sabato 16 aprile 2011

La mente di un essere minuscolo

Se fossi un essere minuscolo vedrei un soffio d'aria come un cataclisma da far venire la pelle d'oca. Vedrei il sole sorgere poche notti, forse solo un mesetto, il tempo del cambio della fase lunare.
La notte sarebbe per me un inverno, la mattina una primavera, il mezzogiorno un estate ed il tramonto un autunno.
Così un giorno sarebbe un anno, o forse anche meno, forse un giorno sarebbero cent'anni, perchè ad ogni passaggio di nuvola, vedrei la vita cambiare.
La pioggia sarebbe il diluvio, la neve una glaciazione, ed in ogni istante valuterei se spostarmi di un micron più in qua o di un micron più in là, o stare fermo.

0 commenti: