mercoledì 15 giugno 2011

Referendum

Non ho votato ai referendum.
Dapprima volevo votare, poi non volevo votare, poi volevo votare, poi non ho votato.
Come diceva Mussolini, Volubile è l'animo degli uomini. Volubilissimo quello degli italiani. Io aggiungerei che anche io ed anche Mussolini stesso, siamo uomini italiani molto volubili, lui un pò meno di me perchè è morto.
Speriamo di non essere volubili davanti alle questioni più malvagie e prossime a noi.

Detto questo credo di non comprendere a fondo troppi termini per poter valutare il nucleare, ed ho ascoltato cosa dicevano alcuni scienziati tra cui Rubbia. In realtà molti di loro, Rubbia incluso, sembravano contro al nucleare, però dicevano anche che probabilmente è necessario un mix tra nucleare e rinnovabile, e che con le nuove tecnologie le scorie vengono azzerate. Allora il punto è questo, se mi dite quali sono le previsioni di materiale fissile disponibile, quali sono i metodi per eliminare le scorie, quali i rischi, allora posso prendere anche una decisione. In questo modo non sapendo le cose la decisione non l'ho presa. Ma questo non significa che se non sono andato a votare io mi disinteressi completamente di quello che succede, così come ho telefonato al ministero dell'agricoltura per capire cosa succedeva con gli OGM, così come anni fa ho mandato un mail mi pare al ministero dell'ambiente per segnalare che al di là delle leggende metropolitane in effetti le scie degli aerei potevano contenere materiali non imputabili al normale funzionamenteo dell'aereo dato che la cosa era già avvenuta in passato. Il fatto è che ciò non è contato a molto, perchè per gli OGM mi hanno detto che non dovrebbero essere introdotti ma che in fondo non è che potevano garantirlo, mentre per le scie non mi hanno nemmeno risposto.
Sulla privatizzazione dell'acqua, è un pò un casino. Il discorso non è soltanto riguardo alla privatizzazione delle tubature dell'acqua, ma riguarda l'entità statale in generale. E' molto giusta la legge che impone agli esercizi pubblici di dover dare un bicchiere d'acqua del rubinetto a chi ha sete, così come sono impegnati a lasciar usare il bagno. Io direi che per questo dovrebbero pagare meno tasse.
Ma il punto non è questo, in un mondo globalizzato ed un mercato aperto, il nostro attuale stato, per come si presenta oggi, è obsoleto.
Quindi o si fa retromarcia, si aumenta l'identità nazionale, introduce dogane e dazi su ciò che è prodotto all'estero, si riduce i flussi di immigrazione, si usa una moneta stampata dallo stato stesso, oppure lo Stato Italiano, con 1890 miliardi di Euro di debito pubblico, tra il più basso numero di crimini risolti in Europa, tra il più alto spreco statale per molti campi, una sudditanza militare, energetica, e tecnologica, unita alla mancanza di materie prime, non può fronteggiare la gestione dell'economia interna.
Sul legittimo impedimento per Berlusconi, poteva anche starci. Se esiste il segreto di Stato che dura 30 o 50 anni, non vedo perchè non potrebbe esistere una legge che per il mandato aumenti l'immunità diplomatica dei ministri, è anche vero però, che essendo una legge che riguarda il penale, si potrebbe arrivare a livelli troppo assurdi, cioè se il primo ministro commissiona omicidi a tutti quelli che conoscono i suoi scheletri nell'armadio, allora è chiaro che non può esimersi dal venire processato, anche se il suo mandato è ancora in carica, perchè altrimenti potrebbe accoppare tutti quelli che sanno la verità prima che scada il mandato, e poi, chi si è visto si è visto. Quindi per il leggittimo impedimento avrei votato di si. Ora siccome la credibilità di Berlusconi è in calo, dubito che venga rieletto. Io non lo avrei rivotato e se anche come si era ipotizzato diventasse presidente della Repubblica al posto di Napolitano, il legittimo impedimento non riguardava quella carica, ma soltanto quella del presidente del consiglio e dei ministri. Vediamo che accade.

2 commenti:

Fra ha detto...

non ho letto questo post, volevo solo dirti che a distanza di qualche anno mi sono divertita a rileggere i tuoi commenti nel mio blog! ciao arthur!
Fra

Arthur ha detto...

Ah bè, grazie del complimento!