venerdì 16 gennaio 2009

ISRAELE E PALESTINA

Questo è quello che penso di Israele e Palestina:

C' è gente potente, enormemente potente, e di religione Ebraica che ha creato lo stato di Israele.
Se volesse, potrebbe fare in modo, che la Palestina, l'Egitto, e tutte le zone limitrofe fossero loro, e senza neanche troppi giri di parole. Hanno strumenti per fare QUASI tutto quello che vogliono.
I musulmani che governano, in questo caso, sono lasciati lì solo per mantenere alto il livello di attenzione, per fare sì che Israele viva sempre in tensione, per fare in modo che sia militarmente uno stato forte, senza che nessuno abbia un cazzo da ridire, perchè la guerra e la tensione portano profitto e sviluppo, o meglio, quando il pavimento scotta, vedrai quanto corri più in fretta, e quanto è più facile essere autoritari, anche perchè hai un nemico inquadrato.
Gli stessi fondamentalisti seguono insegnamenti con a capo alcune di queste stesse persone potenti.
Chi ci rimette, manco a dirlo, sono i comuni cittadini Israeliani e Palestinesi, che non capisco che cazzo stiano ancora lì a fare. Io me ne sarei già andato da un pezzo, anche se Gerusalemme è un posto sacro eccetera.
In aggiunta a questo ogni volta che succede qualcosa in quel posto lì non si capisce mai un emerito cazzo e persone dell'intellighenzia demente che oramai hanno sintonizzato e preparato il loro cervello per abboccare a qualsiasi stronzata venga detta loro da alcuni organismi internazionali (vedi Lucia Annunziata), continuano a dire che non è possibile parlare di queste cose, che non è possibile volere trovare un colpevole eccetera eccetera.
Ma allora io mi chiedo: se devi parlare per dare aria alla bocca, perchè non te ne stai a casa a fare i tortellini?

4 commenti:

dmonax ha detto...

Anch'io sono convinto che la questione palestinese è sempre stata un ingiustizia fin dal principio.

La vicinanza tra governo di israele e USA è sempre stata palese. Ed è palese (per legge) affibbiare l'accusa di anti-semitismo a chi critica lo stato di israele...

dmonax ha detto...

Volevo scrivere: è palese che si VOGLIA accusare di antisemitismo colui che semplicemente si oppone al governo di israele...

ciao

Arthur ha detto...

Già, comunque anche i Musulmani sono testardi oltremodo. Detto questo,credo non siano chiare le dinamiche e che da i media non si capisca mai chiaramente quello che accade, basta confrontare ciò che dicono col sito di Blondet.
La convinzione che questa condizione di paura faccia comodo ai governanti di Israele è grande, non capisco perchè i Musulmani non si allargano di più verso altri luoghi.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Io dico che se ora ci fosse la volontà politica di finirla questo succederebbe. Quindi tutti colpevoli, civili inermi a parte.