venerdì 31 luglio 2009

Chiavi di accesso Luglio 09

A breve dovrei riportare la seconda parte della considerazione sull'energia, il fatto è che c'è talmente tanto da dire, ed è così facile scrivere banalità, che mi sono un pò arenato.

Detto questo, passiamo alle chiavi di accesso al sito del mese che sta terminando:

1 - "a quanto va la terra che gira intorno al sole ?" Non so, secondo gli scienziati, la terra compiendo la sua orbita ellittica varia di velocità al variare della distanza con il sole e secondo altri fattori. Comunque MSN Encarta dice che la terra orbita attorno al sole " a una distanza media di 149.503.000 km e con una velocità media di 29,8 km/s," . Ciò tradotto significherebbe che la terra sta andando ad un decimo della velocità della luce, pur viaggiando ad una velocità impensabile per noi: più di centomila chilometri all'ora. Il giro totale che deve fare a questa velocità media è di 938.900.000 km. Quindi abbiamo 938.900.000 / 108.000 = 8693 ore che corrispondono a 362 giorni, quindi con le virgole e qualche approssimazione, almeno i conti tornano. C'è poi da dire che sempre Encarta ci ricorda come la terra, in quanto parte del sistema solare, si muova ad altri 20,1 kilometri al secondo, verso Ercole, e come tutta la via Lattea si muova verso la costellazione del Leone.

2 - "accettano euro in Finlandia?" Si, il paese è entrato nell'Eurozona alla fine degli anni 90.

3 - " comportamento del terreno come conduttore elettrico dispense" interessante, se possibile, in futuro tratterò l'argomento meglio.

4 - "Gesù aveva sorelle" Può darsi. Ci sono due scuole di pensiero che interpretano un passo del Vangelo in due modi differenti. C'è chi pensa a compagni e c'è chi pensa a fratelli. C'è chi è arrivato a dire che San Giacomo fosse il fratello di Gesù.

5 - "l'Avis e la massoneria" L'Avis è una associazione a scopi benefici fondata da un massone. Conta 1.200.000 volontari che nel 2008 hanno donato due milioni di sacche, pari a 900.000 litri di sangue. In molti interventi e trapianti il sangue è largamente usato dai medici, il fatto di donare il sangue e non venderlo è considerato etico.
Critiche forti non sono presenti sulla rete. Per alcuni l'Avis procura sangue ai "rettiliani". Buon appetito.


6 - "massoneria a roma oggi rotary club" il Lions ed il Rotary sono vicini alla massoneria, spesso si pongono scopi simili e sono stati fondati da massoni o personaggi vicino alla massoneria.
Il rotary Club ha lo scopo di provvedere allo sviluppo del mondo in modo di eliminare la povertà e le sofferenze e di servire il prossimo secondo progetti internazionali volti anche a mantenere la pace e portare istruzione.
A volte finanziano progetti benefici, anche se poi in realtà c'è sempre la tendenza a favorire chi è interno alla associazione creando una specie di gruppo elitario estraneo alla meritocrazia e filantropico secondo criteri definibili quantomeno soggettivi ed anche selettivi.
E' comune che persone famose o con ruoli di impegno nella società attuale facciano parte di queste associazioni, anche negli anni 20 molti industriali di importanza essenziale in Italia facevano parte del Rotary ed alcuni diventarono assieme anche fascisti.
Negli anni '20 nel Rotary vi erano: Agnelli, Motta, Marzotto, Pirelli, Ranelletti dopo la guerra si notavano Agnelli, Pirelli, Ranelletti, Merzagora, Corbellini.
Nel sito del Rotary si distingue l'associazione dalla Massoneria, in quanto la prima paleserebbe tutte le intenzioni mentre la seconda no. Ciò corrisponde grossomodo a verità, anche se non esclude che l'associazione stessa non sia un emanazione della massoneria. Marconi, JFK, Pavarotti erano del Rotary Club. Mentre Prodi, Andreotti o George W. Bush sono stati fatti soci onorari.

7 - ma satana esiste? Satana significa avversario.

Nella Bibbia il serpente della Genesi è considerato il male. Nella cultura Cristiana si parla di un nemico, la storia di Lucifero come angelo caduto mi pare sia negli apocrifi. Nelle culture orientali la questione è spesso più amalgamata. Demoni di diverso tipo sono sempre stati citati in passato in diverse culture, al giorno d'oggi la scienza è portata a credere che siano più questioni di auto-suggestione o cose simili.
Io non so queste cose, ma con molta probabilità a certe frequenze della materia universale si possono riscontrare entità che l'uomo probabilmente definirebbe altamente negative, entità che non escludo possano essere sottomesse ad una maggiore.

8 - " non credere alle favole anticancro di internet"
Spesso su internet si trova roba davvero discutibile. Non è detto che con il bicarbonato non sia possibile curare il cancro, così come a quanto pare si potevano ottenere miglioramenti con la cura Di Bella. Ognuno deve essere libero di poter scegliere quello che ritiene più giusto, libertà di cura, consapevole dei rischi ai quali va incontro. Se una cura non è affine ai parametri della medicina moderna , non per questo non può essere applicata. I truffatori ed i bugiardi vanno però messi con le spalle al muro, anche perchè tralasciando alcuni difetti, non è vero che la medicina moderna non sia efficace, anzi.

9 - "significato robot a 6 braccia massoneria" non lo conosco.

E anche 'sta volta ho finito.

sabato 25 luglio 2009

Precarietà e percezione del tempo

Una delle cose che a volte sconvolge il mio pensiero e la mia anima, è la percezione del tempo e la costanza di ciò che ci circonda, pur essendo in realtà la materia in continua trasformazione, e le probabilità che essa si modifichi radicalmente, tutt'altro che basse.
Immerso in un mondo plasmato da noi uomini che possiamo viaggiare da un capo all'altro della terra in poche ore, dove le informazioni possono viaggiare a velocità pressochè istantanee, dove in pochi anni si possono costruire intere città con grattacieli alti decine di metri pronte ad ospitare decine di migliaia di persone, ed in poche ore si possono totalmente disintegrare città molto più grandi.
Rimango totalmente perplesso a pensare come la materia che mi circonda possa rimanere stabile, a prima vista immutata, per periodi di tempo anche lunghissimi.
Osservo alberi che hanno secoli, alberi che hanno visto il sole sorgere anche centinaia di migliaia di volte, hanno visto le stagioni passare, perdendo e rimettendo le foglie.
Vedo costruzioni che hanno più di cento anni e sono rimaste quasi immutate dal tempo, che hanno superato eventi atmosferici, battaglie, il disordine umano. Scale di marmo perfettamente lisce, che sono state calpestate anche milioni di volte.
Libri di carta antichi, che hanno decenni e secoli, perfettamente conservati, che portano con loro immutate le espressioni di chi le ha scritte.
Stampe o dipinti che ritraggono cose esattamente come le ha disegnate chi ha suo tempo, voleva comunicare qualcosa.
Penso a come sia surreale vedere a che punto è arrivata la tecnologia e come vivono la maggior parte uomini, ma più di questo, penso a come l'uomo riesca a rimanere incredibilmente in vita così tanto a lungo in periodi come questi.
Quante cose mi sono capitate e misteriosamente ci sono ancora. Come tanti, ho viaggiato in aerei che potevano cadere, ho nuotato in mezzo al mare per chilometri, ho guidato l'automobile per decine e decine di migliaia di chilometri. Anche soltanto guardando a come è incredibilmente ordinato il traffico, a volte si prova un senso di soggezione. Ho guidato completamente ubriaco diverse notti, sono stato coinvolto in incidenti quasi mortali, ho volato su deltaplani od in mezzo al vuoto attaccato ad una corda, ho viaggiato in paesi quando non avevo idea di cosa avrei incontrato, ho fatto a botte, mi hanno punto insetti che non so neanche cosa fossero, ho avuto malattie comuni, che solo in altri tempi avrebbero potuto uccidere tanta gente, sono caduto da alberi, da impalcature, da scale, ho mangiato sostanze che potevano essere molto pericolose, ho conosciuto persone che mi hanno umiliato fintanto che era loro possibile, ho bevuto acqua dalle pozzanghere, ho spaccato vetri ed anche un termosifone, con la testa, ho camminato da solo lungo strade per centinaia di chilometri, ho preso fuoco, mi sono arrampicato su montagne senza essere capace di scendere, o perdendomi in mezzo alla neve, mi è capitato di infrangere le leggi, di odiare, di desiderare la morte, di bestemmiare, di non dormire e non mangiare. Nonostante questo, sono ancora qua.

Ed io non ho una vita tra le più movimentate, la maggior parte di cose che ho elencato, l'hanno fatto moltissime persone della mia età nate in Italia.
Mi chiedo però una cosa: Ogni ora che passa potrebbero succedere un'infinità di cose ad ognuno, eppure mediamente si muore a 80 anni, lasciando passare 700800 ore.
Ora, se considera questa cosa, pur sapendo che l'evoluzione del comportamento è sempre in progresso, io credo che sia difficile negare l'esistenza di una legge divina o credere davvero che il mondo sia generato dal caos.

mercoledì 22 luglio 2009

Considerazioni sull'energia -parte prima-

L'energia è ovunque.
Tutto ciò che ci circonda è tramutabile in energia, tutto quanto abbiamo intorno è inoltre in movimento: panta rei, ovvero, tutto scorre.
Secondo un principio ben noto, nulla si crea nulla si distrugge ma tutto si trasforma, ogni cosa con la quale siamo in contatto è in transformazione, ed è potenzialmente energia.
Dire che una cosa non vale niente, parlare del niente, è in realtà una semplificazione alquanto fuorviante, poichè ciò che ci circonda risulta essere, anche se ad un livello di osservazione più meticoloso, qualche cosa.
Già il numero zero stesso, contiene un mistero non da poco, nell'antichità diverse popolazioni, tralle quali i Greci, si sono chieste se lo zero potesse esistere, poichè se qualcosa non è nulla, è difficile che possa essere qualcosa; i paradossi di Zenone dipendono in effetti dall'incertezza riguardante il concetto di zero. Gli Ebrei indicano lo zero stesso con "efes" (Alef, Pe, Samekh): il termine non significa nulla, ma "una piccola quantità", lo stesso numero nella Cabala ha un enorme importanza.
Per questo motivo parlare dell'energia e delle fonti di energia in esaurimento è in realtà un concetto che potrebbe portare ad un interpretazione fuorviante di quello che l'energia è in realtà,.

Partiamo da una definizione generale di energia:
energia deriva dal greco energeia, en-ergeia starebbe a significare un opera intensiva (erg-on = opera, azione).
Sul concetto di energia sono state fatte le più disparate considerazioni, alcuni come Wilhelm Ostwald consideravano l'energia e non la materia come la sostanza del mondo fisico, altri scienziati e filosofi si sono interrogati sull'energia chiamandola in modi sempre differenti, come Leibniz che chiamò l'energia cinetica vis viva e l'energia potenziale vis mortua, mentre per Aristotele essa era il principio determinante e attuante che interagisce con la materia.
Secondo la fisica attuale l'energia può essere misurata in base a la forza lavoro che essa produce, mentre può essere divisa in sottocategorie in base alla causa principale che la crea, seguendo il principio deterministico per il quale ad una causa segue sempre un effetto e seguendo la frammentazione accademica del sapere umano che ci ha permesso di dividere la conoscenza in base a caratteristiche arbitrarie scelte dall'uomo.
Per questo motivo abbiano una serie di differenti tipi di energia:
- energia chimica: l'energia che si modifica tra atomi e molecole che reagiscono chimicamente tra loro, può portare ad esempio ad esplosioni, riscaldamento od emissioni di luce che sono in realtà altri tipi di energia (termica, elettromagnetica...)
- energia cosmica:, tutta l'energia che la terra riceve dal cosmo, dall'energia solare e proveniente da altre stelle di natura nucleare e elettromagnetica ai raggi cosmici , che sono particelle subatomiche di materia e talvolta anche di antimateria che possono avere una massa a riposo anche elevatissima, inesistente sul nostro pianeta. Alcune di queste particelle potrebbero essere, secondo alcuni scienziati della NASA, generate da buchi neri in rotazione.
- energia atomica: energia che risulta da processi di fissione o fusione del nucleo dell'atomo
- energia raggiante: energia energia elettromagnetica o luminosa che possono emetere gli elettroni
- energia elastica: l'energia potenziale che nasce da un solido elastico a seguito di una sua deformazione, restituita in energia meccanica che risulta quando il corpo ritorna allo stato originario.

- energia elettrica, divisibile a sua volta in:
- energia elettrostatica ed energia elettrocinetica: in senso lato, l'energia elettrica, è la forza che si crea quando si muovono cariche elettriche quali elettroni che sono per definizione particelle subatomiche caricate con il segno meno.
Nella pila di volta ad esempio, secondo quella che è la spiegazione attuale definita come fenomeno elettrochimico, gli elettroni...

Continua nella parte due

mercoledì 8 luglio 2009

Chiavi di accesso Giugno 2009

Ecco l'analisi di alcune tra le chiavi di ricerca che hanno portato al blog:


1- Cos'è l'eurosistema?

L'Eurosistema è definito come l'insieme della BCE e delle banche centrali dei singoli paesi membri che hanno introdotto l'Euro nella terza fase della Unione economica e monetaria.
L'Eurosistema è governato dal consiglio direttivo e dal comitato esecutivo della BCE e ha assunto il compito di condurre la politica monetaria unica per l'area dell'Euro il 1° gennaio 1999 con l' obiettivo primario di mantenere la stabilità dei prezzi.
Importante notare che l'Eurosistema non comprende, a differenza del Sistema Europeo delle banche centrali, anche le banche centrali che non hanno aderito alla zona Euro. Inizialmente si pensava che tutti avrebbero aderito, ma in seguito è sorta la necessità a causa delle scelte di paesi quali L'Inghilterra, la Danimarca, che hanno una deroga ai potocolli del trattato di Maastricht, che consente loro di non entrare. Altri Stati invece, come la Svezia e la Polonia, preferiscono non entrare.

2- Tesla aveva creato la macchina volante del secolo dove sono finiti i suoi progetti?
Glieli avranno presi quelli dell'FBI o della CIA, no? C'è chi dice che il sistema haarp è costruito seguendo un suo progetto.

3 - zoroastrani italiani
prova a dare un occhiataqua e qua.

martedì 7 luglio 2009

Rothbard e lo stato falsario

Un amico mi ha dato da leggere un libro importante.

Murray N. Rothbard, "Lo stato falsario [ecco cosa i governi hanno fatto ai nostri soldi]" Leonardo Facco Editore

Il libro è pieno di informazioni molto importanti sull'emissione della moneta, ed il ruolo del sistema bancario nell'economia del ventesimo (e quindi ventunesimo) secolo.
Avendo approfondito in questi ultimi due anni il tema in merito, conoscevo già la maggior parte delle cose qui contenute, mi è stato utile leggere ed ascoltare il Signor Pascucci, così come Nino Galloni, Eugenio Benetazzo, Giacinto Auriti, Maurizio Blondet, Marcello Pamio, Marco Dalla Luna e Antonio Miclavez, Marco Saba, Beppe Grillo, Eustache Mullins, Ezra Pound, Charles E. Coughlin ed altri.
Faccio notare come solo un anno e mezzo fa, quando mi interessavo di tali questioni e dopo avere considerato che in effetti i discorsi sul tema del signoraggio monetario erano per lo più frutto di ragionamenti sensati, mi scontravo con una forte opposizione nella maggior parte delle persone disposte a discutere su tale argomento.

Detto questo, ecco alcune considerazioni sul libro:

Il libro è stato finito di stampare nell'aprile del 2005, ma salvo alcuni aggiornamenti, fu pubblicato per la prima volta nel 1964 in lingua inglese.
Il tema principale del libro è una critica condivisibile a come il valore della moneta si sia svilito, a causa della soppressone del contro-valore aureo, a causa delle banche che possono moltiplicare il denaro in circolazone tramite la riserva frazionaria ed a causa della facoltà delle banche centrali di emettere denaro in regime di monopolio, della infallibilità di tali banche che stanno al di sopra di tutto e tutti e che nessuno osa mai criticare apertamente, poiché hanno la fiducia delle persone e soprattutto rappresentano i pilastri della moderna economia mondiale.
La soluzione per Rothbard è nel libero mercato, le banconote devono avere controvalore aureo e/o argenteo ed il valore dell'oro deve essere deciso in regime di libero mercato senza intervento da parte di nessuno, la riserva frazionaria in un regime di libero mercato, non dovrebbe esistere.
Parlando della prospettiva dei governi di volere un governo mondiale con un unica moneta e banca centrale, Rothbard parla di sogno per adesso irrealizzabile, ed evidenzia gli aspetti negativi che si stanno verificando per raggiungere tale scopo che comunque a parer suo condurrebbe ad un iper inflazione.
Nell'ultimo capitolo del libro vi è un interessante excursus storico sul sistema monetario dell'Occidente negli ultimi due secoli, con particolare enfasi al fatto che l'America abbia confiscato tutto l'oro dei cittadini considerando un antipatriota e criminale chi vi si opponesse.

Nella post-fazione di Fabio Gallazzi scritta nell'Ottobre 2004 leggiamo
"Gli uomini e le donne non hanno capito la vera natura dello Stato; continuano a cercare soluzioni in ricette pseudo alternative di governo. Non si rassegnano ad accettare che il governo è il problema. In questo senso il realizzarsi di un iperinflazione incontrollata potrebbe segnare il tramonto della politica. In un epoca in cui lo Stato e le canaglie che lo gestiscono dispongono di armi che potrebbero distruggere la vita umana sul pianeta, solo una rivoluzione culturale anarco-libertaria può salvare l'umanità nei secoli. E' necessario andare oltre allo Stato, costruire un ordine senza ordinamento. Il mezzo di scambio di tale ordine è l'oro."

