venerdì 4 ottobre 2013

Realtà e pensieri




Ora davvero sono convinto che la realtà superi la fantasia. Il fatto è che ciò è vero su tanti livelli quindi per taluni io potrei scrivere così perchè sono un credulone. Ma in piena onestà penso di esserlo meno di quello che può sembrare a molti, e che scherzi a parte, la realtà supera di gran lunga la fantasia.
Così un anima viva si trova spesso travolta da fortissime volontà, buone o cattive esse siano, e talvolta aiutata dall'alto può riuscire incredibilmente ad imporsi su tutte mentre altre volte deve acconsentire, subire, o ancora viene esclusa, bypassata. Una mente strategica può elaborare situazioni molto velocemente, ma chiudersi in se stessi rifiutando ogni volontà esterna non può essere la giusta soluzione. Almeno non in maniera definitiva penso io, io credo che significhi reprimere la vitalità. Forse ha senso in determinati periodi della vita. Le parole sempre si stampano sulla mente di qualcuno, a volte ce le stampa una volontà umana con o senza ausili, altre volte una più eterea, negativa o positiva, altre volte, credo una divina,
In aggiunta a ciò si è rinchiusi in schemi mentali costruiti ad arte che impediscono di cogliere la realtà ed allora finisce che davvero diveniamo più esseri pensati da altri che esseri pensanti. A volte rompere gli schemi per qualcuno significa follia, per altri è un barlume di luce.
La realtà va svelata, anche se non sempre è facile pronunciare parole di verità, l'amore per il principio creatore e per il creato va perseguito; altri concetti importanti sono certo reperibili in testi come i Vangeli ed altri testi religiosi o scritti ad onor del vero e della vita.
Tanto che ho scritto in passato su questo blog perde di significato quando si assume un punto di vista differente; tengo a precisare però che non ho mai scritto nulla per ingannare o che non pensassi o perchè me lo abbia detto di scrivere qualcun altro, su quest'ultimo punto, date le ultime scoperte posso almeno dire non in maniera diretta o conscia, ma per la maggior parte delle volte ho cercato di meditare su ciò che scrivevo.



0 commenti: