello stesso tipo.
Certamente questo metodo è tra i migliori modi per poter organizzare l'uomo in modo da produrre più beni possibili nel minor tempo possibile, lavorando il meno possibile.
Se ad esempio poniamo un filare di peschi, avremmo ad esempio un campo di 10 ettari coltivato con centinaia di peschi equidistanti tra loro in file dritte.
Non mi sento di criticare a pieno questo modello, perché in effetti è funzionale:
basterà passare con un trattore per poter potare i rami in autunno e raccogliere in estate le pesche per poter avere a disposizione migliaia di pesche per quintali e quintali di qualità molto buona, parlo per esperienza personale.
Ci sono però dei contro non indifferenti in questa metodologia:
- In primis la raccolta andrà fatta quando le pesche non sono ancora del tutto mature, poichè per assicurarsi di poter prendere le pesche tutte assieme ed in modo che ci sia il tempo per la distribuzione, bisognerà staccarle dall'albero quando il punto di maturazione non è ancora completato.
- Seconda considerazione da fare, nel caso venisse una grandinata le pesche sarebbero facilmente rovinate, mentre se avessimo lasciato crescere i rami ulteriormente, anche se la raccolta fosse stata più difficile e meno produttiva, avremo avuto probabilmente le pesche molto più riparate dai rami contro le intemperie.
- Teza considerazione da fare, abbiamo tante pesche da dovere vendere a tante persone, ed utilizzato tutto il campo per produrre pesche destinate a persone che non sappiamo ancora se vorranno effetivamente quelle pesche; inoltre nel caso le pesche si dovessero accidentalmente ammalare o dovesse venire una grandinata, avremmo avuto tutto il raccolto rovinato, mentre invece se avessimo diviso il campo in quattro parti, dove da una parte avessimo piantato pesche, dall'altra ciliegie, dall'altra meloni, e dal'altra nocciole, avemmo potuto essere più tranquilli poichè alcuni parassiti attaccano una pianta e non un altra, o comunque la grandinata potrebbe rovinare ad esempio le pesche, ma non le ciliegie i meloni e le nocciole.
- Quarta considerazione da fare riguarda il fatto che la biodiversità è importante anche per quanto riguarda la stessa agricoltura, se non utilizzassimo fertilizzanti chimici, molte piante avrebbero giovamento dalla vicinanza di altre piante di diversa specie.
- Quinta e più azzardata considerazione da fare, è che non è detto che una pianta dritta sia migliore di una pianta storta. Certo una pianta dritta si può sviluppare meglio in alto, ma paradossalmente l'uomo finisce comunque per potare le piante nella loro altezza, perciò questo discorso non tiene più, inoltre se una pianta è lasciata a se stessa, probabilmente sarà meno avvicinabile dall'uomo in considerazione del fatto che i rami verrebbero a svilupparsi in tutte le direzioni, ma per quanto riguarda la pianta stessa, essa seguirà la luce, e se la saprà cavare egregiamente anche da sola, se riuscirà ad avere dell'acqua a sufficienza.

Ma l'estetica dell'ordine, del diritto, dei filari e della agricoltura di massa sovragestita si è imposta come un dogma, e solo ora si sta mettendo in discussione, fino a l'anno scorso non era consentito nemmeno vendere asparagi o frutta che non fosse diritta, pensateci sopra.

I frattali geometrici negli uomini, animali, foglie e nei fiori.

La geometria però rimane comunque presente anche innata nelle forme di vita.
Non siamo forse noi, quasi simmetrici, con due occhi, due mani, due gambe, due orecchie, due polmoni, due maroni in simmetria?
Non è forse lo stesso per molti animali e piante?
Ora prendiamo una foglia di fico, sembra perfettamente simmetrica, con una serie di venature al suo interno simmetriche, che avvalorano appunto la teoria dei frattali.
In realtà però non è proprio così.
Le foglie sono simmetriche perchè noi crediamo siano simmetriche. Provate ad andare a fare un giro in un parco e vi accorgerete che non è affatto così,la foglia sembra simmetrica ma vista da vicino non lo è.
L'uomo, ugualmente sembra simmetrico, ma non è così: ha il cuore spostato verso un lato, ha il fegato da una parte e la milza dall'altra e solitamente ha il cervello che funziona in maniera asimmetrica, ovvero ha ad esempio il centro del linguaggio nel lato sinistro, e quello dell'intelligenza spaziale nel lato destro.
I favi delle api sembrano simmetrici, ma in realtà sono quasi-simmetrici, e capita a volte che siano nettamente asimmetrici.
Ho fatto uno degli esempi più complicati, la geometria del favo è infatti uno degli argomenti più trattati, infatti pare che la forma esagonale dell celle sia il frutto di un procedimento acquisito e poi diventato insito nella natura delle api, finalizzato al risparmio dello spazio e della cera utilizzata.
Ma che simmetria vi è allora in una patata, o in un albero selvatico, od in un peperoncino?
Quello che perciò sappiamo è che la simmetria in natura non è mai perfetta, così come figure geometriche perfette difficilmente sono presenti. La terra non è una sfera, un fiume non è mai diritto, le formiche sembrano simmetriche solo a prima vista.

Costanti e casi ricorrenti nella misurazione della natura

Eppure nonostante ciò vi sono queste strane correlazioni che vedono costanti alcuni rapporti come la circonferenza ed il suo raggio oppure un triangolo ed i suo lati.
Come mai? Perchè il diametro per 3,14... è sempre (quasi per via dei decimali infiniti) uguale alla circonferenza?
Perchè il quadrato dei lati costruiti sui cateti di un triangolo (solo se esso è rettangolo) è uguale al quadrato costruito sull'ipotenusa?
Qui non stiamo parlando di presunte sezioni auree, stiamo parlando di proporzioni sempre e facilmente riscontrabili.
Probabilmente esistono delle regole naturali che lasciano trasparire che vi sia un ordine delle cose, l'ordine però noi non lo conosciamo poichè prende in gioco troppe differenti variabili a noi anche non note, conosciamo solo alcune manifestazioni di questo immenso mondo.

Epilogo

La geometria è importante ma per niente deve essere innalzata a disciplina madre.
Dio è anche intendibile come architetto, ma dalla geometria dello spazio non possiamo credere di comprendere Dio che non può essere declassato a semplice architetto Universale, i Musulmani ad esempio danno 99 nomi ad Allah, e anche alcune branche della scienza ci spiegano come lo spazio sia un concetto non sempre identificabile in maniera univoca.
L'apoteosi della geometria e la ricerca di un ordine estetico e di un ordine volto alla massima efficienza, sono atteggiamenti pericolosi: non vi è una razza più perfetta e non vi è un ordine delle cose più perfetto, anche perché non abbiamo i parametri per giudicare. La perfezione non la conosciamo.
Così come è difficile dire che una stanza è tenuta ordine se non guardiamo dentro agli armadi o se non si sa quanto essa è grande, al pari sarà difficile dire che stiamo ordinando il mondo se non sappiamo nemmeno come è fatto l'Universo e cosa o come bisogna ordinare le cose al suo interno.
In mezzo a questa incertezza potrebbe essere lecito sentirsi smarriti, bene, io credo che la verità e le cose giuste da fare risiedano dentro chi le cerca con onestà e amore.

mercoledì 14 ottobre 2009

Mussolini era una spia Inglese????

Come alcuni che seguono il blog sapranno, passo diverso tempo a compiere operazioni alquanto bizzarre.
Oggi mi sono impallato un oretta a gardare tutti i siti del portale Yahoo (Danimarca, Spagna, Argentina, Italia, India, Cina eccetera...) per vedere che cosa guardano le persone che si connettono a quel motore di ricerca come notizie in prima pagina.

Se con il Francese, l'Inglese lo Spagnolo me la cavo, devo ovviamente tradurre tutte le altre lingue, come il Cinese o il Tedesco.
La traduzione si può fare attraverso Google Toolbar.
Immaginerete che il significato perde un pò della sua autenticità ma si riesce comunque a capire a grandi linee di cosa si sta parlando.

Ad esempio su Yahoo Cina compare una foto di Parlamentari che fanno a botte e sotto scritto: "I membri del parlamento dell'Ucraina sono stati pugile combatte gang."
Su yahoo Canada c'è un importante articolo su "come combattere la potente influenza suina", Yahoo Brasile ha il coraggio di scrivere "inquinamento nell'aria la compagnia aerea chiede ai passeggeri di andare in bagno prima di salire" , in realtà si parla di una compagnia Giapponese All Nippon Airways (ANA). Poi mi imbatto in Yahoo Giappone, traduco la pagina e mi compare:

Mussolini era una spia fascista passato sorprendente in inglese =Guardian (versione elettronica) il 14 settembre, il secondo periodo del dittatore italiano Mussolini durante la seconda guerra mondiale, e ha lavorato come spia in Gran Bretagna una settimana come premio ha ricevuto un comunicato 100 sterline. Secondo uno studio dello storico di Cambridge Dr. Peter Matorando. (Newsletter)


Vado al sito del Guardian ed in effetti l'articolo c'è anche in Inglese.

Mussolini finanziato dall' MI-5, i servizi segreti Inglesi vicini alla corona, nel 1917. Niente di più facile, dato che all'inizio Mussolini con l'Inghilterra non aveva niente da dire, anzi.
Ho sempre avuto rispetto per Mussolini, perchè parlava ispirato, cioè convinto di quello che diceva, anche se poi era in mezzo a giochi EVIDENTEMENTE PIU' GRANDI DI LUI.
In realtà il nostro passato fa davvero pena. Ecco comunque alcune frasi da un gruppo di Facebook, che citano il Duce, con commenti un pò astiosi ma significativi.

’Occorre muoversi, agire, non perdere tempo, mobilitare le nostre forze: sorga dai circoli politici, dalle organizzazioni economiche, dai comuni, dalle province dove il nostro partito ha i suoi rappresentanti, dalle moltitudini profonde del proletariato, un solo grido e sia ripetuto per le piazze e le strade d'Italia: abbasso la guerra. E venuto il giorno per il proletariato italiano di tener fede alla vecchia parola d'ordine: non un uomo, non un soldo per la guerra a qualunque costo.’’

Questa è una frase di Mussolini prima della nascita del fascismo, sappiamo tutti come è andata a finire, questo dimostra quanto quest’uomo era ambiguo e quanto a convenienza.

"Il comunismo, essendo per sua tendenza egualitario, è contrario alla vita e alla storia, oltre che alla natura che è profondamente diseguale, e che vive di questa disuguaglianza"

Gli uomini hanno la stessa struttura corporea, quello che ci differenzia sono i piccoli dettagli. Questa è una metafora di quello che succede nel mondo, siamo tutti protagonisti della stessa avventura, la luna e il sole non fanno differenza tra gli uomini, splendono per tutti uguale, sia per il Marocchino che per l’Italiano, sia per l’Operaio che per l’Imprenditore, la natura non fa differenza, siamo noi che la creiamo.

"Se c'è un paese dove la democrazia è stata realizzata, questo paese è l'Italia Fascista"

Guardate, mi dispiace che Mussolini sia morto, vorrei intraprendere con lui una bella discussione, vorrei chiedergli se c’era democrazia anche quando i comunisti e tutti gli avversari politici, come Antonio Gramsci, venivano imprigionati e torturati, o quando l’esercito italiano fu mandato in Russia con le scarpe di cartone.

‘’Dove cominci esattamente, né dove finisca. L'aggettivo di sovrano applicato al popolo è una tragica burla. Il popolo tutto al più, delega, ma non può certo esercitare sovranità alcuna.’’

E allora a cosa serviamo noi cittadini Italiani, ad andare in guerra a uccidere, ad alzare una mano in piazza,IO NO!
Come dice caparezza. ”Io preferisco ammazzare il tempo, preferisco sparare cazzate, preferisco fare esplodere una moda, preferisco morire d’amore, preferisco caricare la sveglia, preferisco puntare alla roulette, preferisco il fuoco di un obiettivo, preferisco che tu rimanga vivo” (Follie preferenziali – Verità supposte). E aggiungo io, preferisco essere LIBERO.

‘’Armiamoci e partite!’’

Questo dimostra la codardia di Mussolini, che parlava tanto di guerre e non l’ho mai visto prendere una pistola nelle mani e entrare nel campo nemico, non voleva sporcarsi le mani. Il culmine della sua codardia è alla fine, quando alla caduta del fascismo, invece di morire insieme a quel popolo che “amava tanto, si travestì da militare tedesco per scappare in Svizzera. C’è solo da ridere.

‘’La donna è analitica, non sintetica. Ha forse mai fatto dell'architettura in tutti questi secoli? Le dica di costruirmi una capanna, non dico un tempio. Non lo può (...) Naturalmente essa non deve essere schiava, ma se io le concedessi il diritto elettorale mi si deriderebbe. Nel nostro Stato essa non deve contare.’’

Con questa frase, che è inutile commentare, chiedo a tutte le donne fasciste con quale coraggio alzano la mano aperta, essendo ritenute esseri inutili alla società e non capaci di poter decidere il loro destino.

“Ideologie” Fasciste
Dopo queste frasi passiamo alle ideologie del fascismo. Ecco qui i punti cardine siglati da Benito Mussolini, scritti e pubblicati da Giovanni Gentile :

• Il culto di Roma - Il fascismo si propone come ideale rinnovatore dei fasti di Roma antica.
• Il culto della violenza - Nascendo dagli arditi e dai futuristi e dal sindacalismo rivoluzionario di Sorel il fascismo fa suo ed esalta il culto della violenza.
• Il "principio del capo" - Anche questo mediato dagli arditi, prevede una concezione gerarchica e piramidale del mondo. Viene dunque esaltata l'obbedienza, anche cieca, irrazionale e totale
• Il corporativismo, inteso come superamento sindacal-organicista del socialismo e del liberalismo.


1 Il culto di Roma Antica ha come ideologia l’espansione dell’impero e quindi la distruzione e la sottomissione di qualsiasi altro popolo.
2 La violenza traumatizza, dove c’è violenza non ci sarà mai pace, non esisterà la libertà individuale.
3 Gerarchizzare la società è sbagliato, NESSUNO E’ SCHIAVO DI NESSUNO.
4 Il corporativismo è un sistema economico dove non esistono leggi di mercato, dove gli interessi di produzione valgono di più della vita umana



In sua difesa posso dire che non tutti sono d'accordo.
Pasolini nei suoi ultimi anni, ebbe a dire che il clima durante il fascismo, era preferibile rispetto a quello degli anni del consumismo e del capitalsimo portato a grandi livelli. Molti leader mondiali esaltarono Mussolini, e quasi tutti gli Italiani prima della guerra si fecero convincere dalle idee fasciste.
Ciò non toglie che era un falso profeta capace di lavorar sulle masse come tanti.

venerdì 9 ottobre 2009

Euroclear e Clearstream

Clearstream ed Euroclear sono definibili come stanze di compensazione.

Dal sito dell'UBS Clearstream è definità come società internazionale di clearing (compensazione tra banche) nata dalla fusione di Cedel, Centrale de Livraison de Valeurs Mobilières S.A. (Sistema internazionale di clearing fondato in Lussemburgo nel 1970) e Deutsche Börse Clearing, avvenuta nel 2000.
Sempre nel sito di UBS, Euroclear è descritto come sistema di trasferimento titoli internazionale di cui si servono banche e commercianti professionisti di titoli per la custodia collettiva e per il trasferimento contabile di titoli

Le stanze di compensazione sono in pratica istituzioni economiche che raccolgono i crediti ed i debiti delle banche che sono a loro associate, così come altre operazioni su titoli.
In pratica le banche si associano alla stanza di compensazione ed inviano le informazioni a questo ente indicando i movimenti che ha (ad esempio assegni da pagare ad altre banche) fatto questo, la stanza di compensazione definisce direttamente i crediti ed i debiti per ogni banca, rendendo il sistema più veloce.
Secondo Investimenti.com "In Italia le stanze di compensazione hanno sede nelle città in cui esiste una filiale della Banca d'Italia e sono regolate da convenzioni stipulate da quest'ultima con le camere di commercio.
In realtà esiste una società Cassa di Compensazione e Garanzia (CC&G) posseduta da alcune banche ed in maggior parte dalla Borsa Italiana S.p.A., che è ora in gran parte posseduta dal London Stock Exchange, che fungeva da sistema di garanzia per i mercati azionari e titoli di Stato Italiani.
Dopo la normativa Mfid del Novembre del 2007 però, è stata data la possibilità agli intermediari finanziari come le banche di costruire un proprio circuito di scambio dei titoli.

Per le transazioni internazionali invece Euroclear e Clearstream sono le maggiori imputate.
Secondo wikipedia Inglese, Euroclear è stata fondata nel 1968 come parte della J.P. Morgan & Co. ed è la più grande centrale delle garanzie sui depositi nel mondo.
Sempre secondo Wikipedia Inglese Euroclear assieme a Clearstream si occupano di far girare il 70% delle transazioni Europee.
Clearstream è stata al centro di numerosissime critiche e scandali, cause legali quasi sempre rivelatesi infondate, o meglio senza prove sufficienti, poichè è chiaro che Clearstream possiede conti non pubblicati e quindi segreti.

Secondo Argo Fedrigo Clearstream ed Euroclear sono due mostri.
Clearstream è una società che non paga tasse e non può neanche essere controllata, del Lussemburgo. E' il notaio di tutte le banche insieme con Euroclear.
Ha trattato circa 153 milioni di transazioni nell'anno 2003 ha gestito nello stesso anno circa 16000 conti provenienti da 105 paesi tra cui 41 paradisi fiscali, bancari e giudiziari, l'impresa conta 2300 dipendenti e 2500 clenti essenzialmente le banche ma anche multinazionali e società off-shore, si occupa secondo le sue cifre di qualcosa come 50 mila miliardi di Euro all'anno in elezione fiscale non controllabile.
Attraverso queste due societa, tu acquisti un qualunque titolo, senza trasferirlo, perchè le società fanno da garante, lo porti in qualsiasi parte, rimanendo sempre lì, nessuno sa niente, cambiano le proprietà e nessuno sa niente perchè non c'è il controllo.
Addirittura secondo Fedrigo i soldi della banca d'Italia che vanno a finire alle Cayman, tra i quali soldi del signoraggio, vengono automaticamente riciclati da clearstream nella maniera più semplice e papale.

Dimenticavo la chiave di ricerca : "come aprire conto euroclear su banche italiane"
Non è possibile "aprire un conto Euroclear" ma se si è intermediari finanziari si può diventare clienti di Euroclear secondo queste selettive norme:
Applications from financial institutions are reviewed by the Euroclear Bank Admission Committee taking into consideration, among other factors, the following:

Financial resources: an applicant must demonstrate its ability to maintain adequate financial strength to support the use of Euroclear Bank's services.
Operational and technical capabilities: an applicant must demonstrate that it has personnel capable of administering the organisation's use of the Euroclear System efficiently and that there are adequate facilities - technological infrastructure, communication systems, books, records and procedures - to meet the operational requirements of the system.
Need for Euroclear Bank's services: an applicant must show that it expects to derive material benefit from direct access to Euroclear Bank and to generate a sufficient volume of depot or transactions to justify admission.
Reputation in the market: an applicant must have a good name in the market; regulatory status may be taken into account when evaluating an applicant's reputation.
Anti-money laundering programme: an applicant must demonstrate that it has an adequate anti-money laundering programme designed to comply with local law on the prevention and detection of money laundering, and to provide sufficient identification, control and reporting procedures
.
Questo non significa che quando si fanno alcune transazioni tra banche i propri soldi non passino per Euroclear o Clearstream.

martedì 6 ottobre 2009

Chiavi di acceso Settmbre 2009

In ritardo , posto qualche chiave di accesso al sito curiosa per quanto riguarda lo scorso mese:

1 - "come devo fare per essere meno sfigata" non ci pensare.

2 - "come controllare il proprio figlio su msn" Che stress..

3 - "collare per cani beep" ebbastaa...

4 - "come aprire conto euroclear su banche italiane" bella domanda, magari cercherò.

5 - "occhiali da vista=sfigato" ma noo.

6 - "passare da sfigato a figo" ah bè...

7 - "sono sfigata che faccio?" ah ma allora...

Bene il tema ricorrente in qeste chiavi di accesso pare essere la sfiga. Rimando al POST CORRELATO

venerdì 2 ottobre 2009

Lo Stato, le tasse e lo scudo fiscale

Lo Stato Italiano

Lo stato Italiano, è per sua natura un espressione dell'illuminismo e nasce dalla massoneria, come massoni erano Garibaldi e Mazzini. Lo stato Italiano, può anche essere definito come l'allargamento del Regno di Sardegna a tutta la penisola Italiana. La popolazione Italiana, dopo una forte propaganda, decise per la stragrande maggioranza di annettersi al Regno di Sardegna.
In Italia non si sa bene quante leggi esistano, alcuni dicono oltre centomila, altri circa cinquantamila. L'anno scorso ne sono state cancellate 29000: alcune risalivano ancora ai tempi del Re. La legge in Italia ha mille divieti, divieti che vengono aggirati in diversi modi ma che comunque non lasciano mai una persona convinta di stare facendo una cosa lecita, neanche quando è in bagno.

Ombra dello Stato sul cittadino.

Da un puno di vista statalista, il cittadino dovrebbe essere contento di far parte dello stato, perchè gli è assicurata istruzione, sanità, sicurezza, difesa da attacchi di altri paesi, e democrazia.
In realtà lo Stato è diventata una enorme macchina lenta e pesantissima, in molti casi non al passo con i tempi, che non obbedisce più alla volontà dei cittadini, individui che oramai non contano più nulla, che agisce nell'ombra e che non permetterebbe di fare nulla.
Difatti lo stato IMPONE:

- Di schedarvi dalla nascita attribuirvi un codice fiscale e si parla già di microchip
- Trattamenti sanitari e di vaccinarvi anche contro la vostra volontà
- Frequentare la scuola, anche se non siete d'accordo, fin quasi alla maggiore età
- Fino a pochi anni fa un anno di leva oppure servizio civile
- Di provvedere economicamente ai figli, fintanto che studiano, anche dopo la maggiore età.
- Di poter lavorare solo seguendo ristrettissimi standard, che in questi ultimi anni sono venuti meno quando si parlava di immigrati
- Di utilizzare auto solo di un certo tipo (per lo più nuove), revisionarle ogni due anni, mettere la cintura anche se non volete, accendere i fari anche di giorno, andare entro limiti a volte assurdi, guidare senza bere due bicchieri di vino, pagare autostrade già pagate in passato.
- Di portare i vostri animali dal vetrinario per microchipparli, di non potere tenere animali particolari (es: una tartaruga), di non poter "abbandonare animali" (ovvero lasciare animali in giro), di non potere uccidere un piccione se vi molesta ma permette di castrare un cane senza problemi.
- Di non avere rapporti sessuali a pagamento (ma lo fanno i rappresentanti dello Stato, anche con i trans)
- Di non giocare d'azzardo (tranne con lo stato stesso, o a Venezia per i comodi di qualcuno)
- Vi impone di non modificare l'aspetto delle vostre case, di non poter aprire finestre, di non poter neanche innalzare un muro dentro casa, senza il benestare dei tecnici comunali.
- Vi impone si non poter possedere armi senza il porto d'armi (anche una spada, pena l'arresto), quando è più pericolosa una motosega.
- Vi impone di non poter entrare nell proprietà altrui ma di non poter rinchiudere un ladro in casa vostra aspettando l'arrivo della polizia perchè è sequestro di persona
- Vi impone di non poter girare senza soldi e documenti (vagabondaggio), di non gettare rifiuti in nessun luogo (ma soprassede a discariche abusive), di non sedervi sopra monumenti pubblici, non fare confusione la sera ed in pratica a non accamparsi se non in luoghi predisposti.
- Vi impone, attraverso alcuni regolamenti comunali, quali alberi poter piantare poichè consoni al vostro territorio, e quali no.
- Vi impone di non prendere quasi tutti gli oggetti che incontrate nel territorio (raccogliere conchiglie, prendere sassi, alberi, in molti posti raccogliere fiori e funghi.)
- vi impone di non divulgare "stampa clandestina", di non organizzare adunate sediziose, di non offendere lo stato o la bandiera e non attantare alla sua unità (pena di morte, tramutata in ergastolo, tramutato in 12 anni)
- Vi impone di non assumere comportamenti contrari alla pubblica decenza come baciare una donna in un parco pubblico
- Vi impone persino di non uccidervi.

Da rivolta è stato il mancato esito dell'iniziativa di Beppe Grillo, che ha raccolto le firme occorenti per diverse iniziative quali niente finanziamenti pubblici ai giornali privati o niente più condannati in parlamento, ma come risultato è stata insabbiata.

Si potrebbe pensare che, alla luce di quanto detto, almeno l'ambito economico-lavorativo sia chiaro, altrimenti sembrerebbe impossibile che le persone accettino questa condizione.
Ed invece non è così.
Vi sono mille limitazioni al lavoro ed all'economia, che creano paradossale il sistema stesso.

L'economia statale ed il suo declino

L'economia statale è un discorso riduttivo ed impensabile al giorno d'oggi.
Ci sono tre principali motivi per i quali l'economia statale è fallita.
1 - L'economia statale è fallita perchè i grandi ricchi del mondo, le grandi forze politiche, illuminate e massoniche/mondialiste hanno sempre mirato ad un economia internazionale, come del resto l'atteggiamento dei mercanti è sempre stato favorevole allo scambio con altre ciiviltà. Dalla fine della seconda guerra mondiale ha senso parlare di una sola economia mondiale fatta eccezione per alcuni stati come l'URSS e la Cina (in realtà l'URSS era finanziata anche con soldi dell'economia occidentale)
L'economia dello stato Italia non è più da molti anni l'economia primaria che influenza gli Italiani. L'economia dell'Italia è l'economia del debito basata sui circuti bancari internazionali che emettono moneta e la moltiplicano, questo fin dai tempi della costituzione.
2 - I dipendenti statali, in primis i politici e ministri, non hanno agito badando al profitto ma badando prima a quello che credevano il benessere degli italiani, anche per non dover essere costretti a subire rivolte popolari, e peggio di tutto, hanno badato a favorire loro stessi od i loro conoscenti.
3 - Gli Italiani hanno vissuto nel contenitore Italia, che non è autosufficiente per materie prime quali il petrolio e nemmeno per quanto riguarda l'alimentazione o purtroppo per la tecnologia che gli Americani hanno potuto sviluppare avendo ricchezze e disponibilità enormi.

L'unico modo perchè l'Italia potesse sopravvivere con un regime di economia statale sarebbe potuto essere con una propria moneta e con delle colonie quali la Libia e la Somalia, ma questo finchè non avesse litigato con qualcuno, e non le sarebbe stato consentito dalle nazioni Unite, questo del resto era il motivo principale per il quale il Duce entrò in guerra, per combattere le demoplutocrazie che con la finanza governavano il mondo.

L'economia attuale e i paradisi fiscali

Così attualmente abbiamo una economia di mercato globalizzata, ma lo stato continua a controllare l'economia dei suoi cittadini come se non lo fosse, o meglio, controlla l'economia dei singoli cittadini meticolosamene, multando per centinaia di Euro chi non fa lo scontrino per una pizza, mentre lascia che multinazionali con sedi in dieci o più paradisi fiscali operino indisturbate nel paese perchè portano lavoro.
Tutte le società che muovono soldi, hanno affari nei paradisi fiscali e trovano il modo per eludere od evadere le tasse, lo stato non se ne interessa.
La Banca d'Italia stessa investì in un fondo di investimento speculativo con Sede alle Cayman, ed ha due sportelli proprio in quelle isole.
Berlusconi che ora dichiara guerra ai paradisi fiscali, poichè a quanto pare in questa economia al declino c'è chi vuole riavvicinarsi all'economia statale, ha sempre avuto decine e decine di società in diversi paradisi fiscali partendo da Fininvest, passando per Mediaset e tante altre attività quali la Standa eccetera o tutte le attività legate alla Arner Bank di Lugano. Anche della Valle aveva holding in paradisi fiscali quali il Lussemburgo, Ferrero aveva base in Lussemburgo ma aveva filiali anche in Puertorico, Principato di Monaco, Hong Kong.
Anzi, se guardate il portale di Imprese alla sbarra , noterete che i cognomi più importanti hanno affari in paradisi fiscali: Ligresti, Benetton, Marcegaglia, Agnelli, Caltagirone, anzi si può dire che metà della borsa Italiana ha sede in paradisi fiscali, tra l'altro anche qua il limite della legalità è strano perchè in linea di principio si potrebbe avere una società in un paradiso fiscale se dichiarata, pur pagando molte meno tasse, ma non si può avere attività o soldi non denunciate al fisco.
Poi ci sono tutta una serie di scatole cinesi come quelle ad esempio dell Enel:
"Solo la capofila Enel spa controlla almeno 60 società registrate in Delaware, lo Stato considerato il paradiso fiscale degli Usa. «Un esempio: la Sheldon Springs Hydro Associates LP (Delaware) è controllata al 100% dalla Sheldon Vermont Hydro Company Inc. (Delaware), che è controllata a sua volta al 100% dalla Boot Sheldon Holdings Llc (Delaware), di proprietà al 100% della Hydro Finance Holding Company Inc. (Delaware), che è controllata al 100% dalla Enel North America Inc. (Delaware), controllata a sua volta al 100% dalla Enel Green Power International Sa, (una holding di partecipazioni con sede in Lussemburgo), a sua volta controllata da Enel Produzione spa e Enel Investment Holding Bv (altra holding di partecipazioni, registrata in Olanda). Queste imprese fanno finalmente riferimento all'impresa madre, la Enel spa»."
Infatti "si calcola che più del 50% dei flussi finanziari mondiali transitino per i paradisi fiscali".
Quindi anche se per i redditi non dichiarati all'estero si parla per ora di 170.000 Italiani, il giro complessivo dell'economia dei paradisi fiscali è di ben altra misura.
Tra l'altro lo Stato, oltre ad evadere egli stesso indirettamente le tasse, non è più un punto di riferimento per l'economia del paese, nemmeno per un discorso imprenditoriale, perchè in Italia lavorano per lo Stato solo 3 milioni di Italiani (scuola, sanità, impiegati, forze dell'ordine...)e dal 92 le imprese di stato sono state tutte privatizzate o assorbite da altre S.P.A nazionali o multinazionali.
Ma è un economia un pò assurda, la Nestlè ha sede in 25 paradisi fiscali, e comunque in inghilterra le sono stati dati 21 milioni di sterline in un paio di anni come contributi agricoli, un pò come Agnelli che è stato salvato dallo Stato con un sacco di soldi, ha pagato con la cassa integrazione mezza Italia, ma nel frattempo teneva di nascosto i soldi in Svizzera, eppure nessuno si è offerto di aiutare la maggior parte degli imprenditori che hanno rischiato senza avere appoggi, e che purtroppo a volte hanno scelto di togliersi la vita dopo il fallimento.

