lunedì 19 novembre 2012

L'idiota e il demone

Dopo il filosofo che parla con il suo demone, e l'uomo che odia il mondo parla con un demone pubblicati nel 2009, è arrivato il momento di concludere la trilogia dei demoni, con "l'idiota parla con un demone."


U: - Eccoti finalmente ti ho visto e ti ho riconosciuto!
D: - Ti piaccio?
U: - Certo, sei molto carino
D:- si
U :- Si, lo so che stai pensando
D :- tu lo sai?
U :- Si, che sono un IDIOTA.
D :- E...?
U :- E hai ragione. Ci ho messo tanto a capire che tutti ti cercano e ti sposti tra tutti coloro che ti cercano.
D :- E...?
U :- E che ragionando così diventeranno una unica entità, i loro cuori pulsando per te saranno come lunghe vene per la tua manifestazione terrena.
D :- Sai che non puoi dire quello che stai dicendo.
U :- Perchè mai?
D :- Perchè se pensi quello che pensi e non stai con me diventerai agli occhi di tutti un povero...
U :- IDIOTA!
D :- Appunto.
U :- No, posso immaginare, ma non lo sapevo.
D :- Quindi?
U :- Quindi vado avanti per la mia strada. Chissà forse un giorno verrai tu dalla mia parte.
D:- Sei proprio un IDI...
U :- Ora vado.

sabato 27 ottobre 2012

Il mio primo e ormai storico quaderno degli appunti

Ci sono elementi che spesso accompagnano la vita di una persona. Mi hanno ridato un quadernino di appunti che i miei genitori mi regalarono e sul quale scrissi tra la fine del 1989 ed il 1990, quindi avevo circa 8 anni. E' una di quelle mini agende calendario che regalavano le assicurazioni o le banche alla fine dell'anno e io ci scrivevo sopra di solito stando seduto per terra, tutti i miei pensieri.
E' incredibile notare come quell'agendina malmessa abbia somiglianza con questo blog.
In pratica ci sono le paginette divise per giorni del mese, ed io vi scrivevo sopra, anche se probabilmente non rispettando le date.
La cosa che mi sconvolge è che ora mi ricordo i momenti in cui lo scrivevo, e che effettivamente per quanto riguarda i lampi di genio, avevo una lucidità maggiore allora di adesso.
Il quaderno riporta temi molto interessanti, eccoli qua riorganizzati e riassunti senza cambiare il testo:


Descrizione della mia carriera da scrittore

" SE - QUALCUNO TROVERA - QUESTO DIARIO - SAPPIA - LA - MIA - STORIA QUINDI - LA - SCRIVO.

1981 - LA MIA - NASCITA
1984 - PARLAVO - GIA' COME UN RAGAZZO GRANDE - E  - SAGGIO ( NON LO DICO PER VANTARMI)
1985 - SAPEVO - GIA' - SCRIVERE- E ANCHE - BENE
1986 - IL - MIO - 1º TEMA COME - UN - FILOSOFO SAGGIO -
1987 - TEMI - STUPENDI - MOLTO APPREZATI DALLA - FAMIGLIA MA - HA SCUOLA -  NON SFRUTTATI SOLO - UNA -MAESTRA - LO - FECE - MA - DI -CUI - SO - SOLO - IL SOPRANNOME CESARINA
AVEVO - ANCHE UN - ALTRA DOTE CHE - TUTTI - I - RAGAZZI - AVEVANO - MA IO - IN PARTICOLARE - LA - FANTASIA
IN - CALLIGRAFIA MALE.
1988 - COMINCIAI A MIGLIORARE SIA A SCUOLA - CHE - A -CASA
1989 - DIVENTAI - COME - GLI - ALTRI
1990 - PRATICO SOLO - X - OBBY - LA SCRITTURA MA - IO - HO - SOLO - 9 ANNI! "

Da notare che feci in tutto un solo giorno di asilo prima delle elementari, e mi insegnò a scrivere mia sorella Marialuisa, poi vissi come turbamento la scuola perchè da un lato volevo essere come gli altri, ma dall'altro lato diventando come gli altri mi rendevo conto di perdere una parte originale di me e della mia interiorità che io consideravo saggezza.

Barzellette varie

Nell'agendina scrivevo di tutto ed incollavo anche figurine di vario genere: Sgorbions, calciatori, Indiana Jones in più riportavo pezzi di canzoni di Baglioni o di Battisti, e barzellette che vedevo da qualche altra parte oppure che mi inventavo io.
"Che cos'è un tartufo? una tertina volante non identificata"
Attaccavo la figurina di Harrison Ford con il sacro Graal in mano e scrivevo sopra
:- AL GASET (il gasato in dialetto) per dire che era troppo su di giri
Attaccavo la figurina di Salvatore Schillaci con catenina d'oro e maglia della Juve e scrivevo sopra:
: - AL BACCALA' per dire che aveva la faccia da pesce lesso
Attaccavo la figurina di Rijkaard con catenina d'oro e maglia del Milan e scrivevo
: - Al CINCIULEN per dire che aveva la faccia da cinciurlino ovvero un qualcosa come uno spolverino per togliere la polvere, termine che più che altro avevo coniato io.
Attaccavo una figurina Sgorbions come Rina Catarrina tutta piena di catarro e scrivevo sotto ":- vai così è una figata!" oppure Mariarosa Rugosa con la pelle tutta raggrinzita e scrivevo sopra :- ecco come sarà mia madre"

L'umorismo a volte andava capito, all'epoca si usavano di più i giochi di parole e soprattutto si metteva in ridicolo per divertirsi.

Una mia vignetta inquietante mostra due adulti, probabilmente in mezzo ad un bosco davanti a legna pronta per essere accesa. Uno dice : -  Come non importano i fiammiferi? Dietro di loro si sta alzando un fantasma di fuoco gigante.
Un altra mia vignetta mostra un treno che passa sopra ad un ponte con le rotaie sopra ad un dirupo ed un mostro volante sotto. Uno dice : - Come è meglio se ci fermiamo?
In un altro disegno c'erano due uomini che stanno cercando di raggiungere un tesoro segnato con una X, si incontrano in cima ad una collina ed uno dice all'altro :- "Ma va scorciatoia, x te per andare a prendere il tesoro c'è una scorciatoia!" Ed in effetti la scorciatoia c'era.

"HO - CHE - BELLO!
CHI HA DETTO OCA?
CHI GATTO?
CHI LETTO?
TU! ALLORA AI CAGATO A LETTO"
Questa è un pò misera perchè oltre ad avere un h in più ed una in meno, non era proprio così perchè sarebbe stato : - Dì oca, Dì gatto, Dì letto. E  quindi: OCAGATTOLETTO
: - hai cagato a letto?

Un altra vignetta mostra una casa con il tetto normale a due falde che va in dentro in maniera assurda per fare spazio solo ad una canna fumaria, ed una automobile fatta a poltrona con i braccioli. A fianco c'è scritto "cosa non si fa x la moda". In quel momento avrò pensato ad un fine sarcarsmo come a dire che le persone sono capaci di abitare in una casa assurda od in una auto assurda solo perchè va di moda.

La vignetta in assoluto più bella e più rappresentativa che ho disegnato è pero la seguente:
Un uomo alto ed isolato è in piedi sopra una specie di podio e parla a gran voce e dall'alto, ad una moltitudine di persone, che potrebbero essere nove, una dozzina od anche più, tutte strette tra loro e racchiuse dentro ad un cubo che lo stanno a sentire.
Sopra c'è la frase con la quale si inizano i discorsi importanti, sia nelle funzioni religiose, sia nelle manifestazioni ufficiali:
: - SIAMO QUI RIUNITI ....
La cosa che fa ridere è che il cubo è stretto e c'è molto posto attorno, ma le persone sono come inscatolate dentro al cubo, mentre lui sta fuori su di un podio e dice appunto "siamo qui riuniti", ma loro sono più che uniti, sono compressi, mentre lui se ne sta lì in alto sui gradini.

Vari appunti

Sul quaderno mi appuntavo tutto: Quando avevo appuntamenti particolari (andare al cinema, la prima confessione, un appuntamento od una festa da amici, numeri di telefono) ma più che altro lo usavo come resoconto (il tal giorno ho avuto mal di denti e la febbre, il tal giorno sono andato a mangiare il gelato, il tal giorno mia sorella è partita per un viaggio, il mio amico si è innamorato di una mia compagna di classe, mia nonna è noiosa, eccetera.
Disegnavo figure astratte, pezzi di ferro, fiori, tramonti, goniometri, squadre, giochi per il tris, monete, qualche panino, un paio di volte delle tette, l'Italia, pensavo al carnevale, ai petardi da scoppiare sopratutto l'ultimo giorno dell'anno, ai film, ai supereroi tipo spider-man e Capitan Power, attaccavo figurine della Ferrari, del calcio e di Indiana Jones, probabilmente avevo anche gli album e quelle erano le doppie, ma non ricordo di avere mai finito una collezione, anche perchè una volta era più difficile e ci volevano più soldi e a me ne davano pochi (A dieci anni la mia paghetta era di 5000 lire a settimana a otto forse non ce l'avevo ), oppure più amici che la facevano: forse ne finii soltanto una.
Spesso davo un giudizio alla giornata: bella, da schifo, sfigata, troppi compiti eccetera.
C'era anche una bella pagina dove scrivevo "HO  DECISO DI FONDARE UN CLUB CON UN SIMBOLO E LO VEDRETE VICINO AL NON AMICO DI INDY".
Questa parte è abbastanza inquietante perchè il non amico di Indy, era l'antagonista di Indiana Jones vestito tutto di nero e stava appiccicato nella seconda pagina del quadernino, quindi avevo scritto "Simbolum", con un teschio con le ossa. Sopra al personaggio c'era però un Rombo diviso in quattro con dei raggi che emanava la parte superiore, a fianco c'era un altro simbolo, ed era la spirale.
Nell'altra paginetta, la prima, c'era la sagoma adesiva dalla quale era stato prelevato il personaggio, il simbolo questa volta, era una specie di occhio, con dentro sempre una specie di rombo (o piramide doppia), e con dentro al posto della pupilla una CACCA marrone.
Avevo anche scritto :- "PAROLA D'ORDINE NERO=BRUTTO" inteso come il colore nero ad esempio dei vestiti del cattivo o i colori scuri in generale (non a caso la moda anni 80 era piena di colore)


Raccomandazioni

" CHI - TORVERA' QUSTO - DIARIO SAPPIA AVERNE CURAQUI SOTTO C'E' UNA MAPPA E UN........ "

Segue una mappa con disegnate una piramide, una porta, un serpente, una fiamma, un orsetto, dell'uva, una scelta difficile da prendere ed infine un robot con le ruote e le antenne.
Credo che io sia stato influenzato anche dalle letture di Topolino, almeno il robot può essere qualcosa che c'entri.
Dopodichè, voltando pagina, ho disegnato una cassaforte ed una specie di diamante con una avvertenza "= POTERE ASSOLUTO MA ....." e quindi una freccia che rimanda ad un segnale stradale che è quello di pericolo generico.

In conclusione credo che il fatto di tenere una specie di diario mi facesse sentire molto figo, un avventuriero tipo il capitano kirk di Star Trek quando redige il diario di bordo, oppure come Cristoforo Colombo quando incontra i nativi americani, o come gli esploratori in Africa.
La vita per me era allora molto avventurosa e pericolosa. Eravamo molto diversi dai bambini di adesso, perchè vivevano in un mondo più comprensibile ma allo stesso tempo un pò magico dove le persone si davano meno confidenza e dove tutto si muoveva ad altri ritmi.
Meglio allora o meglio adesso? Non lo so. Ho compiuto otto anni una volta sola. Però adesso credo ci sia più conoscenza ma meno sogni.

venerdì 19 ottobre 2012

Chiavi di accesso al sito mese di Settembre 2012


1 - "Civiltà antiche senza moneta"  La forma più antica di commercio è sempre stata considerata il baratto, così mi pare di aver capito che molte civiltà erano già organizzate, avevano già i loro usi e costumi, le loro abilità nell'agricoltura, nel commercio, spesso anche la loro religione, senza però avere necessità di moneta. Così da quanto ricordo di avere letto, gli antichi Egizi dei periodi più lontani, non erano soliti usare moneta, così come anche gli antichi Etruschi. I Romani se ho capito bene, all'inizio usavano molto meno la moneta, poi si sono lasciati conquistare dal fascino del lusso orientale, dagli ori, dai gioielli eccetera, almeno questo lo scriveva Plinio nella sua storia naturale, lamentandosi che le persone erano cambiate e che il sistema numerico aveva dovuto essere ampliato appunto per tutti questi nuovi calcoli nell'uso di moneta e nei commerci.
Mi hanno regalato un libro del 2003 di Myrta Merlino sulla moneta con la preazione di Mario Draghi, l'ho appena sfogliato, ma all'inizio ricorda come Alessandro Magno incontrò nei territori dell'Asia, tante ricchezze ma poche monete coniate, e soprattutto pochi che usavano le sue monete, così siccome voleva che il suo volto ed il suo nome fossero impressi nel metallo per i tempi a venire, aprì un numero enorme di posti dove si coniano le monete, che oggi si chiamano zecche. L'importanza di essere su una moneta, o di metterci la faccia. Questo era del resto il meccanismo migliore per gestire il territorio perchè andava direttamente a stabilire la misura del valore della ricchezza.


2 - Gordon gekko l'amore è un invenzione.
Questa era la frase che diceva Michael Douglas in Wall street.
L'avidità per lui era il sentimento che portava l'uomo all'evoluzione. Avidità. Se lo confronto con la precedente chiave di accesso posso capire il suo punto di vista, nel senso che ad esempio per quante ragioni potesse avere Plinio, il fatto che a Roma non si facessero nemmeno i calcoli per grandezze che si avvicinavano al milione di unità, potrebbe indicare che in quel senso il commercio ha aperto la mente degli individui. Se non esistessero questi numeri ad esempio al giorno d'oggi si proverebbe un certo imbarazzo a calcolare quanti abitanti vivono su questo pianeta, dato che l'ordine di grandezza è quello di sette miliardi. Il concetto è però che non si sta parlando di avidità ma di precisione nel calcolo. L'amore è un invenzione è appunto il suo credo, perchè lui vede nell'avidità e nell'individualismo la chiave perchè l'umanità si evolva: più si è avidi, più si diventa acuti, più si è egoisti più si innalza anche il genere umano in generale. Il denaro è un fine e non più un mezzo di scambio, è un valore morale esso stesso e non più un indicatore di ricchezza. L'amore è quindi invenzione del romanticismo, è una semplice attrazione che preserva la specie, funzione dalla quale si può ottenere piacere. Wall street era un film chiave per capire le dinamiche della finanza, come per esempio il fatto che chi è vicino alle aziende è colui che conosce le informazioni importanti e guadagna, gli altri azionisti invece si spartiscono di solito le briciole. Anche Wall street 2 è un film interessante, si vedono i grandi banchieri che spiegano che in certe situazioni o si salva il sistema economico, oppure il casino derivante può essere tale che il mondo intero possa finire.

3 - "Considerazioni personali sull'energia e la sua importanza"
Ora, non è che mi sono dimenticato di trattare questo argomento, il punto è che esporre le proprie considerazioni sull'energia, è un pò come esporre le proprie considerazioni sulla materia, o sull'aria, o sulla acqua.
Tutto è energià: termica-geotermica, eolica, elettrica, idroelettrica, cinetica, elettrostatica, fotoelettrica, vibrazionale, tellurica, molecolare, atomica, gravitazionale, solare, astrale, elastica, elettromagnetica, radiale, muscolare, cellulare, vitale. E' sensata una politica energetica che non esageri con l'uso di elettricità se non serve

4 - "I resti di Betty Ong"
L'undici Settembre è stato portato avanti con la connivenza di alte cariche degli Stati Uniti, non so in che misura siano direttamente responsabili, ma credo che il movente fosse in effetti intraprendere  una guerra per una nuova forma di imperialismo, esportare la cossidetta democrazia, conquistare territori e ricchezze, ed evitare la terza guerra mondiale che potrebbe verificarsi con i musulmani se vengono portati avanti alcuni presunti vecchi piani che circolavano su internet.
Naturalmente questa non è affatto la versione ufficiale, dove un gruppo di fondamentalisti Islamici di nome Al Qaeda, con a Capo un amico di famiglia di Bush, ha deciso fare saltare le torri gemelle, il pentagono, e dirottare un altro aereo contro il più potente stato al mondo per dare una lezione all'occidente, già che c'era è caduto anche un grattacielo lì vicino senza essere colpito, e già che c'erano gli Americani hanno anche attaccato l'Iraq, per stare sicuri. Non so, questi hanno fatto un report.

venerdì 5 ottobre 2012

Perchè mi piace la lingua Italiana ma non mi piace Dante Alighieri

Dante Alighieri è considerato il sommo poeta della lingua Italiana. Si pensa che la lingua italiana sia derivata dal dialetto toscano, od illustre dialetto fiorentino, perchè nei secoli si è deciso di preferire la lingua parlata da Dante, Petrarca e Boccaccio, ad altre forme diciamo di "volgare italiano", come quelle parlate più a Nord o più a Sud, che avevano comunque una loro produzione letteraria.
In particolare i poeti alla corte di Federico II ed il dolce stil novo vennero soppiantati dalla lingua usata poi dalla accademia della Crusca.
Questo lo prendo come dato di fatto, e comunque quel volgare italiano non era poi tanto volgare italiano, nel senso che il popolo d'Italia nella sua totalità aveva idiomi molto più eterogenei, e quella lingua non era usata realmente dal volgo ovvero dal popolo, di tutte le regioni, come in regioni del Nord Italia che avevano un linguaggio, ovvero un dialetto, dove il substrato celtico era più presente, o come la Sardegna, che era rimasta più legata al Latino.
Così io non ho compreso appieno tutte le dinamiche mediante le quali si è affermata la lingua italiana, ma immagino che nel rinascimento, menti illuminate, abbiano puntato tutto sulla produzione dei testi in quell'Italiano derivato dall'illustre dialetto Fiorentino, essendo stata probabilmente Firenze il maggior splendore d'Italia in quegli anni. Questo processo di assimilazione della lingua ha in realtà richiesto diversi secoli, difatti fino alla fine dell'ottocento, oltre ad esserci un tasso di analfabetismo significativo, la maggior parte della popolazione Italiana era legata più a dialetti locali, situazione che si protrasse fino all'inizio del '900. Fu infatti dal secolo scorso che la lingua Italiana come la si conosce si diffuse davvero al popolo Italiano nella sua totalità, prima era una lingua più per letterati, studiosi e borghesi o comunque per persone che avevano a che fare di sovente con le istituzioni e la Chiesa. Quando si studia adesso l'Italiano a scuola si è portati a credere che spontaneamente le persone abbiano scelto di parlare l'Italiano che "si impose" e venne giudicato più utile delle altre lingue. Ma quel "si impose" sembrerebbe quasi testimoniare un autonoma volontà di un linguaggio scritto, che in realtà non esiste, per quanto esso possa essere affascinante. Sono le persone che scelgono quale lingua parlare, e non la lingua stessa che sceglie che le persone la parlino.
Quindi "si impose" o non è in realtà riferito all'Italiano, ma è riferito ad un gruppo di persone fautori della lingua, e sarebbe più corretto da parte loro dire "lo si impose", oppure attribuisce ad una lingua, una volontà che è mendace per quanto essa possa risultare affascinante, ricca, potente, e precisa. Una lingua non ha la facoltà di imporsi, un gusto musicale non ha la facoltà di imporsi, una moda di abbigliamento non ha essa stessa la facoltà di imporsi.
Perchè è la volontà delle persone che lascia affiorire il gusto e la decisione della scelta. Si può dire altre volte per converso che è la mancanza di volontà che le porta ad aderire ad alcune mode ed a prendere alcune decisioni.
Quindi vi era una forte e diffusa volontà che spingeva verso l'introduzione della lingua derivata dal volgare toscano, e debbo dire che io non sto criticando questa volontà, che probabilente era condivisa da molte persone dentro ai circoli letterari, ed aveva probabilmente ottimi propositi, sto criticando il fatto che l'assimiliazione della lingua Italiana al popolo Italiano sia fatta passare come qualcosa di spontaneo o anche solo di democratico, quando se così fosse stato non ci sarebbe voluto tanto tempo, e quando molte persone che avevano ad esempio problemi legali dovevano lasciare parlare studiosi di legge, che sapevano l'Italiano corretto che loro non sapevano.
Un'altra considerazione da fare è ad esempio quanto avvenne dopo, durante il fascismo. Il Fascismo fece della preservazione della lingua Italiana un impegno concreto, del resto era da poco tempo diffusa su scala nazionale la lingua, ed il fascismo volle consolidare l'importanza dell'Italiano multando tra l'altro chiunque cercasse di usare nomi esotici o stranieri, ad esempio nelle attività pubbliche. Questo per capire che in realtà la volontà popolare avrebbe potuto già da molti decenni essere molto più contaminata da Francesismi, Inglesismi, e termini di altre lingue, questo per capire quindi che la volontà popolare si è scontrata con la volontà istituzionale, come del resto avviene ancora oggi ma in maniera meno palese; ora le istituzioni non multano chi usa tremini stranieri, ma si premia chi conserva la lingua italiana e si cerca di non premiare chi nel linguaggio è troppo esterofilo. Quindici anni fa questo era meno presente soprattutto nei confronti dell'Inglese, perchè la volontà che segue la lingua inglese era molto potente. Ora c'è stato un ritorno alla difesa della lingua, io credo sia per un giusto orgoglio nazionale in vista della non rassicurante globalizzazione che non è chiaro poi come sarà gestita e secondo quali principi ed intenzioni, sia perchè l'attuale linguaggio usato dalle persone Inglesi è un pò brutto, almeno quello parlato.
Già Orwell faceva notare come la lingua inglese fosse molto dinamica e cambiasse significativamente nel giro di pochi anni. Oggi ciò è anche più vero, soltanto che pur essendo un ritmo di parlata più cerebrale e che io capisco (perchè se la tua mente viaggia a mille e tu parli ai due all'ora può risultare frustrante per chi non è abituato), diventa un pò troppo ostico per chi non segue il discorso, e risulta anche meno espressivo in termini emozionali.

Quindi, con tutto questo preambolo volevo soltanto dire che per quanto mi piaccia la lingua Italiana, non è che Dante fu un poeta così affascinanate da convincere la maggior parte del popolo d'Italia a parlare come parlava lui, stesso discorso per Boccaccio e Petrarca. Nemmeno i Fiorentini per quanto abbiano prodotto eccellenze indiscusse, hanno convinto direttamente la maggior parte degli Italiani a parlare in modo simile al loro in maniera spontanea, cio è accaduto perchè sono stati portati a farlo, altrimenti non si capisce perchè i dialetti sarebbero resistiti per tanto tempo pur non essendo lingua istituzionale; quindi ai fini di qualsiasi studio,  di rapporti di lavoro e con le istituzioni, inutile. 
  
Voglio precisare che però l'Italiano a me piace molto. Mi piace perchè è una lingua ricca di potenzialità.
Non sono sicuro ma credo che l'avere così tante forme verbali possa in determinati casi portare ad alcune ambiguità, ma se una persona vuole, può comunque essere precisa abbastanza da non permettere ambiguità, mentre con altre lingue non è possibile.
Penso all'Inglese dove ad esempio i sostantivi sono neutri. Ora il carattere sessuale, è presente, che piaccia o meno. C'è chi pensa sia più giusto pensare in maniera asessuale, perchè crede che i concetti più alti siano sia maschili sia femminili, e qua si aprirebbe una parentesi ampissima che passa da concetti di pura logica, attraverso idee Rosacrociane, le manie di Eliogabalo, quel Papa che prima di morire disse che Dio è anche donna fino ad arrivare a concetti angelici.
Ora, io sono sostanzialmente ignorante, ma da come sono cresciuto credo che questa differenza tra uomo e donna sia naturale, filogeneticamente parlando sensata, e anche da un punto di vista culturale porti ad una maggiore elaborazione e conoscenza del mondo, in maniera che chi si prende cura della vita dal suo concepimento e nei suoi primi anni dovrebbe avere un approccio della vita più mirato al dettaglio e alla sicurezza, mentre chi si occupa di portare avanti la specie, alcuni artefatti culturali, e sperimenti strade più incerte, sia più tranquillo nei confronti della morte e nel confrontarsi verso concetti più misteriosi e credo si possa quindi dire, pericolosi.
Ma al di là di tutto ciò, al di là di come qualcuno la possa pensare, rimane il fatto che il cazzo va all'infuori e la gnocca va all'indentro e questi sono caratteri materialmente riscontrabili, quindi un linguaggio che offre una descrizione in più, che discerne qualcosa in più, e che è più preciso, sarà un linguaggio con qualcosa in più di un'altro che questa possibilità non ce l'ha.
Sono certo che qualcuno che leggerà dirà che alcuni termini oltre ad essere superflui sono dannosi, così come ad esempio terminologie relative alla frenologia oppure legate alle razze umane, dato che adesso è in voga dire che dopo tutto le razze umane non esistono. Così per alcuni sarà in futuro dannoso che esistano termini femminili e maschili perchè non sarà utile ragionare in questo modo al pari del non essere utile dividere le razze umane in razze e sottocategorie. Per quanto neanche io ritenga sensato focalizzarsi sulle diversità razziali, posso solo argomentare che fino a quando avrà senso la differenza tra termini come fossa e montagna oppure tra acqua e contenitore, io riterrò che avrà senso la differenza tra uomo e donna. Qualora, e non so in quale modo o dimensione, questi termini dovessero perdere di significato, immagino che anche io perderei per lo più di significato.

L'Italiano è poi una lingua ricca di termini che ha assimilato da altre culture mantenendone rintracciabile l'etimologia e non soppiantando tutti i termini precedenti senza lasciare traccia del passato cosa che invece potrebbero avere fatto in maggiore misura altri idiomi come il tedesco.

Ma passiamo adesso a Dante, che secondo alcuni personaggi, divenuti famosi soprattutto al giorno d'oggi, farebbe parte di una setta di persone che si sono tramandate le conoscenze templari, e avesse conoscenze più esoteriche di quanto non si studi a scuola, anche queste trasmutate, passatemi il termine, da filoni massonici e rosacrociani.
Dante come poteva arrogarsi il diritto di sapere chi stava all'inferno, chi in paradiso e chi in purgatorio? E' davvero stato lui in questi luoghi? E se ciò fosse vero come mai la sua commedia si discosta dalla dottrina cattolica senza spiegare quale sarebbe la vera dottrina? Ha davvero usato un sistema simbologico nella stesura della commedia, accessibile ad iniziati?
Tutto ciò no mi è dato saperlo con certezza, ciò che so è che io posso valutare il testo in base a ciò che dice.
 -A quanto si può leggere, Dante manda Ulisse all'inferno, non tanto in quanto maestro d'inganni come l'Odissea lo dipinge, ma in quanto superbo a tal punto dal condurre verso l'ignoto, e quindi alla morte, i suoi compagni.
 - Mastro Adamo sta all'inferno per avere alterato la purezza del fiorino, ma è morto sul rogo, e poi mi sa che già c'era il corso forzoso solo che li stampava per i Guidi di Romena e non per Firenze.
- Dante chiama Satana Lucifero o Belzebù ma non mi è chiaro perchè Lucifero che vuol dire portatore di luce debba essere il capo dell'inferno nè perchè debba essere brutto e con tre teste
- Poi anche il resto della commedia è piena di contraddizioni, e non si capisce perchè ci sia anche un girone del purgatorio per l'eccessiva prodigalità.
L'unica cosa che davvero mi piace è la fine.

Sì come rota ch’igualmente è mossa,
l’amor che move il sole e l’altre stelle.


  

martedì 2 ottobre 2012

Racconto fantascientifico

Era il signore del mondo.

Il suo cuore pulsava ad una lentezza imbarazzante. Lo sguardo imperturbabile non poteva essere affrontato, e chi si illudeva di affrontarlo era in realtà già da lui soggiogato.
Il colore degli occhi era indefinibile: non si poteva nemmeno dire se fossero chiari o scuri, perchè era come energia che si alterna nelle varie tonalità, dal nero al bianco, con una frequenza per la quale non si percepisce nemmeno quando è nero, quando è azzurro, o quando è bianco.
La bocca poteva essere una fessura scolpita in una roccia di marmo bianco, ed il naso era un perfetto triangolo rettangolo e poteva essere il naso di un manichino dei centri commerciali.
La pelle era tirata, egli emetteva una energia non forte ma costante, eppure comunicava chiaramente la sensazione che avrebbe potuto accrescere il suo magnetismo e la sua reattività di migliaia di volte.
I movimenti erano sicuri ma graziosi e nient'affatto ingombranti, nonostante ciò evocavano una specie di implicito rispetto, che non veniva tradotto in una maggiore distanza personale in termini materiali, ma una distanza in termini spirituali da dover rispettare.
I capelli erano quasi assenti, ma non aveva la testa lucida e nemmeno sembrava calvo, era una pelle opaca e leggermente maculata, e nel complesso sembrava che fosse quasi ovvio che non dovevano esserci capelli. L'età era indefinibile. 50, 100 o forse più anni. Chi poteva dirlo? Certo dalla sicurezza con la quale si muoveva avrebbe potuto averne anche 2000 o più di 6000; sembrava un tutt'uno con ciò che lo circondava, anzi ciò che lo circondava poteva sembrare una sua emanazione.
La voce non era nè eccessivamente bassa nè eccessivamente alta, eppure aveva un ritmo non lineare, deciso, persuasivo ma con una distorsione che all'orecchio umano non era facilmente concepibile : era come se fosse presente una specie di eco che risuonava producendo una dilatazione, dilatazione che non era nel tempo ma in qualcos'altro, era una dilatazione del suono che andava ad interessare direttamente le proprietà submolecolari della materia che incontrava.

Là se ne stava. A sedere in quella specie di base sotterranea avvolto da un aurea di dolcezza stordente che disorientava chiunque entrasse al suo cospetto.
E là era convinto di essere il re del mondo. Guardava i suoi monitor quadridimensionali dove poteva vedere tutto quanto accade sulla terra.
Riusciva a vedere trenta o quaranta monitor alla volta, e non uno a fianco alla all'altro, ma uno dietro all'altro, perchè lui vedeva ad una definizione che andava oltre la materia visibile, ed oltre ai trilioni di pixel. Così sovrapporre decine di immagini non siginificava vedere soltanto la più nitida, ma bensì vederle e distinguerle tutte contemporaneamente l'una dietro all'altra. In aggiunta a ciò lui poteva vedere ciò che sarebbe accaduto in anticipo. Questa tecnologia era come quella teorizzata da alcuni scienziati, mettere una specie di telescopio/telecamera a miliardi di kilometri di distanza, e trasmettere il segnale con segnali che oltrepassino la velocità della luce. Così poteva guardare il mondo come un filmato di Youtube, solo che lui poteva mettere avanti per vedere cosa sarebbe successo dopo. Naturalmente poteva vedere anche dentro alle case, e non attraverso infrarossi, ma poteva connettersi ad ogni essere vivente che avesse una attività neurale sufficientemente potente da elaborare immagini in tre dimensioni poichè ormai aveva il pieno controllo delle onde elettromagnetiche che viaggiavano sul pianeta eccezion fatta per alcuni inconvenienti che rappresentavano una netta minoranza dei casi. Poteva altresì entrare nei sogni degli individui, e carprirne i segreti, od influenzarli direttamente. Così aveva i suoi uomini di fiducia che molto spesso lavoravano per lui in maniera quasi inconsapevole, sapevano di essere guidati da una forza misteriosa, ma non afferravano che cosa fosse: era qualcosa che li spronava ad agire, e che spesso garantiva loro soddisfazioni.
Ci fù un tempo in cui vagava per lo spazio assieme ad altri, ma ora il suo posto era là, doveva solo aspettare di vincere la partita. Se una volta rotti tutti i sigilli, fosse riuscito davvero a vincere, suo babbo gli avrebbe lasciato fare, avrebbe riassorbito quella parte di creato e sferrato l'attacco ai vicini. Almeno di ciò era convinto.


mercoledì 26 settembre 2012

Spazio e tempo

Mi sono ritrovato in mano "Il giornale" che acquista mia madre con una pagina evidentemente acquistata da tale Sig. Giordano Serafin che si intitolava "Proposta di una nuova metrica dello spazio-tempo).
Ora, premetto che io sono ignorante in materia sia di fisica Einsteiniana sia di fisica quantistica, però ho notato che la prima parte del suo trattato riporta considerazioni sul quale anche io mi sono soffermato più volte.
La relatività del tempo mi ha sempre stupito, ed ho sempre intuito che il comportamento ed il ritmo di vita di una persona è influenzato dalla sua propriocezione che è correlata ai suoi pensieri ed alla sua propensione verso un evento od un oggetto od altre persone.
Mi spiego meglio: se passi il tempo a ragionare sopra i massimi sistemi per afferrare quei concetti, se ci vuoi ragionare sopra e se non già li conosci o non vuoi prendere acriticamente per buoni i postulati canonici, è necessario dilatare la propria percezione del tempo.
Questo perchè ogni concetto per essere veramente elaborato, metabolizzato ed interiorizzato, credo abbia bisogno di un certo quantitativo di immedesimazione. Così uno può più velocemente apprendere qualcosa di pratico rispetto a qualcosa di teorico, a meno che la teoria non rispecchi perfettamente la sua essenza (la sua forma mentis, il suo carattere, la sua visione del mondo), oppure, a meno che uno non riesca ad immedesimarsi nell'autore di quella teoria attraverso una loro empatia.
Mi pare di ricordare che anche gli antichi Greci considerassero importante immedesimarsi negli attori delle tragedie il più possibile, poichè anche se in parte ciò significava lasciarsi vincere, era il modo migliore per apprendere.
Naturalmente chi è più sensibile è più facilmente in grado di comprendere altri stati d'animo ed altri concetti, ma allo stesso modo può essere più vulnerabile nei loro confronti e più facilmente ingannabile se non ha idee chiare su come vivere la sua vita, o per citare una canzone di Battiato, se non ha un suo "centro di gravità permanente"
Tornando però al concetto di percezione del tempo, io credo che allo stesso modo in cui per interiorizzare alcuni concetti sia necessario dilatare la propria percezione del tempo, sia necessario restringerla per seguire ed apprendere altri concetti quali possono essere lavori dove i dettagli hanno molta importanza, quali ad esempio l'orafo od il gemmologo od il ricercatore che studia i virus, o semplicemente la commessa che lavora all'autogrill e che deve servire 2000 caffè in un giorno senza ribaltarli.
Per l'uomo naturalmente vi sono altre decine di variabili in gioco che influenzano il suo comportamento (cosa crede giusto, quanto è coerente con ciò che crede giusto, come si pone verso gli altri, quanto è estroverso e come valuta gli spazi personali, l'empatia e l'amore, da chi viene fisicamente attratto, cosa gli piace, di cosa ha paura, fino a cosa lo ossessiona) Credo però che se uno potesse estrapolare la sola variabile "percezione del tempo" si renderebbe conto che a seconda della impostazione mentale di ciò che uno vuole fare, di conseguenza i suoi movimenti si modificherebbero, fino ad arrivare ad alterare il respiro, il tono della voce, i battiti cardiaci ed anche i processi di rinnovamento cellulare.
Ora, io non posso dare alcun contributo di natura scientifica alle teorie di Giordano Serafin, magari posso dirgli che i siti web non debbono per forza passare su Google, ma è sufficiente che si scrivano nella barra degli indirizzi, perchè Google è un motore di ricerca che serve a trovare appunto i siti web, ma se lui ha già l'indirizzo, non ha senso passare per Google, o per qualsiasi altro motore di ricerca, ma questa è una sciocchezza, che semplicemente mi fa capire che lui non sia pratico di informatica.
Per il resto credo di condividere con lui alcuni concetti, non so, ma mi pare che quello che lui pone al centro della sua teoria rivoluzionaria sia una condizione di discontinuità dello spazio e del tempo, soprattutto per i fenomeni che riguardano la natura microscopica. Bene credo che questa sua concezione assomigli a quanto mi pare di avere capito a quello che viene chiamato effetto Tunnel, ma qua mi fermo perchè si entra in un campo che io non posso trattare non avendo le basi.
C'è però un concetto che mi preme esporre. Nella sua esposizione si parla del medioevo come di un periodo dove il tempo non veniva calcolato nelle sue frazioni, e si investe Galileo del ruolo di scopritore degli intervalli di tempo brevi, tuttavia tutto quanto riguarda l'antichità e le clessidre non viene menzionato, ed io credo che valutare queste dinamiche possa essere molto più immediatamente utile rispetto al pendolo di Galileo.
Se una goccia cade lentamente da una foglia, si nota che c'è un gioco di forze tra la sua integrità che io chiamerei molecolare e la forza di gravità che la attira verso il basso, perciò a volte non cade progressivamente, ma c'è una specie di ritorno verso l'alto e quindi verso il basso, che chi studia le proprietà dei liquidi immagino conosca bene.
Se noi consideriamo una clessidra, o meglio un orologio ad acqua dell'antichità, come del resto l'etimologia del termine suggerisce, con un foro estremamente stretto che perciò misuri il tempo con il cadere delle goccie, ci troverremo ad avere una somma di secondi trascorsi che risulta dal gioco di forze che si reitera ogni volta che la forza molecolare della goccia ed eventuali interazioni con il contenitore, combattono contro alla forza di gravità del nostro pianeta, finendo per cedere ogni volta a quest'ultima. Ma l'unità di misura convenzionale che viene fissata per il trascorrere di un secondo è relazionata ad una gravità del pianeta terra che resta costante senza in realtà avere alcuna costante naturale, essendo la forza di gravità che esercitano gli altri astri dinamica ed essendo in misura infinitesimale, probabilmente anche la forza di gravità del nostro stesso pianeta variabile.
Ora, nel caso in cui le forze gravitazionali e molecolari in gioco siano in una situazione di quasi equilibrio immagino sia sufficiente una influenza minima, anche di un astro lontano senza stare a scomodare la Luna, per potere portare la situazione a vantaggio di una delle due forze (credo possa applicarsi anche alla goccia contro la gravità del pianeta).
Io credo che più che per una naturale discontinuità tra lo spazio ed il tempo diciamo intrinseca nella natura fenomenica, certi fenomeni possano avvenire in virtù di allineamenti di forze cosmiche od a causa di forze elettromagnetiche artificialmente (da uomo o macchina) indotte poichè questa discontinuità se fosse una proprietà basilare della materia mi porterebbe a non concepire l'esistenza stessa della materia. 

 

martedì 25 settembre 2012

Geoingengneria ed articoli del Guardian

La geoingegneria è una scienza che studia come modificare il pianeta su larga scala in diversi modi.
Gli scienziati già dalla metà del secolo scorso hanno sviluppato tecniche per la modificazione climatica; vista l'incertezza di allora negli effetti della manipolazione climatica si arrivò negli anni settanta a produrre un trattato internazionale che impediva l'uso di questi sistemi da parte delle nazioni firmatarie.
Tali tecniche ed altre non ebbero grande risonanza nei mezzi di informazione di massa.
L'uso di sistemi su larga scala per influenzare il clima e l'atmosfera del pianeta sono stati teorizzati più volte, e secondo altre pubblicazioni sono già stati sperimentati assieme ad altri test quali l'uso di bacilli sulla popolazione.
Un articolo di Rosario Marcianò riportava che Edward Teller, famoso scienziato, teorizzò di irrorare l'atmosfera con dei Boeing che avrebbero rilasciato particelle d'oro per aumentare l'albedo terrestre (effetto di riflessione della luce da parte della superficie terrestre). Un articolo di Maurizio Blondet, riportava che Crutzen, premio Nobel, intedeva raffreddare il pianeta con lo zolfo.
In effetti, non molto dissimile era una delle teorie presentate a Copenaghen quando ci fu il meeting sul clima: il protocollo conteneva tra le varie soluzioni per diminuire l'effetto serra il cospargimento da parte di aerei di sostanze riflettenti oppure l'immagazzinamento della CO2 a scopo energetico, così si toglieva anidride carbonica dall'aria e la si trasformava in combustile. Il protocollo di Copenaghen si preoccupava di pensare a come si sarebbe potuto portare le persone ad accettare questa idea di spargere roba con gli aerei su tutto il mondo e ad abituarvisi.

In Italia non c'è un giornale a tiratura nazionale con ampia diffusione che abbia trattato il concetto in maniera diretta, se non negli ultimi tempi. Fino a qualche anno fa chi tra le persone normali, guardava per aria le scie degli aerei era semplicemente un complottista.
Il concetto è semplice, adesso si è giunti ad un controllo sufficiente sulla popolazione, da potere dire anche queste cose che in passato erano state minimizzate o screditate, soprattutto a chi reagiva con astio, che veniva in qualche modo convinto a rivedere le proprie opinioni.

Il Guardian, non so perchè ha fatto eccezione a molti giornali, evidentemente nella democrazia ci credono più di me, e forse sono riusciti a raggiungere più verità in questo modo di me. Oppure il fatto è che vicino al Guardian ci stanno persone che conoscono chi ha dei sensi di colpa per ciò che è stato fatto passare di nascosto.

Comunque:
Il primo articolo che riguarda la moficiazione climatica è del 2002.

A sto punto lo traduco io (che non sono un traduttore) perchè non trovo più la traduzione dal sito Scienzamarcia dove lo avevo trovato la prima volta:

Milioni soggetti a test di guerra con i germi

Antony Barnett

Il Ministero della difesa ha trasformato larga parte del paese in un laboratorio gigante per condurre diverse serie di test bellici segreti, utilizzando germi sulla popolazione.
Un dossier del governo appena reso noto, ci offre per la prima volta una storia più comprensiva di quella che fu la storia dello sviluppo di armi biologiche in Inghilterra tra il 1940 ed il 1979.
Molti di questi test portati avanti, consistevano nel rilasciare sostanze chimiche potenzialmente pericolose e micro-organismi, sopra gruppi della popolazione senza che ad essi fosse detto alcunchè.
Mentre dettagli di alcuni programmi segreti sono emersi nei recenti anni, il report di 60 pagine, rivela nuove informazioni riguardanti più di 100 esperimenti mantenuti segreti.
Il report rivela altresì che il personale militare fì istruito in modo da rispondere ad ogni eventuale "inquisitore" che queste prove riguardavano ricerche sul clima e sull'inquinamento dell'aria.
I test, sviluppati dagli scienziati del governo a Porton Down, erano studiati per aiutare il Mod ( che penso sia l'acronimo del Ministero della difesa) per valutare la vulnerabilità del paese, nel caso in cui i Russi avessero rilasciato nubi di germi mortali sopra la popolazione.
Nel più dei casi, non furono usate armi biologiche, ma surrogati che gli scienziati credevano per lo più adatti a simulare i germi usati per scopi bellici, e che essi dichiararono essere innocui. Ad ogni modo, le famiglie residenti nelle zone interessate, che hanno figli nati con problemi di salute, stanno richiedendo una pubblica inchiesta.
Un capitolo del report : "Prove con particolato fluorescente" rivela che tra il 1955 ed il 1963, aeroplani che volavano dal Nord-Est dell'Inghilterra fino alla punta della Cornovaglia, lungo le coste Sud ed Ovest, rilasciavano enormi quantità di solfuro di Zinco-Cadmio, sulla popolazione.
I composti chimici si spargevano per miglia nell'entroterra, la fluorescenza permetteva di monitorarne la diffusione.
In un altra prova usando solfuro di Zinco - Cadmio, un generatore fu trainato lungo una strada vicino a Frome nel Sumerset, dove buttò fuori composti chimici per un ora.
Mentre il governo insisteva che il composto chimico era innocuo, il Cadmio è riconosciuto come una potenziale causa del tumore ai polmoni, e durante la seconda guerra mondiale, venne considerata arma chimica dalle forze Alleate.
In un altro capitolo " Large areal coverage trials" (prove di copertura su vasta area), il MoD descrive come tra il 1961 ed il 1968, più di un milione di persone lungo la cosa Sud dell'Inghilterra, da Torquay alla New Forest, furono esposte a batteri, inclusi l'e.coli  ed il bacillo globigii, che simulano l'antrace. Questi microorganismi venivano rilasciati da una nave militare, la Icewhale, salpata dalla costa della contea di Dorset, che li spruzzava in un raggio tra le cinque e le dieci miglia.
Il report rivela anche dettagli delle prove DICE, a Sud del Dorset tra il 1971 ed il 1975. Queste prove vedevano impiegati scienziati militari degli Stati Uniti e del Regno Unito, che spruzzavano nell'aria massiccie quantità del batterio serrata marcescens, con un prodotto che simulava l'antrace ed un fenolo.
Simili batteri vennero rilasciati nelle "The sabotage trials" (le prove sabotaggio) tra il 1952 ed il 1964. Queste erano prove per determinare la vulnerabilità di grandi edifici governativi e trasporti pubblici ad eventuali attacchi.
Nel 1956, ad ora di pranzo, batteri vennero rilasciati lungo la linea nord (northern line) della metropolitana di Londra tra Colliers Wood e Tooting Broadway. I risultati mostrarono che gli organismi si disperdevano per dieci miglia. Test similari vennero condotti in tunnel che corrono sotto edifici governativi nella zona di Whitehall.
Esperimenti condotti tra il 1964 ed il 1973 furono portati avanti facendo attecchire dei germi a fili di ragnatela messi dentro a delle scatole, per testare come i germi potevano sopravvivere in diverse condizioni ambientali. Questi test furono disseminati in una dozzina di posti lungo il paese, inclusi  London's West End, Southampton and Swindon. Il report richiama anche a dettagli riguardanti più di una dozzina di piccoli campi prova tra il 1968 ed il 1977.
In anni recenti il MoD ha incaricato due scienziati di controllare quanto furono sicuri quei test. Entrambi hanno concluso che non vi furono rischi, sebbene uno dei due suggerisse che le persone più anziane o quelli che soffrivano di malattie respiratorie potrebbero avere avuto seri danni alla salute se inalarono quantitativi sufficienti di micro-organismi.
Comunque sia, alcune famiglie residenti nelle aree oggetto dei test segreti, sono convinte che i test abbiano portato i loro figli a soffrire di disturbi neonatali, handicap fisici e difficoltà di apprendimento.
David Orman, un ufficiale militare di Bournemouth, sta richiedendo una inchiesta pubblica. Sua moglie Janette, è nata nel West Luworth nel Dorset, vicino a dove molte prove furono eseguite. Ha avuto un aborto spontaneo, poi diede alla luce un bambino con paralisi cerebrale. Le tre sorelle di Janette nacquero nello stesso villaggio dove furono realizzati i test, ed hanno dato alla luce bambini con problemi inspiegabili, lo stesso accadde anche ad altri loro vicini.
L'autorità sanitaria locale ha negato che ci sia un collegamento, ma Orman la pensa diversamente; dice: "Il villaggio era una comunità davvero affiatata, ed avere così tanti bambini con problemi alla nascita, in un lasso di tempo così breve, mi pare più che una coincidenza."
Governi successivi hanno tentato di ottenere dettagli sulle prove belliche operate con i germi. Mentre alcuni report contenenti alcuni test di prova sono emersi attraverso il Public Records Office, questo ultimo documento del MoD, che è stato rilasciato al liberal democratico membro del parlamento, Norman Baker, offre di nuovo una più ampia versione ufficiale delle prove belliche con l'utilizzo di materiale biologico.
Baker dice : "Colgo positivamente il fatto che il governo abbia deciso di resndere note queste informazioni, ma mi chiedo come mai ci sia voluto tanto tempo" E' inaccettabile che il pubblico venne trattato come maiali della Giunea a sua insaputa, e voglio essere sicuro che le dichiarazioni del Ministero della difesa in merito alla sicurezza di questi test, con batteri e materiale chimico, siano vere"
Il report del ministero della difesa, traccia una storia del programma di ricerca sui germi a scopo bellico, presente fin dai tempi della seconda guerra mondiale, quando Porton Down produsse cinque milioni di razioni di cibo per maiali riempiti con spore della mortale antrace, che dovevano essere lanciati in Germania, allo scopo di uccidere i loro allevamenti.
Il report rivela anche dettagli sull'infame esperimento operato a Gruinard, nella costa scozzese, che ha lasciato l'isola talmente contaminata da impedire che fosse abitata fino ai tardi anni '80.
Il report conferma anche test con l'utilizzo di antrace ed altri germi mortali, a bordo di navi dei Caraibi e a largo della costa Scozzese negli anni '50. Il documento riporta: "L'approvazione tacita delle prove di simulazione dove il pubblico poteva essere esposto, era fortemente influenzata dalle considerazioni della difesa per la sicurezza, che miravano ovviamente a ridurre la consapevolezza del pubblico sulla questione. Un importante corollario in merito a ciò era considerato il bisogno di evitare che il pubblico si allarmasse o diventasse irrequieto a riguardo di una possibile vulnerabilità ad attacchi biologici sulla popolazione."
Sue allison, la portavoce per Porton Down, dice: "Studi indipendenti prodotti da eminenti scienziati hanno evidenziato che non c'era pericolo per la salute pubblica da questi rilasci, che furono attuati per proteggere la popolazione. I risultati di queste prove salveranno vite, se il paese e le nostre forze dovessero fronteggiare attacchi operati con armi chimiche o biologiche"
Una volta chiestole se questi esperimenti siano ancora portati avanti, lei ha risposto "Non è una nostra politica quella di discutere sulle ricerche in corso".


Il secondo articolo parla dell'attuale geoingegneria

In guerra, sulla geoingegneria

Pochi nel settore civile comprendono pienamente che la geoingegneria sia una scienza primariamente militare, e che non abbia a che fare nè con il raffreddamento del pianeta, nè con la riduzione delle emissioni di gas come l'anidride carbonica.
Potrebbe sembrare fantastico ma il clima è stato reso un arma. Almeno quattro nazioni - Stati Uniti, Russia, Cina ed Israele - possiedono la tecnologia e l'organizzazione per alterare regolarmente il clima e gli eventi geologici, per varie operazioni militari e non ufficiali, comprese la demografia e la gestione di risorse energetiche ed agricole.
In verità le risorse di guerra, ora includono anche la capacità di indurre, aumentare o dirigere cicloni, terremoti, siccità ed inondazioni, includendo l'uso di agenti virali polimerizzati e sparsi con aerosol immessi attraverso sistemi metereologici globali.
Vari temi che sono di pubblico dibattito, incluso il surriscaldamento globale, sono stati sfortunatamente sovrapposti ad obbiettivi più larghi di natura militare e commerciale, che non hanno nulla a che fare con le preoccupazioni ambientali diffuse tra il pubblico.  Queste includono in graduale riscaldamento delle regioni polari per facilitare la navigazione navale e l'estrazione di risorse.
Matt Anderson
Ex consigliere esecutivo -  Aerospazio e difesa - Booz Allen Hamilton Chicago.

Richard Mountford (lettera, 8 Febbraio*) dice che l'investimento sulla geoingegneria è necessario perchè "l'elettorato non supporta cambiamenti radicali al suo tenore di vita...richiesti per un significativo taglio delle emissioni". Ha una idea, ma io ritengo che il tenore di vita cambi, suggerito da come dice, il report Britannico del Centro per le tecnologie alternative a zero carbone, in maniera considerabilmente più blanda rispetto a quella che numerosi politici stanno imponendo al loro elettorato; come ad esempio rimuovere i trasporti pubblici dalle aree rurali, od obbligare i giovani a lavorare senza essere pagati. I politici sembrano non avere problemi ad imporre misure draconiane quando combaciano con i loro ideali o quando possono essere giustificate per cause di forza maggiore.
Non riesco a vedere alcuna maniera di fronteggiare ciò, fino a quando non miglioriamo la qualità della nostra democrazia; potrebbe però quest'ultimo punto essere fronteggiato, stabilendo un "Fondo monetario internazionale Verde" che dovrebbe imporre diverse condizioni ai suoi prestiti, come per esempio sviluppo di pubblici servizi (inclusi trasporti pubblici) ed un sistema di moderazione della spesa di beni dei consumatori.
Simon Norton
Cambridge

*La lettera di Richard Fourmont criticava gli ambientalisti che si opponevano alla Geoingegneria perchè diceva, i tentativi per diminuire le emissioni di gas serra e per evitare la deforestazione erano già stati fatti, ma avevano fallito.


Personalmente credo che sia necessario una maggiore confidenza con l'elemento terra, e non ripiegare a troppa confidenza sugli elementi aria, fuoco ed acqua. Così se ti occupi di modificare il pianeta principlamente dall'alto e non dal basso, si creerano problemi di natura organica non indifferenti.
E comunque tutta questa segretezza non mi pare un bene e tutti questi scopi commerciali e militari fanno girare un pò i coglioni perchè uno deve vivere con meno visto che c'è il problema dei gas serra, mentre quelli che sono in mezzo a sti progetti ci stanno guadagando sopra.






venerdì 21 settembre 2012

Marra e Sgarbi la mafia e il signoraggio

Ho dato un occhiata al sito signoraggio.com che ogni tanto visitavo.
Ha chiuso. Gli ho mandato una mail di sostegno perchè al di là di alcune imprecisioni e di qualche personaggio che non mi convinceva fino in fondo, mi sembrava comunque un sito contenente per buona parte informazioni e documenti utili per capire che il sistema politico ed economico ne quale viviamo, non è affatto perfetto e nemmeno credo sia il migliore possibile.
Debbo dire che adesso la questione della moneta e del signoraggio bancario è trattata apertamente, ma cinque o sei anni fa non lo era per nulla, anzi mettere in dubbio la bontà della moneta e del sistema economico rappresentava rompere un taboo che la maggior parte delle persone non considerava, perchè considerava i gli Euro come soldi buoni per forza di cose e non si poneva il dubbio sul fatto che chi decideva quanti stamparne e chi decideva le regole di come poteva moltiplicarsi questa valuta fiduciaria basata sul debito poteva allontanarsi troppo da quello che può essere il funzionamento della vita delle persone ed anche da una logica non dico di perfetta equità, non dico di perfetta giustizia, ma quantomeno di logica e trasparenza accettabile.
In aggiunta a questi problemi ci sono un sacco di problemi di natura planetaria ed umana che esulano la mera matematica economica, ovvero sia il fatto che il pianeta abbia caratteristiche che non tendono ad infinito cosiccome la pazienza e purtroppo l'elevazione di spirito di noi uomini, in aggiunta c'è stata questa massiccia introduzione della tecnologia che ha rivoluzionato il mondo. Quando si dice che la tecnologia ha rivoluzionato il mondo spesso lo si dice senza la cognizione di cosa voglia dire rivoluzionare l'intero mondo.
Sono andato a vedere anche il sito concorrente signoraggio.it che ai tempi in cui avevo cominciato a seguire i siti io era ancora amico di signoraggio.com poi litigarono perchè Sandro Pascucci era totalmente concentrato sul problema in sè e farlo capire direttamente alle persone mentre il secondo voleva appoggiarsi e coinvolgere prima dei partiti od una cosa così.

Mi sono ritrovato il link ad un video interessante dove Marco Columbro è ritornato a condurre un programma su VERO tv. Marco Columbro mi stava simpatico ma mi sa che ebbe un calo di popolarità non mi ricordo dovuto a cosa.
Mi stavo per dilungare troppo in questioni religiose e filosofiche, comunque io credo che abbia ragione Marra quando dice che il signoraggio è una truffa perchè in definitiva possiamo fare un esempio assurdo ma che lascia intuire il funzionamento reale. Tutto il denaro è convertibile in Dollari. Una banca americana decide di comprare tutto il mondo. Va da tutte le nazioni del mondo e gli dice di pagarli tre fantastigliardi di dollari per ogni terreno nella loro nazione, ogni abitante di quelle nazioni si vedrà il suo terreno pagato 100 volte di più del valore di mercato, e venderà la terra per andare a vivere di rendita a Bora Bora, o pensando di diventare ricco, il giorno dopo l'America stampa mille miliardi di fantastigliardi (che se non l'avevate capito è numero fantastico per dire tanti)di dollari, si compra tutte le nazioni, e così tutti vanno a Bora Bora mentre l'America è padrona del mondo ed il dollaro sarà l'unica moneta buona, e non ci saranno più problemi di insolvenza perchè tanto il mondo sarà già suo e potrà stamparne quanto nel vuole.
Spero che non passino ad Obama questo post, sennò magari l'esempio assurdo diventa vero ed il nuovo secolo Americano si realizza.
Comunque scherzi a parte, e senza volere infierire sull'America che a quanto si dice (...?), sembra non stia passando un bel momento, il concetto è che con queste possibilità di stampare moneta si può creare un bel casino ed è tutta fiducia che si da ai banchieri che la fiducia l'avrebbero già dovuta perdere essendo noi in crisi.
Non so se Moro l'abbiano ucciso per il signoraggio, sinceramente credo che sia per una serie di cose, credo anche che si stesse spostando molto verso i comunisti ed i palestinesi e che forse non agiva proprio in maniera molto trasparente, anche Kennedy può darsi c'entrasse per il signoraggio, ma non so per me Kennedy non c'eveva più le idee molto chiare su quel discorso lì, anche perchè c'aveva paura che si arricchissero solo i proprietari delle miniere.
Detto questo si parla anche della mafia, ed ha ragione Marra a dire che è un fenomeno culturale, però quando si parla di mafia a me vengono in mente le gang americane, o pure anche i gruppi di monelli minorenni che si ritrovano per fare delle monellate, come è capitato anche a me a quindici anni.
Vista bene da fuori la questione aveva molte dinamiche che si possono riconoscere in certe associazioni di stampo mafioso. Cioè non è che io a quindici anni per uscire con dei ragazzi dovessi avere iniziazioni ufficiali fare giuramenti davanti a dei Santi o roba così, però il concetto era poi simile, cioè uno non poteva dire in giro i casini che si combinavano (lanciare una bicicletta sopra il tetto di una casa, chiudere l'accesso di una strada con dei cartelli di divieto che in realtà si erano presi da un altra parte...) e anche lì c'era una specie di gerarchia non scritta dove uno ad esempio aveva più autorità perchè magari poteva stare fuori fino alle tre di notte, mentre uno ne aveva di meno perchè i suoi genitori lo facevano tornare a casa prima di mezzanotte.
E allora voglio dire, dicendo la verità era anche quella una associazione criminale, che era formata sostanzialmente da persone che odiavano la scuola e delle regole del mondo e senza tutti i torti. Ma il mio non è un tentativo nè di giustificare chi lancia le biciclette sui tetti delle case e nemmeno chi chiede il pizzo ai negozianti, sono comportamenti sbagliati entrambi, operati in un mondo che ha regole per certi versi anch'esso non perfette. Il concetto però è che a me, i vigili, i carabinieri od i vicini di casa potevano venirmi a dire che frequentavo brutte compagnie oppure mia madre poteva dirmi che giravano con alcune persone che non le piacevano, ma non è che i carabinieri potessero denunciarmi perchè giravo con queste persone o perchè avevo un associazione esterna con queste persone, avrebbero dovuto semmai fare una multa a quello che ha lanciato la bici sul tetto e anche a quelli che erano vicino per complicità, collaborazione o come si dice.
Così io in effetti credo che la stessa cosa valga anche per la mafia. Poi magari è normale che uno può pensare che quelli girano assieme e sono tutti delinquenti ma non è che tu possa denunciarli solo perchè lo pensi.

P.S. Ci tengo a dire che la dinamica principale del gruppo di monelli era divertirsi senza fare male a nessuno, anche perchè allora a 15 anni nessuno fumava gli spinelli e nessuno trombava. Quando la situazione cominciò a prendere una brutta piega perchè un pò spaventavamo le persone tutti si stancarono. Credo che però ciò si è fermato perchè c'era comunque un senso di fiducia comunque verso al mondo e soprattutto delle famiglie alle spalle. Se il senso di fiducia verso il mondo e le famiglie fossero venuti meno, credo che probabilmente saremmo diventati qualcosa di simile ai mafiosi o grossi vandali anche noi, e dopo un pò qualcuno come me si sarebbe staccato per andare a stare altrove.

martedì 18 settembre 2012

Akinator

Come fa Akinator a prenderci quasi sempre???

Akinator è una applicazione per smartphone ed anche un programma che può funzionare on-line sul sito della casa produttirce Elokence.com.
E'chiamato programma di intelligenza artificiale perchè il computer interagisce con l'utente ed implementa il suo database mano a mano che vi si accede e gioca, quindi invece che essere un programma statico è in continuo perfezionamento.
Il concetto è semplice, ricordo che io in terza media, assieme alla classe, compilai un programma simile in linguaggio Basic, quando tutti i computer che si trovavano avevano come sistema operativo Microsoft Dos, mentre Windows e le interfacce grafiche non si vedevano ancora in giro. Tutto a quei tempi era ancora su sfondo nero, perchè così si diceva che si risparmiava corrente elettrica, perciò il programma per disegnare Paintbrush che già esisteva, lavorava su sfondo nero, anche perchè illuminare quei monitor con grafica CGA, od EGA bene che andasse, era qualcosa di inconcepibile.
Va da sè che il programma una volta fatto andare era semplicemente una serie di frasi di una o due righe che faceva delle domande e confrontava tutti gli input che gli venivano dati come risposta dall'utente con le il suo database, e alla fine dava in output la risposta giusta, soprattutto se uno si era speso nel riempirlo di dati. (ricordo ad esempio che indovinò la balena in quanto animale grande)
Alla fine fummo tutti sorpresi dal fatto che quel programma funzionasse e che il computer, da solo, ti facesse delle domande (più che altro si indovinavano oggetti o animali) e ti desse delle risposte.

Akinator però non mi da pace. I miei amici sono rimasti sbalorditi ma poi è finita lì. Io non capisco per quale logica riesca a leggermi così tanto nella mente.
 Capisco che stiamo parlando di processori lontani anni luce dai quegli Intel 286, capisco che il programma avrà sicuramente altre variabili per potere capire il personaggio indovinato, ma anche sforzandomi non riesco a capire la precisione di alcune domande.

Ho pensato naturalmente che abbia un database composto da centinaia di migliaia di personaggi con una serie tale di variabili per ogni personaggio con un ordine di grandezza di qualche centinaio per ogni personaggio.
Immagino che vi siano degli impiegati della Elokence che si occupino di controllare i dati che vengono immessi per appurarne la bontà.
Immagino che le variabili abbiano una serie di campi significativa, dove ogni condizione o domanda avrà una risposta con una stima  di probabilità che quella risposta venga data in relazione a quel personaggio.
Ho pensato, e sono quasi certo, che il tempo di risposta che segue alla domanda influenzi altresì il programma (così un Si od un No dati dopo 4 decimi di secondo saranno diversi da un SI od un NO dato dopo 4 secondi, difatti se uno risponde più velocemente Akinator sembra predisposto a pensare che il personaggio sia conosciuto meglio di persona o che comunque quella variabile sia più significativa del personaggio)
Ma nonostante tutte queste mie prove, ed avrò pensato a più di cento personaggi qualcosa continua a non tornarmi.
Forse Akinator registra anche i dati di accesso del terminale, ed anche la posizione di accesso, ma nonostante abbia pensato a questa non comune ipotesi, la situazione continua a non tornarmi.
Ho anche penato per assurdo che ci fosse qualcuno dall'altra parte che intervenisse per porre lui delle domande, e debbo dire che mi sono sentito un pò stupido, ma anche prendendo seriamente questa ipotesi, c'era comunque qualcosa che continuava a non tornarmi.
Capisco che quando si introducono risposte contradditorie Akinator comincia a prendere in giro il giocatore, perchè non lo considera più un giocatore affidabile, e così gli dà risposte strampalate e gli fa domande strampalate, questo è abbastanza semplice.
Alcune domande però mi sono parse non molto logiche rispetto ad una ricerca informatica.
Cioè stanco dei personaggi ho pensato alla cacca, mi ha fatto domande generalissime tipo è italiano, è femmina, dopo quattro domande mi ha chiesto se era reale, dopo mi ha chiesto se ha la pelle, poi se è marrone, e poi mi ha chiesto se puzza, e poi ha indovinato.
Con qualche domanda in più indovina anche personaggi minori di videogiochi, cioè tipo Shredder, tipo Jax di Mortal kombat, ma anche qui dopo domande per lo più generali su personaggi di videogiochi non si capisce perchè è spuntata la domanda se aveva parti meccaniche robotiche (Jax in mortal kombat 3, a differenza del 2 ha le braccia bioniche, mi ha sorpeso molto la domanda perchè io avevo risposto che il personaggio era umano e non ancora aveva domandato se era un personaggio di Mortal kombat. Coincidenza molto strana) ho poi notato che quando già è praticamente sicuro della risposta è solito farti una domanda che non c'entra assolutamente nulla per vedere la reazione, quindi si presuppone che voglia testare il tempo di risposta per una domanda assolutamente falsa.
Per riuscire ad ingannare Akinator è necessario pensare a personaggi minori del passato, o più locali, o di videogiochi minori, e sorpendentemente a volte (naturlamente di meno) indovina anche i personaggi locali.


Così io credo che Akinator che è diventato popolare in Italia solo da poco rispetto ad altri paesi, o Divinator, come si chiamava prima è un programma eccezionale, e quindi

Ha un database ricchissimo
Utilizza il calcolo delle probabilità statistiche per ogni variabile
Tiene conto del tempo di risposta
Ha sicuramente personaggi che lavorano al suo interno e lo aggiornano periodicamente (non so con quale periodicità)


E inoltre ritengo altamente possibile che
O la tecnologia applicata abbia qualcosa di importante e non convenzionale che mi sfugge
Oppure ci sia veramente qualcuno che volendo ogni tanto ha la facoltà di intervenire in simultanea e che sa dove ti trovi.


Questo è quanto.

Chiavi di accesso di Agosto 2012



1 - calano drasticamente le chiavi di accesso relative al terremoto.

Il concetto lo ho già trattato. E' apparso sul Guardian un articolo che tratta delle potenzialità degli apparati militari moderni. L'articolo spiega che la Geoingegneria non è solo una scienza che studia il surriscaldamento terrestre od il modo di ridurre il CO2 nell'ambiente, quindi i metodi delineati nel protocollo di Copenghen sono solo alcuni dei tanti campi di applicazione della geoingegneria, che si occupa anche di modificare il clima, spargere roba tipo particolato radioattivo ed agenti virali in cielo, creare eventi meteorologici non convenzionali, cosiccome eventi simici tipo terremoti. Questo è l'ultimo dei tanti articoli passati anche ufficialmente dove persone con incarichi prestigiosi si espongono descrivendo come le tecnologie per innescare terremoti vi siano già.

2 - "Perche la prima pagina del quaderno scrivo bene? yahoo"
Puoi anche non chiederlo a Yahoo, perchè dopo un pò si vede che perdi la concentrazione e la voglia di scrivere.

3 - "Parroco finale emilia massa finalese e visioni"
Si, mi pare di ricordare che mi abbiano detto che secondo il parroco di Massa Finalese ci sarà una grave devastazione in questi giorni, o forse il giorno era già passato, boh. Questo comunque l'aveva detto da quasi un mese e parlava di visioni in sogno e della Madonna.

4 - "Societa' segrete su internet"
Si mi pare di ricordare di avere letto che la rete abbia già da tempo canali criptati e secondari, oppure portali che copiano portali più famosi ma dove l'accesso è strettamente riservato a soci.
Ci saranno anche società filantropiche società segrete di smanettoni, eccetera.
Non so se è ancora così, ma in passato ho letto che c'era anche un E-bay segreto dove c'erano le peggio cose in vendita, tipo roba pedopornografica, satanista, roba di contrabbando e secondo me ci facevano affari simili a quello che hanno beccato qualche mese fa all'aeroporto che andava o in Giappone, o in Taiwan o giù di lì coi feti abbrustoliti e ricoperti d'oro. P.s. non è che io abbia la passione nel ricercare questa roba, ho letto la notizia mentre accedevo alla mail di libero, che parlava di questo mercato nero di idoli o talismani per stregonerie e mi è parsa verosimile.

5 - "è vero il detto non c'è due senza tre"
Ecco visto che le chiavi di accesso sono finite mi prodigo in questa spiegazione che in realtà a prima vista potrebbe apparire una domanda del cavolo, ma invece può essere spiegata lungamente.
Il concetto del numero 2 e il concetto del numero 3 sono naturalmente potentissimi.
Ora, la santissima Trinità, il tre come numero perfetto, il tre di Ermete Trimegsito, il tre come numero di dimensioni che percepiamo e come numero di punti necessari per identificare un punto nello spazio tramite appunto una triangolazione, e per i calcoli appunto di trigonometria.
Il due invece sembra quasi non essere un numero poichè è il doppio di un altro numero, così come raddoppia e rende pari tutti i numeri.
Da questo punto di vista il due viene degradato, e non basta per avere un opinione reale, poichè dal discorso che facevo prima si evince che per rappresentare un qualsiasi solido servono tre coordinate (X,Y,Z degli assi cartesiani) mentre invece con due coordinate (X,Y,) posso solo rappresentare un punto su piano a due dimensioni.
In una visione Cristica "dove 2 o 3 sono riuniti nel mio nome, io sarò con loro", si equiparrebbe il 2 al 3. E del resto le cose in natura che si dimostrano funzionare bene pur essendo due e non tre sono parecchie (gli occhi, le orecchie, le mani, i piedi, le ali, i sessi)
Se uno guarda i mezzi di trasporto, la bicicletta pur avendo due ruote può stare in equilibrio solo con una persona, e con 3 ruote, il triciclo non ha bisogno di nient'altro. E' anche vero però che solitamente il triciclo ha più stabilità ma va meno veloce e comporta più sforzo.
Da un altro punto di vista diventa invece superlfluo il tre che è il punto di vista della logica di base dove un concetto è vero oppure falso, dove una risposta è si oppure no. Si potrebbe obbietare che la terza ipotesi possa essere "non lo so" ma il non sapere non è un concetto primario della logica, anzi rappresenta un ostacolo.
Mi riesce facile poi ricordare che i calcolatori in commercio usano il sistema binario 0 e 1 e non quello ternario 0 1 2, e con questo sistema hanno comunque dato modo di dimostrare la potenza della logica del 2.
Quindi alla luce di quanto detto credo che per la maggior parte delle volte il 2 di per sè basti per fare cose incredibili e che molto spesso il 3 sia superfluo, mentre  altre volte il 3 porta ad avere un punto di vista necessario per risolversi. Va da sè che l'uno è davvero il numero indispensabile poichè forma sia il 2 sia il 3.
La frase però forse intendeva il proverbio per il quale, se una cosa accade due volte, allora è facile che succeda un altra volta. Come ad esempio se uno cade mentre è sugli sci due volte, e poi cade una terza volta, si è soliti dire: non c'è due senza tre.
Ecco questa frase non ha alcun fondamento, altrimenti non si capisce perchè sono molto più comuni le famiglie che hanno, o scelgono di avere, due figli piuttosto che tre, cosiccome statisticamente sono sicuramente più quelli che si sono sposati due volte piuttosto che tre, oppure quelli che hanno due lavori e non tre, cosìccome, a parte il trifoglio, la natura si dimostra con una simmetria (si potrebbe anche parlare dei frattali) che di solito raddoppia le immgini, come le foglie degli alberi, le ali delle farafalle o gli esseri viventi più in generale e non le triplica.

Direi quindi infine che il 2 batte il 3 per 2 ad 1, e che non è  sempre vero che non c'è due senza tre.

martedì 4 settembre 2012

L ILLUMINAZIONE ed il quesito risalente ai tempi della antica Babilonia

Poco tempo fa incontrai un uomo. Mi parlò di mio padre e mi disse che quando lui era più giovane gli fece un indovinello.

Una pompa tipo sommersa aspira il liquido contenuto in una vasca in un minuto
Una seconda pompa aspira il liquido contenuto nella stessa vasca in due minuti
Una terza invece in tre minuti.

L'indovinello è: se metto tutte e tre le pompe assieme nella vasca, in quanto tempo aspirerò il contenuto?  Non gli diede mai la soluzione.

La mia risposta immediata è stata all'incirca 30 secondi. Poi ho preso carta e penna ed ho cercato il calcolo esatto che non era poi complesso:

Senza ricordare i fondamenti di algebra che imparai a scuola ho istintivamente calcolato il minimo comune multiplo di 1, 2, 3 ovvero 6, poi ho moltiplicato per 10 per ridurre i decimali.

Quindi se l'acqua è 60 litri significa che:

La pompa A aspira in 60 secondi 60 litri, ovvero 1 litro ogni secondo
La pompa B aspira in 120 secondi 60 litri, ovvero 0.5 litri ogni secondo
La pompa C aspira in 180 secondi 60 litri, ovvero 0.33333333 (3 periodico) litri ogni secondo

Quindi, per essere precisi, ponendo che nella situazione sperimentale il liquido abbia una densità omogenea, che il funzionamento delle pompe sia costante, e che non vi siano interferenze esterne, avremo che:
dopo 1 secondo 1,833333333 litri di acqua saranno aspirati
dopo 2 secondi 3,66666667(circa) litri di acqua saranno aspirati
dopo 32,72 (72 periodico) secondi, le tre pompe avranno aspirato tutto il liquido.
La questione è che non lo avranno aspirato tutto dopo 32 secondi ma nemmeno ne sono necessari 33
Lessi poi in internet un quesito simile solo che era l'opposto, nel senso che la vasca veniva riempita da 3 rubinetti invece di essere svuotata, ma le misure erano sempre le stesse. Il quesito, era scritto, venne posto già al tempo dell'antica Babilonia.

Se l'acqua è 500 litri avremo approssimativamente poichè vi sono sempre decimali infiniti:
Pompa 1 : 500 litri in 60 secondi ovvero 8.333333333333 (3periodico) litri al secondo
Pompa  2 : 4,166666666666667 litri al secondo
Pompa 3 : 2,77777777777778 litri al secondo
Quindi 15,27777777777778 litri al secondo
Quindi 500 litri in 32,727272727272 (72 periodico) secondi che senza usare i decimali sarebbe approssimato per eccesso 33, numero mistico per gli anni di Cristo, diversi riferimenti biblici, i gradi della massoneria...

L'esempio migliore è con 90 litri
Pompa 1: 15 litri al secondo
Pompa 2: 7 litri e mezzo al secondo
Pompa 3: 5 litri al secondo
Ogni secondo 27 litri e mezzo
900/27.5= 32,727272 (72 periodico)

Non è che ho provato tutti i numeri a penna, è che alla fine per correggermi ed avere una prova in più  di non essermi incasinato ho usato anche Excel.

Ho letto in internet che l'esempio opposto ma con le stesse misure (3 rubinetti che devono riempire una vasca invece che svuotarla) era già studiato nell'antica Babilonia.

Ed ho avuto l'illuminazione

Vuoi vedere che in realtà il sistema sessagesimale era molto più preciso di quello decimale? Vuoi vedere che in realtà il sistema sessagesimale è più in armonia con il movimento degli astri poichè il periodo di rivoluzione della terra ed il tempo sono a base 60 più che a base 10?
Ragionando, il tempo, i gradi degli angoli e delle coordinate sono tutti più comodi se a base 60.
Anche l'anno commerciale che si usa negli affari ha in realtà 360 giorni.
Chissà magari era come per i calendari di certe civiltà: c'erano quelli che usava il popolo e quelli che usavano i sacerdoti...
Così magari ancora oggi usiamo un sistema di numerazione popolare perchè è a base dieci come dieci sono le dita per contare, mentre chi opera calcoli più elaborati usa quello a base 60.

Lo stesso problema sarebbe
 per esempio con 100 litri
1° 40' 00'' di litri in 60 secondi
1° 40' 00'' di litri in 120 secondi
1° 40' 00'' di litri in 180 secondi


  0° 1' 40'' di litro in un secondo
  0° 0' 50'' di litro in un secondo
  0° 0' 33''20''' di litro in un secondo (se il sistema sessagesimale fosse puro quindi le frazioni fossero sempre su base 60)

ogni secondo   0° 03' 03' 20'''

ogni 10 secondi       0° 30' 33'' 20'''
dopo 30 secondi       1° 31'40''00'''
dopo 31 secondi  1g34'43''20'''
dopo 32 secondi 1g 37'46''40'''
dopo 33 secondi 1g40'50''00'''

ora dopo un sacco di calcoli posso dire che per quanto mi riguarda, l'approssimazione in questo calcolo è presente sia tra sistema sessagesimale che nel sistema binario. Perciò forse quello sessagesimale potrebbe essere più preciso in termini di frazione, ma con il livello raggiunto dall'algebra elaborata con il sistema decimale non posso osare a dire che quello vecchio sia superiore, sono troppo ignorante.
Il discorso fatto all'inizio rimane comunque buono, i calcoli delle coordinate planetarie non sono con il sistema decimale, in più vi lascio ad un semplice quesito.
Anche se alcuni cellulari di adesso hanno smesso di mostrare il periodico, resta il fatto che in un calcolo serio se divido 10 diviso per 3 risulta 3,333333333333333333333333 con tre periodico, un numero che non si sa quando finisca.
Se invece uso il sistema sessagesimale, e quindi ad esempio quello per la misurazione del tempo ottengo che
10 minuti diviso per 3 risulta 3 minuti e 20 secondi.PUNTO.

E poi resta comunque da dire una cosa: ma che numero strano è 32,72 con 72 periodico???


P.S. per chi è più erudito: lo so che non ho detto niente di nuovo, però non ci penso spesso a queste cose

venerdì 10 agosto 2012

Rivelazioni di oggi

Leggi quello che qui sta scritto:
Cercare di togliere gli inganni è la via per migliorare. Rivelare ciò che sta nascosto è il modo per crescere. Non trovai mai un modo solo od un modo più adatto degli altri. Procedere con ordine non significa molto se l'ordine è relativo ad errati concetti. La rivelazione va quindi ricercata intorno a sè cosiccome dentro di sè. La rivelazione porta al sentimento che noi si chiama amore, in tutte le sue forme ed espressioni. Un giorno mi fu detto che la mente preferisce l'ordine al caos e che vi sono leggi che regolano l'universo che possono essere ragionate. Queste leggi vennero scritte oppure no, non mi è dato saperlo, ma mi fu detto che queste leggi esistono indipendentemente dall'amore e mantengono parametri costanti in maniera indipendente dall'amore, cosiccome il rapporto tra la circonferenza ed il suo diametro è sempre P greco.
Allora considerai come gli antichi cinesi sapessero che in fondo, il rumore di un albero che cade in mezzo ad una foresta vuota, nessuno lo conosce, poichè in effetti nessuno assiste a quel fenomeno, che si presume essere simili agli altri fenomeni analoghi, ma che per certezza, nessuno può sapere, non essendoci appunto nessun osservatore, con le sue facoltà percettive, la sua capacità di elaborare la luce rifratta e di analizzare le onde sonore. 
 Sicchè P greco, la geomteria e tutte queste considerazioni sono vere solo in relazione a noi, alla nostra stessa natura, ed alla nostra capacità di elaborare lo spazio tempo. Forse ciò che a  noi pare congiunto congiunto non è, e ciò che a noi pare parallelo, parallelo non è. Forse la ritualizzazione di queste formule è un semplice tramandare un idea piena d'amore che venne a qualcuno un giorno, che aprì lo spiraglio ad una rivelazione più grande, e che venne poi presa essa stessa come idea dogmatica, quando magari era solo un tentativo di avvicinarsi al meglio ma non una pretesa di esserlo. Accadde forse che venendo intesa come dogma questa categorizzazione dello spazio, venne assunta come metodo d'interpretazione della realtà da tanti uomini e così assorbita venne tramandata nel patrimonio genetico di essi, tutti ammiratori di Euclide e dei suoi predecessori.
Mi fu detto che ciò che è vero non può essere falso, e ciò che è falso non può essere vero, poichè verità, veritas, lessi poi in un secondo momento, significa appunto opposizione.
Ma qui si scontra la logica binaria e la realtà dei fenomeni naturali. Poichè in relazione al tempo una stessa cosa può essere vera in un momento e falsa in quello dopo, e non sempre si hanno strumenti per misurare l' infinitesimale trascorrere delle minime frazioni del tempo. Sicchè mentre io riconosco una cosa come vera essa può essere nel momento stesso in cui l'ho elaborata e percepita, mutata in cosa falsa, perciò io a quel punto potrei dire: è vera! ma in realtà ella non lo sarebbe più, oppure aspettare che si stabilizzi, senza però mai sapere per quanto tempo. Seguendo questo ragionamento non avrei mai la certezza di parlare ed essere al contempo nel vero. Sicchè imparai il trucco degli uomini, che sanno di non poter mai ragionare nel presente, ma di ragionare sempre leggermente nel passato e di guardare comunque verso il futuro. Perciò anche se cerco di essere giusto dovrei ammettere che è solo un tentativo di ragionare, e che è meglio amare e ragionare con umiltà che ingannarsi di avere tutto sotto controllo ed allontanarsi dall'amore credendo di poter sempre tornare ad incontrarlo.
Così le rivelazioni più grandi rimangono l'amore, l'umiltà, il perdono ed il coraggio. Ma il perdono non significa oblio poichè ciò che non si vuole ricordare, rimane comunque scritto dentro di noi o fuori da noi, sicchè sarebbe un ingannare se stessi.

sabato 4 agosto 2012

Chiavi di accesso al sito in Luglio 2012

1 - "terremoto a cento" "6500 posti letto poggio renatico terremoto", "Intervenire su faglia di ferrara"

Il terremoto continua ancora a farsi sentire, qualche giorno fa i sismografi, secondo i dati dell'INGV avrebbero registrato proprio tra qua (Cento) e Finale Emilia, una scossa di 2.3 gradi Richter, e come ipocentro a circa 10 km di profondità, non so con precisione come funzionano questi sismografi, ad esempio quale può essere la percentuale di errore nella stima della profondità, e come analizzano le onde vibratorie che ricevono, secondo cioè quali criteri. Stando al dato di 10 km di profondità è difficile pensare che una scossa di questo tipo possa essere artificiale, anche se tramite detonazioni di HMX o esplosivi più potenti, operate in diverse zone tramite detonatori sincronizzati alla frazione di secondo.
Ad ogni modo con questo fatto delle indagini sul terremoto ed una possibile correlazione con i prelievi, coltivazioni e stoccaggi di gas naturale stanno venendo a galla sempre più informazioni che non erano chiare. Ad esempio il mensile CentoperCento n.69 riporta come dal 2004 dal sottosuolo emiliano le estrazioni di gas abbiano estratto 1.800.000.000 metri cubi di gas e come i permessi di ricerca e le concessioni di coltivazione siano più numerosi di tutte le altre regioni. Essendo documentato che l'estrazione di Gas provoca subsidenza potrebbe esserci una correlazione tra estrazione di gas e danni del terremoto, non è escluso nemmeno che attraverso la frantumazione idraulica, si sia creato un sisma, ma pur esistendo sicuramente un punto più sensibile, risulta difficile credere a 2 sismi di magnitudo intorno a 6 e centinaia di scosse. Ripeto col dire che se i terremoti sono artificiali del tutto, allora significa che sono intenzionali, e che a quel punto potrebbe essere usata tecnologia militare segreta per rompere le appositamente le cosiddette faglie.


2 - Gli appunti di rakam 4.
Questa deve essere d quanto leggo dal sito PuntieSpunti.it, una rivista di Ricamo che si chiama Rakam.

3 - "Frasi che aprono la mente"
In qualunque modo si scelga di interpretarla, l'ultima frase dell'Adelchi:

Gran segreto è la vita, e nol comprende

Che l'ora estrema. Ti fu tolto un regno:

Deh! nol pianger; mel credi. Allor che a questa

Ora tu stesso appresserai, giocondi

Si schiereranno al tuo pensier dinanzi

Gli anni in cui re non sarai stato, in cui

Né una lagrima pur notata in cielo

Fia contro te, né il nome tuo saravvi

Con l'imprecar de' tribolati asceso.

Godi che re non sei; godi che chiusa

All'oprar t'è ogni via: loco a gentile,

Ad innocente opra non v'è: non resta

Che far torto, o patirlo. Una feroce

Forza il mondo possiede, e fa nomarsi

Dritto: la man degli avi insanguinata

Seminò l'ingiustizia; i padri l'hanno

Coltivata col sangue; e omai la terra

Altra messe non dà. Reggere iniqui

Dolce non è; tu l'hai provato: e fosse;

Non dee finir così? Questo felice,

Cui la mia morte fa più fermo il soglio,

Cui tutto arride, tutto plaude e serve,

Questo è un uom che morrà

4 - Transessuali come addolciscono la voce
Bella la sonorità della voce è studiata dall'alba della civilta, ci si potrebbe scrivere un trattato, in linea di massima comunque fare la voce diversa/da donna, è questione soggettiva, di genetica, di corde vocali modulabili.

giovedì 2 agosto 2012

Californication

Californication (1999)

Psychic spyes from China
Try to steal your mind elation
Little girl from Sweden
Dream of silver screen quotations
and if you want these kind of dreams
it's Californication

It's the edge of the world
And all of western civilization
The sun may rise in the East
At least it settles in the final location
it's understood that Hollywood
sells Californication

Pay your surgeon very well
To break the spell of aging
Celebrity skin is this your chin
Or is that war your waging

First born unicorn
Hard core soft porn
Dream of Californication
Dream of californication.

Marry me girl be my fairy to the world
Be my very own constellation
A teenage bride wiith a baby inside
Gettin high on informotion
And buy me a star on the boulevard
It's Californication

Space may be the final frontier
But it's made in a hollywood basement
cobain can you hear the spheres
Singin song off station to station
And Alderon's not far away
It's Californication

Born and raised by those who praise
Control of population everybody's been there and
I don't mean on vacation

Destruction leads to a very rough road
but it also breeds creation
And earthquakes are to a girl's guitar
They are just another good vibration
and tidal waves couldn't save the world
from Californication

Pay your surgeon very well
To break the spell of aging
sicker than the rest
there is no test
But this is what you're carving



Prosa (per quanto ne so)

Californication è un termine coniato da Kiedis che vuole unire 2 significati: Californizzazione della civiltà e fornicazione come porcheria sessuale.

Le psyco spie sono presunti individui in grado di penetrare nei pensieri di altri o di carpirne la forma mentis, anche a distanza. In questo caso sono Cinesi, ma esperimenti di questo genere vennero implementati durante la guerra fredda anche negli States [progetto Grillflame] . Kiedis non crede utile ragionare in questo modo.
Ragazzine Svedesi, che sognano la celebrità come Greta Garbo a suo tempo (ed al tempo degli schermi d'argento sul quale si proiettavano le immagini in bianco e nero )
Se vuoi comunque questo tipo di sogni, è Californication

Lo stile di vita della California è ciò che sagoma il mondo e tutta la civiltà occidentale,
Il sole può anche sorgere ad Est, ma alla fine tramonta nella destinazione finale (il convenzionale Ovest, la California)
E' chiaro che Hollywood, vende Californication.
In questo caso Kiedis pensa a tutta la propaganda e la moda che ha prodotto la california in quegli anni (l'estetica del finto, rifatto e del fisicamente palestrato come i bagnini di bay watch, i surfisti, le lampade abbronzanti, le ragazze bionde californiane, lo stesso governatore della California dopotutto era l'attore di Hollywood Schwarzeneigger)

Paga il tuo chirurgo molto bene per rompere il fascino dell'invecchiamento, pelle di celebrità (titolo di una canzone della moglie di Cobain) è questo il tuo mento oppure è quella guerra che stai intraprendendo (la lotta contro il tempo che fa invecchiare?)

Il primo unicorno nato (riferimento a Dorothy Stratton?)
Hard core (pornografia) soft porn (erotico)
Sogni di Californicazione
E' probabile che Dorothy Stratton sia stata intesa come l'Unicorno, in base al titolo di un libro "killing the Unicorn" scritto dal suo ultimo regista e compagno Bogdanovich, che poi sposò la sua sorella minore, oppure dal modo di dire "killing the unicorn" (perdere la verginità)  Seguendo questa interpretazione immagino che Kiedis pensi di criticare la commercializzazione del corpo femminile ed il degrado dei costumi che portano alla perdità della purezza e della verginità.

Poi c'è una richiesta di matrimonio che nel flusso di informazioni della canzone, sembra una richiesta di un uomo che parla ma non si capisce se davvero sia convinto o tanto per dare aria alla bocca, "sposami, sii la mia fata nel mondo, sii la mia costellazione" e nella frase dopo parla di una ragazza giovane in cinta che fa sempre notizia.
Infine dice di comprargli una stella nel Boulevard walk of fame, cosa che poi effettivamente avverrà ai Red Hot. Ora non capisco se l'aver accettato la stella sia l'implicita ammissione che anche loro fanno parte della Californication. Dopotutto Anthony anche se cantava in una band incazzata con il mondo, è figlio di un attore.

Lo spazio può essere la frontiera finale (ultima frontiera viene spesso detta in Star Strek)
Ma è fatto in uno studio di Hollywood: dopotutto Kubrik venne stipendiato dalla Nasa per aggiustare immagini da mostrare al pubblico riguardanti lo spazio, così pur ignorando in che misura sia vera questa frase, posso comunque dire che se anche un regista di Hollywood venne interpellato per dare il suo contributo al mostrare le immagini al mondo... allora c'è stato bisogno di chi si occupa di finzione anche lì.. e chissà in che misura.
Poi si chiede se Kurt Cobain può sentire il suono dei pianeti, con citazioni anche di un album di David Bowie. Magari chissà, è una frase che potrebbero capire a fondo solo Kiedis e Cobain, se ebbero modo di conoscersi e scherzare.
Aldernon, aldernan, Aldernaan, è un pianeta uguale al pianeta terra nel film Guerre Stellari, Aldebaran è una stella reale nella costellazione del Toro.

Nati e cresciuti per quelli che predicano il controllo della popolazione (tecnocrati maltusiani, a capo di organizzazioni internazionali che pianificano lo sviluppo del mondo ecc...)
Ognuno è stato là e non intendo in vacanza (a Vaccinarsi, poichè alcune teorie parlano di riduzione di fertilità a seguito dei vaccini). Su questo punto direi che la campagna contro i vaccini che indicava elementi che diminuiscono la fertilità nel vaccino (squalene ecc...) è una storia alquanto recente, perciò che sia scritto nel 1999 è sbalorditivo. Non so in che misura sia vero, certo è che è parzialmente vero, poichè oltre ad essere un idea venuta ad un consulente della Casa Bianca, tale Holdren, è anche sato applicato in alcuni paesi come Filippine e Sud America.

La distruzione porta ad una via molto tosta, ma alimenta anche la creazione (questo può essere un concetto del suo credo)
Ed i terremoti sono ad una chitarra da ragazza (haarp?) un'altra buona vibrazione (citazione dei beach boys) e le onde anomale (ricordo siamo nel 1999) non possono salvare il mondo dalla Californicazione.

Paga il tuo chirurgo molto bene, per romper l'incantesimo dell'età,
Più malato del degli altri, non c'è storia, ma è proprio quello che stai bramando.

Quindi nel video del singolo, chi andava avanti con l'idea di Californication veniva distrutto.

Ad ogni modo io non so di preciso in che misura ho capito cosa volesse dire Kiedis ed in che misura aprendo il suo flusso di coscienza lo stesso Kiedis abbia capito ciò che stava scrivendo, immagino fosse consapevole di tutto quello che ha scritto. Chi mi dice che sono cospirazionista mi dovrebbe spiegare la frase "Born and raised by those who praise control of population," Qui non c'è molto da interpretare, è lo strapotere delle idee tecnocratiche malthusiane che hanno attecchito da più di 50 anni nella cultura occidentale, a seguito di precise considerazioni mondialiste. Mentre "everybody has been there and i don't mean on vacation" interpretatelo come volete, anche nel modo di questo sito, che dice che tutti sono stati ad Hollywood perchè Hollywood entra nelle vite di tutti.

Ora io credo che lo scritto sia una produzione non precisa ma potentissima, e che in realtà uno che parla di Californicazione, di pornografia di hollywood, e nel primo video estratto dallo stesso album si lecca due dita e le mette nella gnocca di uno spirito donna, per poi fare altre cose, non abbia una coerenza eccelsa.
O forse ce l'ha più di me, del resto anche lui fa parte della Californication e anche lui vuole autodistruggersi.

domenica 22 luglio 2012

Chiavi di accesso Giugno 2012

Dunque parto col dire che c'è una differenza significativa tra le chiavi di accesso riportate da Shiny Stat e quelle riportate dalle statistiche di Google. io faccio sempre riferimento a Shiny Stat.


1 - Si ripetono in tante versioni richieste del "terremoto in Emilia"
Ora in sostanza ci sono state tante ipotesi su questo terremoto, attualmente a livello locale si sono creati diversi dubbi.
I dubbi per me sono leciti, e le indagini doverose, purtroppo occorre tempo, ed intanto il mondo va avanti, ma quando avvengono fatti così importanti, bisogna cercare di andare in fondo alle questioni. Mi devo leggere tra le altre cose un libro importante. 


2 - Simcity ci sono terremoti.
Certo. a volte servono per aumentare l'aura della popolazione. E' una filosofia un pò perversa che comunque trova un effettivo riscontro nella realtà.
Ricordo un libro di Nick Hornby che parlava della storia di una donna che lavorava all'ospedale e di infedeltà coniugale e finiva proprio così, che nel sistemare un disastro che avveniva in casa (tipo un tubo rotto od una roba così) la famiglia ed i coniugi ritornavano più in armonia.
Bah. Se qualcuno ha qualche problema di vita, mi offro per fargli dei danni in casa a prezzo modico, per rompere tubi dell'acqua, televisioni, sedie, e poter ristabilire l'armonia in casa sua...
Si bè ma questo dipende anche perchè si da un eccessiva importanza all'informatica ed alla statistica che sono numeri aridi; cioè non è che se un popolo è molto orgoglioso / determinato / efficiente e riesce a costruire le cose in fretta, allora facendogli dei danni lo si fa stare meglio.
Auguro a tutti di trascendere da questa ruota dove si deve scegliere se essere abusati od abusare di altri.

3- "Uomini primitivi perche erano nomadi"
Secondo quello che ho studiato io a scuola i primitivi non conoscevano l'agricoltura e quindi andavano solo a caccia, spostandosi dove c'erano animali. Immagino che anche a forza di stare a dormire nelle caverne con la puzza che facevano avessero voglia di cambiare di posto e poi credo anche che l'esplorazione, nell'uomo, come la maggior parte degli animali sia innata. Un pò come quando i cani vogliono andare a fare una passeggiata.

4- "Storia di campanile di Buonacopra a Cento"  
Non so, ho trovato la storia della vita del Santo. Curiosa per diverse faccende.  Predicava, battezzava villaggi, abbatteva templi, alberi sacri e idoli pagani. Chiamato Martino in onore di Marte, abbandonò le armi e diventò un monaco, mantenendo un identità cavalleresca. Si festeggia l'11/11.
La Chiesa era del 1863/1864, ma l'Oratorio di San Martino era là già dal 1399.


Per questa volta mi fermo qua