E quindi il profetico
"tutte le tensioni economiche causate dalla manipolazione sono come l'energia delle masse tettoniche che si scontrano nelle profondità della terra: riveleranno tutta la loro energia nello stesso momento. Qualcosa dovranno mollare: è naturale."


Un paio di considerazioni personali:

Rothbard è stato allievo di Von Mises, è esponente di un movimento da lui nominato "Anarco capitalista" altri lo indicano come precursore dei moderni liberisti, è comunque considerato tra i massimi pensatori della "scuola Austriaca".
La sua idea di porre il libero mercato sopra tutto è affascinante ma personalmente credo sia di difficile applicazione se non pericolosa.
In linea di massima si può affermare che l'idea di Rothbard sia quello di eliminare lo stato perchè a suo dire è innaturale e sostanzialmente violento, per fare posto a quello che che dovrebbe emergere da questa condizione di libertà, che a quanto ho capito sarebbe a suo dire una situazione dove la proprietà privata viene rispettata e le regole sono auto imposte dai consumatori che si aggregheranno tra loro per motivi intrinsechi alla natura umana.
Ho provato ad immaginare una situazione del genere e mi sono fermato a pensare alcuni punti che credo importanti.

In una condizione del genere:

- Viene meno lo stato di diritto perciò si presuppone che gli esseri umani si rispettino in quanto siamo tutti simili e tendenti ad un ordine positivo e non perchè vi siano delle leggi da applicare.

- Applicando questo principio, tante persone si verranno a trovare in stati di povertà estrema, molte avranno vita breve ed i reati, come visto nella storia, potranno moltiplicarsi.

- Mantenendo, come è logico e ribadito, la proprietà privata, i proprietari terrieri nel lungo periodo verranno ad acquistare un importanza maggiore dei soggetti privi di proprietà terriera, che potrebbero facilmente finire in schiavitù e rimanere privi di qualsiasi potere contrattuale.

Questi primi tre punti, potrebbero anche andarmi bene, vi sono però un paio di punti essenziali da considerare:

- Il puro capitalismo per Rothbard corrisponde ad una vera espressione dell'anarchia, in realtà il puro capitalismo corrisponde all'apoteosi del libero mercato e del denaro, che come si è visto, almeno storicamente, arriva a scavalcare l'importanza dei valori umani e dell'uomo.
Nella mia convinzione, l'uomo è per natura un essere che tende verso il bene, cosiccome è per propria natura un essere che tende alla socialità, come è necessario accoppiarsi per potersi riprodurre.
Per motivi però legati alla natura stessa, l'essere umano ragiona egocentricamente ed anche egoisticamente e nella sua crescita ed espansione arriva a sottomettere gli altri esseri viventi e quindi gli altri suoi simili a meno che la parte di lui considerata oggi come intelligenza o pensiero, non lo porti ad annullare la sua volontà di dominio per canalizzarla in scopi che non potrebbe raggiungere da solo, scopi a lui superiori, che lo spingono ad associarsi con altre persone dagli stessi ideali.
Il mero profitto economico e l'avidità portano l'uomo a servire il Dio denaro ed annullarsi per esso, rimanendo in balia di chi ha ideali più alti.

- I consumatori nel lungo periodo si riuniranno, verranno a crearsi gruppi di potere (religiosi, familiari e nobiliari, idealistici e statalisti) come già accade ed è accaduto in passato. L'associazione tra persone per diversi motivi, dall'amicizia, passando per la comunanza di alcuni ideali o di vivere in ambienti vicini, è una delle cose più spontanee della natura umana.
Cosa eviterebbe loro di farlo? Un ideologia od un potere prevarrebbero poichè le scelte dei singoli esseri umani o consumatori, verrebbero per forza di cose a scontrarsi quanto è vero che non tutti ragionano allo stesso modo, negli stessi termini di tempo ed hanno le stesse capacità. Per questo motivo verrebbero a ricrearsi pseudo signorie medioevali che seguono volontà del sovrano, pseudo stati attuali con regole e leggi, associazioni che condividono stessi criteri ideologici ed/od estetici, e gruppi religiosi con dogmi e prescrizioni: la teoria dell'anarco capitalismo non sarebbe più garantita da nessun soggetto ma risulterebbe semplicemente un sovvertire l'ordine delle cose temporaneamente.
Apprezzabile è stato però sottolineare che l'attuale emissione di denaro è fraudolenta ed io aggiungerei, corrisponde più ad obbedienza da parte delle persone piuttosto che ad una logica matematica.