Quindi dopo aver visto come l'economia sia oramai globale, le multinazionali e le aziende italiane abbiano sedi ovunque, tra le quali paradisi fiscali, e siano oramai privatizzate, è strano notare come nonstante ciò la tassazione dello Stato sia ancora elevatissima.
Ma è causa del fatto che le persone non pagano le tasse la tassazione elevata, o forse è causa del fatto che la tassazione per i servizi resi non ha senso?
Quello che si sa è che in Italia si sono sempre pagate un sacco di tasse, secondo i dati di un recente articolo di azfinanza.com, "tasse e contributi raggiungono il 44% del costo del lavoro. Il nostro Paese è seguito dalla Svezia e dal Belgio con il 42,3% ma a differenza di questi paesi l’Italia non supporta con adeguati aiuti pubblici chi perde il posto di lavoro o chi è disoccupato."
Poi, oltre a quelle sul lavoro e sul reddito, vi sono tutte le altre tasse: Iva su ogni acquisto, imposta di registro sui contratti, imposta ipotecaria, sulle donazioni, i monopoli sui beni come le sigarette, l'accise sugli alcolici, i dazi doganali, tasse sugli idrocarburi elevatissime, il bollo dell'auto, l'assicurazione RC auto obbligatoria, il canone RAI se guardi la televisione, le imposte comunali come l'ICI, l'imposta sullo smaltimento rifiuti, tassa sulle autostrade e tasse per i parcheggi, e sono convinto di avere tralasciato qualcosa.


Le tasse nella storia

Fin dai tempi antichi, le civiltà che utilizzavano una moneta e che avevano un autorità che si impegnava nella gestione del territorio (o che si arrogava il diritto di gestirlo), si dovevano confrontare con la questione delle tasse (deriva da tangere) e delle imposte (deriva da imporre).
Questa gestione era una delle cose più dibattute e concrete nella storia delle civiltà, da simili questioni sono sempre sorte rivolte, guerre, divisioni e problematiche di vario tipo.
Tasse ne esistitevano dall'antichità, ai tempi dei faraoni, in Egitto è riportato come si compivano censimenti ogni due anni e gli scribi valutavano a seconda dell'annata quanto dovevano pagare i contadini come tasse annuali, vi erano circoscrizioni fiscali differenti da quelle amministrative e gli "agenti del tesoro" dovevano occuparsi di riscuotere le tasse in beni naturali. Le decime, ovvero la decima parte del raccolto e dei proventi sono citate nell'antico Testamento, mentre gli antichi Greci Ateniesi erano di norma meno tassati, puntavano più sui dazi di importazione ed esportazione assieme a tasse per la vendita.
Durante l'impero di Roma sono pervenuti documenti che attestano come si sperimentarono tasse di ogni tipologia assieme a diversi tipi di gesione del patrimonio, nei periodi di guerra, le imposte solitamente dovevano essere aumentate.
Quando cadde l'impero di Roma ci fu un periodo dove nessuno pagava tasse, in seguito le tasse ed i dazi vennero introdotte pressochè ovunque e nell'alto medioevo i signori esigevano le tasse sul latifondo dai contadini mentre altre tasse dagli uomini liberi, uguamente in seguito, anche lo Stato della Chiesa, riscuoteva le decime e tassava i suoi territori. Anche dopo la rivoluzione Francese in realtà l'esenzione dalle tasse durò ben poco, perchè lo stato non poteva riuscire a reggersi senza.
A causa delle tasse (e del volere emettere moneta propria ) vi fu la battaglia per l'Indipendenza Americana e quindi la creazione degli stati Uniti d'America, mentre a causa della tassa sul macinato cadde il governo della destra storica in Italia, tutto questo solo per citare alcuni episodi.

Tasse al giorno d'oggi

Tutt'ora le tasse sono uno degli argomenti di maggiore rilievo, anche nell'Articolo 75 della Costituzione Italiana è riportato: "Non è ammesso il referendum per le leggi tributarie e di bilancio, di amnistia e di indulto, di autorizzazione a ratificare trattati internazionali'" come per fare capire fin dove possa giungere la democrazia.
Allora, a meno che non si voglia fare una rivolta qua bisogna continuare a pagare le tasse, per uno stato che imprenditorialmente non esiste quasi più, per vedersi dimezzare ciò che si guadagna, dopo avere rispettato decine di migliaia di leggi, quando per altro tutta l'economia funziona su scala mondiale e le tasse dalle grandi società (e agli immigrati) vengono quasi sempre ridotte se non annullate?
O forse sarebbe il caso di cambiare paese??
Voi dite che però così rinuncio alla democrazia?
E allora perchè se lo Stato è democratico, contraddice la costituzione senza che nessuno dica nulla? Perchè si mandano soldati in guerra senza essere chiari sulle motivazioni della guerra stessa?
E se lo stato e la giustizia funzionano, perchè non si è ancora fatto luce sulle principali stragi avvenute in Italia?
L'Olgiata, Il mostro di Firenze, Ustica, la strage di Bologna.
In generale, il 40% dei crimini commessi in Italia rimane irrisolto.
O forse è davvero ora di mandare in pensione tutti, senza violenza, senza cattiveria, e ricominciare questo stato dalla costituzione, partendo dalla repubblica non fondata sul lavoro ma sulla semplicità.

mercoledì 23 settembre 2009

Influenza maiala

Sarà l'influenza dei grandi guduriosi ed epicurei? Sarà il castigo ai troppi libertini, che segue a ruota il famoso virus dei sodomiti (HIV), ipotizzato essersi creato nell'Africa nera a seguito della copulazione tra uomo e scimmia?

Sarà sarà quel che sarà...

Di per certo possiamo dire alcune cose. Nell'epoca dell'oro e dei soldi creati per "l'occhio di Dio" le più grandi epidemie, come quella di peste che narra il Boccaccio avvengono sempre a seguito di crisi Finanz-iarie. Poco importa, finchè non se ne ha la certezza, capire se c'entravano gli untori allora o adesso, appigliarsi a fatti marginali come un Ebreo che sotto tortura confessò di avvelenare e contaminare i pozzi, anche perchè se continuano a torcere le budella a qualcuno, quello potrebbe dire qualsiasi cosa per fare smettere il supplizio, quello che più importa è capire di cosa stiamo parlando.

L'influenza suina non è chiaro ancora in che misura possa mutare, ciò che sappiamo è che è mutato il nome da "influenza suina" ad "influenza A", a seguito delle pressioni dei grandi venditori di prosciutti e salsiccie; ora salumieri e piadinari esultano.
Ciò che sappiamo è che l'Organizzazione mondiale della sanità ha appositamente cambiato il significato della parola PANDEMIA per poterlo usare anche in situazioni meno gravi, troppa prudenza, o bis-pensiero Orwelliano?
Ciò che sappiamo è che in una stanza di maiali (animali impuri per Ebrei e Musulmani) tenuti in condizioni anti-igieniche si è sviluppato un virus "letale", talmente letale da essere considerato più leggero di qualsiasi altro virus stagionale, e che vede le persone costrette a portare "mascherine" in caso di potenziale contagio, ed i Messicani costretti "ad aspettare fuori dai bar" per poter mangiare una brioche ed un cappuccino, anche se ovviamente un virus del genere è ovunque, ed anche se non si sa attraverso quali considerazioni logiche, si prevede che si ammaleranno comunque in Italia circa un milione di persone tra Dicembre e Gennaio.
LE NOTIZIE UFFICIALI NEL LORO COMPLESSO SONO TUTTE COMPLETAMENTE PRIVE DI LOGICA, SI CONTRADDICONO L'UNA CON L'ALTRA.
Vengono preparate decine e decine di milioni di dosi, in tutti i paesi del mondo, a vantaggio delle multinazionali del farmaco, che ovviamente hanno dichiarato che non si riterranno responsabili di effetti collaterali.
Gente torna dalle ferie con due linee di febbre e viene caldamente invitata a chiudersi in casa, progetti per ritardare l'inizio delle scuole (E a quando se l'apice sarà a Gennaio, forse all'estate 2010?), ma il ministro della salute, (forse influenzato da Romina Power :) ) afferma che non si vaccinerà (intanto però ha dato il benestare a 48 milioni di dosi che compra l'Italia).
Nel frattempo dietrologi di ogni genere che pregano con tutta l'anima perchè sto cazzo di mondo finisca entro il 2012, danno libero spazio a una serie di considerazioni, dalle più verosimili (oltre che per il guadagno, il vaccino è un test per vedere il livello di accondiscendenza della popolazione) a quelle un pò meno verosimili (dentro al vaccino ci sono nanomacchine che cambieranno il nostro corredo cromosomico usufruendo anche delle onde elettromagnetiche emesse da Haarp e diffuse nell'atmosfera attraverso le scie chimiche).
Ma tutto questo spero non vi faccia sorridere e basta, perchè la reazione sana a questa situaizone non è ridere facendo finta di niente e farsi venire il voltastomaco dopo, nel fare un giretto alla sera criticando i vostri simili; la reazione sana è farsi venire il voltastomaco subito e cercare la verità di tutte le cose.

mercoledì 9 settembre 2009

Muore Mike

Ieri è morto Mike Bongiorno.
Se Umberto Eco scrisse nel suo saggio di quarant'anni fa "lo spettatore vede glorificato e insignito ufficialmente di autorità nazionale il ritratto dei propri limiti»." Un motivo c'era.
In realtà Mike faceva quel che poteva per portare la cultura in Italia e soprattutto per servire un ideale.
Era il simbolo di una generazione, era l'uomo che aveva il suo lavoro da compiere e che cercava di svolgere con le sue regole.
- Serietà.
- Qualche battuta fissa (allegria!).
- Qualche rara battuta del momento.
- La consapevolezza di dover presentare a milioni di Italiani una situazione dove chi risponde alle domande è bravo e chi non la impara non è bravo.
- La determinazione nel farlo. Quello era il suo ruolo: non importa se leggeva domande che non aveva idea di cosa volessero dire, non importa se magari da quei quiz si poteva apprendere solo qualcosa, e non importa se le televendite che promuoveva in realtà non erano il massimo. Quello era il suo ruolo.

Era come un soldato, compiere la propria mission, poche esitazioni, e se si sbaglia, Amen. Credeva in quello che faceva e si convinceva di quello che doveva fare, come nel vendere i prodotti, i venditori di adesso hanno spesso uno sguardo che mente: ti vendono delle pentole ma magari stanno pensando a tutt'altro, per lo più ai cazzi loro. Mike invece era davvero interessato a quello che diceva, magari ti diceva una boiata, tipo che il brodo granulare è quasi buono quanto quello di pollo, però lo diceva con convinzione.
Se dovessi valutarlo come persona, non è forse il momento più adatto per esprimermi. Se dovessi pensare a chi conduce i Quiz, non ci sono dubbi: era il migliore.

martedì 8 settembre 2009

VATICANO S.P.A.

Ho letto un libro uscito da qualche mese, si intitola Vaticano S.p.A., che parla di quanto la Banca della Chiesa negli ultimi quarant'anni si sia avvicinata più al ruolo di Società per azioni rispetto a quello che era prassi delle prime comunità Cristiane, ovvero la povertà e condivisione.

Il libro è di Gianluigi Nuzzi, un giornalista di quarant'anni che ha lavorato per "il Giornale", collaborato con il Corriere della Sera, e che lavora per "Panorama".
La maggior parte del libro è scritta basandosi sopra un archivio segreto tenuto in Svizzera, quello di Monsignor Renato Dardozzi, che lavorava per conto della segreteria di Stato del Vaticano, e seguiva le operazioni dell IOR, l'Istituto delle opere religiose, meglio identificabile come la banca del Vaticano.
Monsignor Dardozzi, è morto nel 2003, e per sua espressa volontà l'archivio è stato desecretato alllo scopo di fare conoscere a chi voglia, dettagli preziosi su quanto è accaduto all'interno dello IOR negli ultimi decenni.
Partiamo da alcune considerazioni generali.
Molte notizie contenute nel libro hanno scopo puramente divulgativo e non possono essere di rilevanza giuridica, in quanto riconducibili a fatti avvenuti più di venti anni or sono, si parla quindi oramai di prescrizione. D'altro canto anche Andreotti non è mai stato assolto in quanto i reati a lui imputati non sussistevano, ma piuttosto perchè, erano caduti in prescrizione.

Dardozzi è uno studioso che parla cinque lingue ed ha quattro lauree, viene ordinato sacerdote nel 1973 a cinquant'un anni, e nel 1974 inizia la collaborazione con la Santa Sede e quindi con lo IOR.
Da quell'anno viene a conoscenza di alcuni affari poco puliti, come lo scandalo del banco Ambrosiano, banca di primissima importanza, che durante la dirigenza di Calvi incrementò i suoi affari aprendosi a paradisi fiscali ed avendo rapporti con "la loggia massonica deviata P2" (e qui sarebbe sempre doveroso citare Gaber: ma la "P1"?), la mafia, e naturalmente la Chiesa, essendo un istituto legato al mondo cattolico sin dalla sua fondazione.
Questo è un breve riassunto del libro.
Dopo la morte di Giovanni XXIII la Chiesa passa finanziariamente un momento del cavolo. Le offerte sono sempre meno ed il governo di allora viene meno all'esenzione fiscale che durava dai tempi di Mussolini.
Con Paolo VI, il sistema economico del Vaticano prende una svolta. Michele Sindona, banchiere con agganci negli USA, nella P2 e nella mafia, comincia ad occuparsi delle finanze portando anche soldi provenienti dalla mafia.
Sindona è quello che adesso verrebbe definito "guru della finanza" , aggiungerei creativa, e cerca tutti i modi possibili per non pagare le tasse, come del resto fanno le multinazionali, le banche d'affari, e la maggior parte dei commercialisti.
L'importante per Sindona pare essere fare guadagnare soldi alla Santa Sede, e scongiurare il pericolo del comunismo, per fare questo l'autore Nuzzi riporta che speculò anche sulla Lira Italiana, denunciando in contemporanea oscuri movimenti contro di essa, lasciando credere ad Andreotti di essere stato il salvatore della valuta. Ora non voglio dubitare della buona fede dell'autore, potrei anche credere che sia vero, ma ricordo a chi legge che vent'anni dopo, SOROS speculò sulla Lira dando un chiaro segnale su quella che doveva essere la strada da seguire: l'entrata nell'Euro.
In quegli anni assieme a Sindona collaboravano Marcinkus e Calvi, poi si parla di un principe Massimo Spada che deve essere discendente della antica famiglia Spada.
Sindona non riuscì a gestire i soldi del Vaticano, fece dei gran casini e pare che commissionò anche l'omicidio di Ambrosoli. Alla fine di tutto morì avvelenato in prigione, in misteriose circostanze, versione più accreditata è che volesse simulare l'avvelenamento per ottenere l'estradizione.
Calvi era già stato tre anni prima trovato impiccato ad un ponte di Londra, fu dichiarato un suicidio, anche se risulta poco probabile. In molti credono che essendosi mangiato troppi soldi, venne giustiziato da esponenti della mafia o della massoneria deviata.
L'affare della banca Ambrosiana di Calvi aveva creato un gran casino, Calvi era stato accusato di "reati valutari" (e qui ci sarebbe da capire di più in merito) ed in più aveva fatto un sacco di debiti. Lo IOR non era per nulla estraneo ai fatti, anzi Calvi lo utilizzava a proprio piacimento con il benestare di Marcinkus.
Morale della favola, Marcinkus viene incolpato di bancarotta fraudolenta, lo IOR deve pagare un sacco di soldi, ne paga una parte, e fine del film.
Nel frattempo era stata abolita la norma di diritto canonico che prevede la scomunica immediata per i massoni.

Poi vengono riportati un sacco di altri casi nei quali il Vaticano, soprattutto cosiderando le leggi statali ed internazionali, finisce sotto i riflettori.
Riassumendo ulteriormente posso scrivere che:
Il Vaticano ha grande potere nel mondo: ci sono 4500 Vescovi, 405000 preti e 865000 religiosi, più i vari diaconi, i laici missionari, i catechisti, e naturamente le centinaia di milioni di fedeli.
Nello IOR sono transitati soldi della mafia, e come i soldi della mafia giravano ed a volte si ripulivano in Vaticano, così gli stessi soldi od i soldi di altri giravano presso altre banche d'affari con sedi in paradisi fiscali. Ogni dittatore, ogni criminale, ogni gruppo terroristico, ha in realtà una o più banche che lo appoggiano, e non sto parlando del Vaticano. Il più è vedere in che misura lo appoggiano e in che modo la banca ci lucra sopra.
Fa schifo pensare che la banca del Vaticano venga usata per accattivarsi i "favori dei politici" ed ancor peggio per nascondere i soldi dei mafiosi, che magari se li sono procurati intimorendo le persone ed estorcendo il pizzo, fa schifo che ci sia il bisogno di finanziare un partito che avrebbe dovuto essere un grande centro tipo Democrazia Cristiana, perchè dovrebbe essere spontaneo se le persone ci credessero davvero.

Comunque, a difesa della chiesa potrei dire che da parte di tutti si è sempre cercato di non pagare pagare le tasse (vedi banche d'affari, multinazionali, e.. la banca d'Italia stessa) a dispetto di quel che dice Padoa Schioppa, che ci sono sempre stati quelli condannati per bancarotta fraudolenta e che magari rimanevano pieni di soldi e poi continuavano a lavorare come niente fosse (vedi manager attuali), che le tangenti ai politici sono sempre arrivate se non direttamente, indirettamente, e che pecunia non olet, perciò se non si sapeva da quali attività arrivano, i soldi sono sempre soldi.
Non è comunque una buona giustificazione per coloro che rivendicano il diritto di insegnare la moralità, soprattutto il fatto di utilizzare nomi di opere di carità, come la lotta alla leucemia, o intitolate ai santi, per farci passare milioni e milioni di soldi di origini poco pulite.
Inoltre nel libro non è che siano chiare molte cose, come il ruolo dei cavalieri di Malta o perchè il Monsignor Dardozzi non parlò subito pubblicamente ma ha aspettato di morire per rivelare le sue carte.

martedì 1 settembre 2009

chiavi di accesso Agosto 2009

Oramai si ripetono quasi sempre le stesse, chissà poi perchè.

1 - "come si intitola il film dove c'è lo scambio di mogli e poi lui la trova morta sul letto" Bè curioso modo di cercare un film. Non lo conosco, mi dispiace. Mi viene in mente il film di Francesco Nuti dove,in una situazione simile viene distrutto l'appartamento perchè i due erano troppo gelosi.
2 - "I Danesi sono sorridenti" E' vero.
3 - differenze lions rotary.
Boh, il Rotary Club è sorto nel 1905, conta oltre 33.000, in quasi tutte le nazioni del mondo, con complessivamente oltre 1.200.000 soci, il moto è "Servire al di sopra di ogni interesse personale"
Il Lions nel 1917, e non so quanta gente ci sia dentro. Il motto è "serviamo" oppure "Libertà e intelligenza al servizio della nostra nazione".
Al di là di chi abbia creato questi movimenti, di chi ne abbia fatto o faccia parte si può dire una cosa: Se servono sopra ad ogni interesse personale, perchè chi ci sta dentro spesso è pieno di soldi e si fanno delle cene orbe? Cioè sarebbe più logico dire:
"facciam quel che possiamo e ci divertiamo" mah.
Se poi il Lions dice "libertà e intelligenza al servizio della nostra nazione" perchè allora è presente in 130 paesi diversi? Cioè, di quale nazione stiamo parlando? E poi, vanno sempre nel terzo mondo ad operare.
Bah, spero almeno si divertano.
4 - il pianeta delle scimmie colonna sonora elfmann. Prova a scrivere planet of the apes e Danny elfman con una n sola.
5 - quale la canzone in happy days con il video dove fonzie balla? Boh, vai sul sito di Happydaysitalia e chiedilo, questo sito non ha più a che fare con Fonzie.
6 - significato di "socio patico" innanzitutto si scrive attaccato. Sociopatico è un neologismo, in un vocabolario non recente è una parola che non compare.
Sociopatico è un altro di quei termini che coniano ogni giorno medici, psicologi, e studiosi di scienze sociali, per confondere le idee e perchè altrimenti non avrebbero altro da fare.
La stessa wikipedia definisce sociopatia come un termine non ben definito che si può riferire a disturbo di personalità antisociale, disturbo di personalità dissociata, o più in generale psicopatia.
Dopo attenti studi posso affermare che questi termini sono classificazioni inventate per additare chi è antipatico oltremodo, non si mostra accomodante o disturba gli altri, e curarlo facendolo stare zitto, avendo la scusante che "è malato" sentendosi perciò giustificato a non portare pazienza ed averlo attorno. Per cui in un mondo naturale una persona del genere dovrebbe cambiare o probabilmente morirebbe di fame o picchiato da qualcun altro (sempre se non ha le capacità di conquistare a sua volta un paese). Invece in una società dove tutti devono avere qualcosa e non si possono tirare le sberle, bisogna dire che è malato. Il peggio è arrivato quando anche chi non rompeva le scatole a nessuno e poteva comunque fare una vita decente da solo, senza il bisogno degli altri, è stato definito sociopatico.
7 - "« non è tollerabile che una banca centrale, isola, che non ha nessuna responsabilità né l'obbligo di spiegare quello che fa, possa continuare a creare"
La frase corretta è "Non è tollerabile che una banca centrale, isolata, che non ha nessuna responsabilità né l'obbligo di spiegare quello che fa, possa continuare a creare disoccupazione mentre i governi stanno zitti"
Allo stesso modo si potrebbe obbiettare che non è tollerabile che gli stati non siano abbastanza evoluti per permettersi di stampare moneta propria, ma lo siano abbastanza per possedere arsenale nucleare e la possibilità di dichiarare guerre.

venerdì 14 agosto 2009

La polemica del superenalotto

Jackpot ad oltre 135 milioni di Euro e la polemica continua.

Il Codacons (coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e per la tutela dei diritti di utenti e consumatori) richiede un tetto massimo alla vincita.
Un paio di parole sul codacons. Il fatto di essere definito "consumatore" già mi sta sui maroni, è un pò come quando ti chiamano "risorsa umana", in particolar modo non è detto che colui che compera qualcosa la debba per forza di cose "consumare", a meno che quel consumare non si riferisca ai soldi... sarebbe più sensato, diritto degli acquirenti.
Non dico che il codacons non abbia combattuto delle battaglie utili, tutt'altro, era una associazione che negli ultimi anni si è distinta per le sue iniziative.
Un discorso a parte meriterebbe il fatto che la politica in Italia, che si sarebbe dovuta occupare di queste cose, era praticamente nulla: i problemi dei cittadini li risolvevano molto più spesso Codacons, le Iene, il Gabibbo e Capitan Ventosa di Striscia la notizia, piuttosto che la politica e le leggi Italiane.

Ora, leggo che " il Condacons potrebbe denunciare l’attuale l’esponente politico [Tremonti] al Tribunale delle Anime presso il Sacro Concistoro????"

Ma è una barzelletta?

Mi permetto di dire una cosa. Il terremoto all'Aquila, sia esso stato previsto o meno, ha portato un sacco di persone a vivere in mezzo alla strada. E' giusto dare i soldi della vincita del superenalotto a loro?
NO, NON è giusto.
Se il vincitore vorrà, e si sentirà di farlo, donerà quanto vuole della sua vincita a chi vuole: siano essi gli Abruzzesi, i bambini in Africa, chi si occupa della ricerca per il cancro o per lo spazio.

FINE

Gli esponenti della chiesa che sono in disaccordo con questo gioco (non tutti, difatti Avvenire non usa toni tanto paternalistici), dovrebbero forse spiegarci perchè non dicevano nulla quando le banche emettevano derivati che erano giochi d'azzardo truffaldini, perchè non si capiva nemmeno in che modo funzionavano.
Intanto leggo che "Un 'sistemone' del Superenalotto da 81 mila euro a cui parteciperanno fino a 2.000 persone e' stato giocato a Modena".
Per fare più chiarezza:
In un post precedente scrissi che le combinazioni possibili per fare il sei con una sola giocata di sei numeri erano 622614630. Questo è giusto poichè il Jolly non vale per il sei. Ho fatto una tabella completa ed ho estrapolato che il costo costante di una singola combinazione per quanti numeri si giochi è sempre il medesimo ovvero Euro 0,00069444444 (periodico).
Perciò giocando 81000 Euro si sono comprate (sempre he non abbiano ripetuto le combinazioni ma sarebbe altamente stupido) 116640000 combinazioni che corrisponde ad una probabilità su 3843. Invece che avere la probabilità di uno ad oltre seicento milioni si ha una probabilità di uno ad oltre 3000. Per avere questa probabilità hanno giocato in oltre duemila, il che sarebbe a dire che se dovessero vincere avranno una vincita di circa sessantamila Euro.
Se si giocasse un milione di Euro si avrebbe circa una probabilità su trecento, infatti per giocare tutte le probabilità sono necessari oltre 300 miloni di Euro.

martedì 11 agosto 2009

Lo stato e l'economia negli ultimi cento anni

Etleboro ha messo on-line un interessante filmato di raitre.

Il filmato è tratto da "La storia siamo noi", condotto da Gianni Minoli. Devo dire che il programma è abbastanza apprezzabile, anche se ovviamente non può andare ad investigare nel profondo tutte le verità storiche e nemmeno le più scomode.
Nella puntata si parla dell'economia degli ultimi cento anni: grande depressione, New Deal con Roosvelt, delle idee Di Von Hayek e del suo allievo Friedman condivise dalla Tatcher e da Regan contrapposte alle idee di Keynes che utilizzò Nixon.
Compaiono anche le inteviste recenti a Prodi e Tremonti.
Tremonti, sembra abbia abbandonato da tempo il liberismo e si sia spostato di più verso un socialismo moderno, ugualmente Prodi si definisce Keynesiano.
Quando Minoli chiede a Prodi, se da parte di un Keynesiano non sia un pò paradossale aver privatizzato tutte le industrie statali dell'IRI Prodi risponde che era una cosa da fare assolutamente.
Poi però Prodi asserisce che lo Stato deve essere presente e saper fare valere le regole che esso stabilisce, meglio se globali.
Prodi parla di una differenza di salari da dover ridurre, non può cioè un operaio prendere un centesimo di un dirigente, e parla di una giustizia sociale da fare prevalere.

In altre parole, lo stato deve esserci, ma ridotto a finanza e carabinieri a tutto spiano per punire gli illeciti fiscali mentre per le questioni di sanità, difesa, istruzione e trasporti ci penserà sempre di più l'Europa.
E se si riesce a globalizzare l'Europa, si riuscirà a globalizzare anche il resto el mondo.
Allora, per fare una cosa del genere, bisogna tirare fuori tutti e dico tutti gli scheletri nell'armadio, rendere illeciti i paradisi fiscali e ri-inserire uno stato iper-controllore.
Questo immagino verrà fatto.

Io a questo punto ho un idea migliore: facciamo rinuire il G20, una bella partita a Monopoli e poi vediamo cosa succede, sempre meglio che giocare a Risiko. La banca la tengono i banchieri della Fed con di fianco qualche croupier di quelli che non si fanno fregare, i cartonicini li facciamo fare in Cina e sopra ai soldi ci mettiamo l'uomo Vitruviano, L'Aquila imperiale, la piramide, la Falce ed il Fascio, così sono contenti tutti. Altrimenti si aggiunge un mazzo di rose in mezzo al tavolo.
Tra gil impevisti ci mettiamo la gara a salsiccia e birra così almeno cinquant'anni di consumismo saranno serviti a qualcosa.
Le case e gli albergi li facciamo a risparmio energetico, mentre tra le probabilità abbiamo gli zingari che vanno ad occuparle.

venerdì 31 luglio 2009

Chiavi di accesso Luglio 09

A breve dovrei riportare la seconda parte della considerazione sull'energia, il fatto è che c'è talmente tanto da dire, ed è così facile scrivere banalità, che mi sono un pò arenato.

Detto questo, passiamo alle chiavi di accesso al sito del mese che sta terminando:

1 - "a quanto va la terra che gira intorno al sole ?" Non so, secondo gli scienziati, la terra compiendo la sua orbita ellittica varia di velocità al variare della distanza con il sole e secondo altri fattori. Comunque MSN Encarta dice che la terra orbita attorno al sole " a una distanza media di 149.503.000 km e con una velocità media di 29,8 km/s," . Ciò tradotto significherebbe che la terra sta andando ad un decimo della velocità della luce, pur viaggiando ad una velocità impensabile per noi: più di centomila chilometri all'ora. Il giro totale che deve fare a questa velocità media è di 938.900.000 km. Quindi abbiamo 938.900.000 / 108.000 = 8693 ore che corrispondono a 362 giorni, quindi con le virgole e qualche approssimazione, almeno i conti tornano. C'è poi da dire che sempre Encarta ci ricorda come la terra, in quanto parte del sistema solare, si muova ad altri 20,1 kilometri al secondo, verso Ercole, e come tutta la via Lattea si muova verso la costellazione del Leone.

2 - "accettano euro in Finlandia?" Si, il paese è entrato nell'Eurozona alla fine degli anni 90.

3 - " comportamento del terreno come conduttore elettrico dispense" interessante, se possibile, in futuro tratterò l'argomento meglio.

4 - "Gesù aveva sorelle" Può darsi. Ci sono due scuole di pensiero che interpretano un passo del Vangelo in due modi differenti. C'è chi pensa a compagni e c'è chi pensa a fratelli. C'è chi è arrivato a dire che San Giacomo fosse il fratello di Gesù.

5 - "l'Avis e la massoneria" L'Avis è una associazione a scopi benefici fondata da un massone. Conta 1.200.000 volontari che nel 2008 hanno donato due milioni di sacche, pari a 900.000 litri di sangue. In molti interventi e trapianti il sangue è largamente usato dai medici, il fatto di donare il sangue e non venderlo è considerato etico.
Critiche forti non sono presenti sulla rete. Per alcuni l'Avis procura sangue ai "rettiliani". Buon appetito.


6 - "massoneria a roma oggi rotary club" il Lions ed il Rotary sono vicini alla massoneria, spesso si pongono scopi simili e sono stati fondati da massoni o personaggi vicino alla massoneria.
Il rotary Club ha lo scopo di provvedere allo sviluppo del mondo in modo di eliminare la povertà e le sofferenze e di servire il prossimo secondo progetti internazionali volti anche a mantenere la pace e portare istruzione.
A volte finanziano progetti benefici, anche se poi in realtà c'è sempre la tendenza a favorire chi è interno alla associazione creando una specie di gruppo elitario estraneo alla meritocrazia e filantropico secondo criteri definibili quantomeno soggettivi ed anche selettivi.
E' comune che persone famose o con ruoli di impegno nella società attuale facciano parte di queste associazioni, anche negli anni 20 molti industriali di importanza essenziale in Italia facevano parte del Rotary ed alcuni diventarono assieme anche fascisti.
Negli anni '20 nel Rotary vi erano: Agnelli, Motta, Marzotto, Pirelli, Ranelletti dopo la guerra si notavano Agnelli, Pirelli, Ranelletti, Merzagora, Corbellini.
Nel sito del Rotary si distingue l'associazione dalla Massoneria, in quanto la prima paleserebbe tutte le intenzioni mentre la seconda no. Ciò corrisponde grossomodo a verità, anche se non esclude che l'associazione stessa non sia un emanazione della massoneria. Marconi, JFK, Pavarotti erano del Rotary Club. Mentre Prodi, Andreotti o George W. Bush sono stati fatti soci onorari.

7 - ma satana esiste? Satana significa avversario.

Nella Bibbia il serpente della Genesi è considerato il male. Nella cultura Cristiana si parla di un nemico, la storia di Lucifero come angelo caduto mi pare sia negli apocrifi. Nelle culture orientali la questione è spesso più amalgamata. Demoni di diverso tipo sono sempre stati citati in passato in diverse culture, al giorno d'oggi la scienza è portata a credere che siano più questioni di auto-suggestione o cose simili.
Io non so queste cose, ma con molta probabilità a certe frequenze della materia universale si possono riscontrare entità che l'uomo probabilmente definirebbe altamente negative, entità che non escludo possano essere sottomesse ad una maggiore.

8 - " non credere alle favole anticancro di internet"
Spesso su internet si trova roba davvero discutibile. Non è detto che con il bicarbonato non sia possibile curare il cancro, così come a quanto pare si potevano ottenere miglioramenti con la cura Di Bella. Ognuno deve essere libero di poter scegliere quello che ritiene più giusto, libertà di cura, consapevole dei rischi ai quali va incontro. Se una cura non è affine ai parametri della medicina moderna , non per questo non può essere applicata. I truffatori ed i bugiardi vanno però messi con le spalle al muro, anche perchè tralasciando alcuni difetti, non è vero che la medicina moderna non sia efficace, anzi.

9 - "significato robot a 6 braccia massoneria" non lo conosco.

E anche 'sta volta ho finito.

sabato 25 luglio 2009

Precarietà e percezione del tempo

Una delle cose che a volte sconvolge il mio pensiero e la mia anima, è la percezione del tempo e la costanza di ciò che ci circonda, pur essendo in realtà la materia in continua trasformazione, e le probabilità che essa si modifichi radicalmente, tutt'altro che basse.
Immerso in un mondo plasmato da noi uomini che possiamo viaggiare da un capo all'altro della terra in poche ore, dove le informazioni possono viaggiare a velocità pressochè istantanee, dove in pochi anni si possono costruire intere città con grattacieli alti decine di metri pronte ad ospitare decine di migliaia di persone, ed in poche ore si possono totalmente disintegrare città molto più grandi.
Rimango totalmente perplesso a pensare come la materia che mi circonda possa rimanere stabile, a prima vista immutata, per periodi di tempo anche lunghissimi.
Osservo alberi che hanno secoli, alberi che hanno visto il sole sorgere anche centinaia di migliaia di volte, hanno visto le stagioni passare, perdendo e rimettendo le foglie.
Vedo costruzioni che hanno più di cento anni e sono rimaste quasi immutate dal tempo, che hanno superato eventi atmosferici, battaglie, il disordine umano. Scale di marmo perfettamente lisce, che sono state calpestate anche milioni di volte.
Libri di carta antichi, che hanno decenni e secoli, perfettamente conservati, che portano con loro immutate le espressioni di chi le ha scritte.
Stampe o dipinti che ritraggono cose esattamente come le ha disegnate chi ha suo tempo, voleva comunicare qualcosa.
Penso a come sia surreale vedere a che punto è arrivata la tecnologia e come vivono la maggior parte uomini, ma più di questo, penso a come l'uomo riesca a rimanere incredibilmente in vita così tanto a lungo in periodi come questi.
Quante cose mi sono capitate e misteriosamente ci sono ancora. Come tanti, ho viaggiato in aerei che potevano cadere, ho nuotato in mezzo al mare per chilometri, ho guidato l'automobile per decine e decine di migliaia di chilometri. Anche soltanto guardando a come è incredibilmente ordinato il traffico, a volte si prova un senso di soggezione. Ho guidato completamente ubriaco diverse notti, sono stato coinvolto in incidenti quasi mortali, ho volato su deltaplani od in mezzo al vuoto attaccato ad una corda, ho viaggiato in paesi quando non avevo idea di cosa avrei incontrato, ho fatto a botte, mi hanno punto insetti che non so neanche cosa fossero, ho avuto malattie comuni, che solo in altri tempi avrebbero potuto uccidere tanta gente, sono caduto da alberi, da impalcature, da scale, ho mangiato sostanze che potevano essere molto pericolose, ho conosciuto persone che mi hanno umiliato fintanto che era loro possibile, ho bevuto acqua dalle pozzanghere, ho spaccato vetri ed anche un termosifone, con la testa, ho camminato da solo lungo strade per centinaia di chilometri, ho preso fuoco, mi sono arrampicato su montagne senza essere capace di scendere, o perdendomi in mezzo alla neve, mi è capitato di infrangere le leggi, di odiare, di desiderare la morte, di bestemmiare, di non dormire e non mangiare. Nonostante questo, sono ancora qua.

Ed io non ho una vita tra le più movimentate, la maggior parte di cose che ho elencato, l'hanno fatto moltissime persone della mia età nate in Italia.
Mi chiedo però una cosa: Ogni ora che passa potrebbero succedere un'infinità di cose ad ognuno, eppure mediamente si muore a 80 anni, lasciando passare 700800 ore.
Ora, se considera questa cosa, pur sapendo che l'evoluzione del comportamento è sempre in progresso, io credo che sia difficile negare l'esistenza di una legge divina o credere davvero che il mondo sia generato dal caos.

mercoledì 22 luglio 2009

Considerazioni sull'energia -parte prima-

L'energia è ovunque.
Tutto ciò che ci circonda è tramutabile in energia, tutto quanto abbiamo intorno è inoltre in movimento: panta rei, ovvero, tutto scorre.
Secondo un principio ben noto, nulla si crea nulla si distrugge ma tutto si trasforma, ogni cosa con la quale siamo in contatto è in transformazione, ed è potenzialmente energia.
Dire che una cosa non vale niente, parlare del niente, è in realtà una semplificazione alquanto fuorviante, poichè ciò che ci circonda risulta essere, anche se ad un livello di osservazione più meticoloso, qualche cosa.
Già il numero zero stesso, contiene un mistero non da poco, nell'antichità diverse popolazioni, tralle quali i Greci, si sono chieste se lo zero potesse esistere, poichè se qualcosa non è nulla, è difficile che possa essere qualcosa; i paradossi di Zenone dipendono in effetti dall'incertezza riguardante il concetto di zero. Gli Ebrei indicano lo zero stesso con "efes" (Alef, Pe, Samekh): il termine non significa nulla, ma "una piccola quantità", lo stesso numero nella Cabala ha un enorme importanza.
Per questo motivo parlare dell'energia e delle fonti di energia in esaurimento è in realtà un concetto che potrebbe portare ad un interpretazione fuorviante di quello che l'energia è in realtà,.

Partiamo da una definizione generale di energia:
energia deriva dal greco energeia, en-ergeia starebbe a significare un opera intensiva (erg-on = opera, azione).
Sul concetto di energia sono state fatte le più disparate considerazioni, alcuni come Wilhelm Ostwald consideravano l'energia e non la materia come la sostanza del mondo fisico, altri scienziati e filosofi si sono interrogati sull'energia chiamandola in modi sempre differenti, come Leibniz che chiamò l'energia cinetica vis viva e l'energia potenziale vis mortua, mentre per Aristotele essa era il principio determinante e attuante che interagisce con la materia.
Secondo la fisica attuale l'energia può essere misurata in base a la forza lavoro che essa produce, mentre può essere divisa in sottocategorie in base alla causa principale che la crea, seguendo il principio deterministico per il quale ad una causa segue sempre un effetto e seguendo la frammentazione accademica del sapere umano che ci ha permesso di dividere la conoscenza in base a caratteristiche arbitrarie scelte dall'uomo.
Per questo motivo abbiano una serie di differenti tipi di energia:
- energia chimica: l'energia che si modifica tra atomi e molecole che reagiscono chimicamente tra loro, può portare ad esempio ad esplosioni, riscaldamento od emissioni di luce che sono in realtà altri tipi di energia (termica, elettromagnetica...)
- energia cosmica:, tutta l'energia che la terra riceve dal cosmo, dall'energia solare e proveniente da altre stelle di natura nucleare e elettromagnetica ai raggi cosmici , che sono particelle subatomiche di materia e talvolta anche di antimateria che possono avere una massa a riposo anche elevatissima, inesistente sul nostro pianeta. Alcune di queste particelle potrebbero essere, secondo alcuni scienziati della NASA, generate da buchi neri in rotazione.
- energia atomica: energia che risulta da processi di fissione o fusione del nucleo dell'atomo
- energia raggiante: energia energia elettromagnetica o luminosa che possono emetere gli elettroni
- energia elastica: l'energia potenziale che nasce da un solido elastico a seguito di una sua deformazione, restituita in energia meccanica che risulta quando il corpo ritorna allo stato originario.

- energia elettrica, divisibile a sua volta in:
- energia elettrostatica ed energia elettrocinetica: in senso lato, l'energia elettrica, è la forza che si crea quando si muovono cariche elettriche quali elettroni che sono per definizione particelle subatomiche caricate con il segno meno.
Nella pila di volta ad esempio, secondo quella che è la spiegazione attuale definita come fenomeno elettrochimico, gli elettroni...

Continua nella parte due

mercoledì 8 luglio 2009

Chiavi di accesso Giugno 2009

Ecco l'analisi di alcune tra le chiavi di ricerca che hanno portato al blog:


1- Cos'è l'eurosistema?

L'Eurosistema è definito come l'insieme della BCE e delle banche centrali dei singoli paesi membri che hanno introdotto l'Euro nella terza fase della Unione economica e monetaria.
L'Eurosistema è governato dal consiglio direttivo e dal comitato esecutivo della BCE e ha assunto il compito di condurre la politica monetaria unica per l'area dell'Euro il 1° gennaio 1999 con l' obiettivo primario di mantenere la stabilità dei prezzi.
Importante notare che l'Eurosistema non comprende, a differenza del Sistema Europeo delle banche centrali, anche le banche centrali che non hanno aderito alla zona Euro. Inizialmente si pensava che tutti avrebbero aderito, ma in seguito è sorta la necessità a causa delle scelte di paesi quali L'Inghilterra, la Danimarca, che hanno una deroga ai potocolli del trattato di Maastricht, che consente loro di non entrare. Altri Stati invece, come la Svezia e la Polonia, preferiscono non entrare.

2- Tesla aveva creato la macchina volante del secolo dove sono finiti i suoi progetti?
Glieli avranno presi quelli dell'FBI o della CIA, no? C'è chi dice che il sistema haarp è costruito seguendo un suo progetto.

3 - zoroastrani italiani
prova a dare un occhiataqua e qua.

martedì 7 luglio 2009

Rothbard e lo stato falsario

Un amico mi ha dato da leggere un libro importante.

Murray N. Rothbard, "Lo stato falsario [ecco cosa i governi hanno fatto ai nostri soldi]" Leonardo Facco Editore

Il libro è pieno di informazioni molto importanti sull'emissione della moneta, ed il ruolo del sistema bancario nell'economia del ventesimo (e quindi ventunesimo) secolo.
Avendo approfondito in questi ultimi due anni il tema in merito, conoscevo già la maggior parte delle cose qui contenute, mi è stato utile leggere ed ascoltare il Signor Pascucci, così come Nino Galloni, Eugenio Benetazzo, Giacinto Auriti, Maurizio Blondet, Marcello Pamio, Marco Dalla Luna e Antonio Miclavez, Marco Saba, Beppe Grillo, Eustache Mullins, Ezra Pound, Charles E. Coughlin ed altri.
Faccio notare come solo un anno e mezzo fa, quando mi interessavo di tali questioni e dopo avere considerato che in effetti i discorsi sul tema del signoraggio monetario erano per lo più frutto di ragionamenti sensati, mi scontravo con una forte opposizione nella maggior parte delle persone disposte a discutere su tale argomento.

Detto questo, ecco alcune considerazioni sul libro:

Il libro è stato finito di stampare nell'aprile del 2005, ma salvo alcuni aggiornamenti, fu pubblicato per la prima volta nel 1964 in lingua inglese.
Il tema principale del libro è una critica condivisibile a come il valore della moneta si sia svilito, a causa della soppressone del contro-valore aureo, a causa delle banche che possono moltiplicare il denaro in circolazone tramite la riserva frazionaria ed a causa della facoltà delle banche centrali di emettere denaro in regime di monopolio, della infallibilità di tali banche che stanno al di sopra di tutto e tutti e che nessuno osa mai criticare apertamente, poiché hanno la fiducia delle persone e soprattutto rappresentano i pilastri della moderna economia mondiale.
La soluzione per Rothbard è nel libero mercato, le banconote devono avere controvalore aureo e/o argenteo ed il valore dell'oro deve essere deciso in regime di libero mercato senza intervento da parte di nessuno, la riserva frazionaria in un regime di libero mercato, non dovrebbe esistere.
Parlando della prospettiva dei governi di volere un governo mondiale con un unica moneta e banca centrale, Rothbard parla di sogno per adesso irrealizzabile, ed evidenzia gli aspetti negativi che si stanno verificando per raggiungere tale scopo che comunque a parer suo condurrebbe ad un iper inflazione.
Nell'ultimo capitolo del libro vi è un interessante excursus storico sul sistema monetario dell'Occidente negli ultimi due secoli, con particolare enfasi al fatto che l'America abbia confiscato tutto l'oro dei cittadini considerando un antipatriota e criminale chi vi si opponesse.

Nella post-fazione di Fabio Gallazzi scritta nell'Ottobre 2004 leggiamo
"Gli uomini e le donne non hanno capito la vera natura dello Stato; continuano a cercare soluzioni in ricette pseudo alternative di governo. Non si rassegnano ad accettare che il governo è il problema. In questo senso il realizzarsi di un iperinflazione incontrollata potrebbe segnare il tramonto della politica. In un epoca in cui lo Stato e le canaglie che lo gestiscono dispongono di armi che potrebbero distruggere la vita umana sul pianeta, solo una rivoluzione culturale anarco-libertaria può salvare l'umanità nei secoli. E' necessario andare oltre allo Stato, costruire un ordine senza ordinamento. Il mezzo di scambio di tale ordine è l'oro."

E quindi il profetico
"tutte le tensioni economiche causate dalla manipolazione sono come l'energia delle masse tettoniche che si scontrano nelle profondità della terra: riveleranno tutta la loro energia nello stesso momento. Qualcosa dovranno mollare: è naturale."


Un paio di considerazioni personali:

Rothbard è stato allievo di Von Mises, è esponente di un movimento da lui nominato "Anarco capitalista" altri lo indicano come precursore dei moderni liberisti, è comunque considerato tra i massimi pensatori della "scuola Austriaca".
La sua idea di porre il libero mercato sopra tutto è affascinante ma personalmente credo sia di difficile applicazione se non pericolosa.
In linea di massima si può affermare che l'idea di Rothbard sia quello di eliminare lo stato perchè a suo dire è innaturale e sostanzialmente violento, per fare posto a quello che che dovrebbe emergere da questa condizione di libertà, che a quanto ho capito sarebbe a suo dire una situazione dove la proprietà privata viene rispettata e le regole sono auto imposte dai consumatori che si aggregheranno tra loro per motivi intrinsechi alla natura umana.
Ho provato ad immaginare una situazione del genere e mi sono fermato a pensare alcuni punti che credo importanti.

In una condizione del genere:

- Viene meno lo stato di diritto perciò si presuppone che gli esseri umani si rispettino in quanto siamo tutti simili e tendenti ad un ordine positivo e non perchè vi siano delle leggi da applicare.

- Applicando questo principio, tante persone si verranno a trovare in stati di povertà estrema, molte avranno vita breve ed i reati, come visto nella storia, potranno moltiplicarsi.

- Mantenendo, come è logico e ribadito, la proprietà privata, i proprietari terrieri nel lungo periodo verranno ad acquistare un importanza maggiore dei soggetti privi di proprietà terriera, che potrebbero facilmente finire in schiavitù e rimanere privi di qualsiasi potere contrattuale.

Questi primi tre punti, potrebbero anche andarmi bene, vi sono però un paio di punti essenziali da considerare:

- Il puro capitalismo per Rothbard corrisponde ad una vera espressione dell'anarchia, in realtà il puro capitalismo corrisponde all'apoteosi del libero mercato e del denaro, che come si è visto, almeno storicamente, arriva a scavalcare l'importanza dei valori umani e dell'uomo.
Nella mia convinzione, l'uomo è per natura un essere che tende verso il bene, cosiccome è per propria natura un essere che tende alla socialità, come è necessario accoppiarsi per potersi riprodurre.
Per motivi però legati alla natura stessa, l'essere umano ragiona egocentricamente ed anche egoisticamente e nella sua crescita ed espansione arriva a sottomettere gli altri esseri viventi e quindi gli altri suoi simili a meno che la parte di lui considerata oggi come intelligenza o pensiero, non lo porti ad annullare la sua volontà di dominio per canalizzarla in scopi che non potrebbe raggiungere da solo, scopi a lui superiori, che lo spingono ad associarsi con altre persone dagli stessi ideali.
Il mero profitto economico e l'avidità portano l'uomo a servire il Dio denaro ed annullarsi per esso, rimanendo in balia di chi ha ideali più alti.

- I consumatori nel lungo periodo si riuniranno, verranno a crearsi gruppi di potere (religiosi, familiari e nobiliari, idealistici e statalisti) come già accade ed è accaduto in passato. L'associazione tra persone per diversi motivi, dall'amicizia, passando per la comunanza di alcuni ideali o di vivere in ambienti vicini, è una delle cose più spontanee della natura umana.
Cosa eviterebbe loro di farlo? Un ideologia od un potere prevarrebbero poichè le scelte dei singoli esseri umani o consumatori, verrebbero per forza di cose a scontrarsi quanto è vero che non tutti ragionano allo stesso modo, negli stessi termini di tempo ed hanno le stesse capacità. Per questo motivo verrebbero a ricrearsi pseudo signorie medioevali che seguono volontà del sovrano, pseudo stati attuali con regole e leggi, associazioni che condividono stessi criteri ideologici ed/od estetici, e gruppi religiosi con dogmi e prescrizioni: la teoria dell'anarco capitalismo non sarebbe più garantita da nessun soggetto ma risulterebbe semplicemente un sovvertire l'ordine delle cose temporaneamente.
Apprezzabile è stato però sottolineare che l'attuale emissione di denaro è fraudolenta ed io aggiungerei, corrisponde più ad obbedienza da parte delle persone piuttosto che ad una logica matematica.