giovedì 29 gennaio 2009

Video music

E' un pò che non metto link a canzoni.

Questa non so perchè, mi sono ritrovato a ricanticchiarla, eppure non avevo mai visto il video (non guardo MTV da una vita), la avevo ascoltata solo due o tre volte da qualche parte. Si vede che mi ha fatto effetto, è dei Meganoidi, il gruppo ska che pensavo facesse solo canzoni demenziali, si chiama Zeta Reticoli, e questo è il video.

Questa è una delle canzoni da ballare più riuscita degli ultimi anni ed il video è spettacolare, penso che la conoscano in molti anche perchè è da più di un anno che gira, si chiama RISE UP, del Dj House Yves Laroc.

Questo è il video di una canzone che ho in un CD che mi hanno regalato, è di Gigi D'agostino che in pratica è uno dei Dj contemporanei più divertenti è più scoppiati che girino in Italia. Spesso credo che la musica come la sua disfi in senso letterale il cervello. La canzone si chiama ginnastica mentale.

Questo invece è il video Spett-a-co-la-re dei Daft Punk di una canzone di qualche tempo fa: Harder Better Faster Stronger. Dimenticavo, ecco la seconda versione. Forse ancora meglio..
Cavolo i Daft punk sembrano proprio venuti fuori direttamente dal mondo dei videogiochi. Qualcuno si ricorda Around the world oppure One more time?

E con questo post per un pò non si parla di musica, soprattutto elettronica.

3 commenti:

Lieve ha detto...

Ricordavo Around the world e Zeta Reticoli è una canzone che mi è sempre piaciuta, dal primo ascolto, vai a capi' perchè, visto che non è esattamente il genere che ascolto.
E' sorprendente come ascoltare una canzone sia in grado di riportare con la mente al periodo in cui eravamo soliti ascoltarla.

Grazie per le tue parole sul mio ultimo post. Non intendo tacere per sempre, ma solo aspettare di poter parlare con serenità. Non mi va di usare i miei spazi presunti per sputare veleno su questo e su quell'altro e non per una mia qualche nobiltà di spirito - perchè se mi aiutasse, so che lo farei. Ma perchè in realtà non farebbe altro che amareggiarmi ancora di più. Per cui aspetto che cambi qualcosa. O aspetto di cambiare qualcosa.

E chissà che prima o poi non si chiacchieri davvero io e te.
Dopo tanto che ti leggo ho l'impressione di averlo fatto davvero e anche se non ho idea di quando tornerò con la mia pseudofilosofia, puoi star sicuro che non smetterò di passar di qui (e spero non suoni come una minaccia o_0)

Arthur ha detto...

E' sempre un piacere Lieve

Hester ha detto...

Ciao Artur Fonzarelli..
Il tuo "diario di bordo" mi affascina moltissimo..
Io tratto argomenti molto diversi, diciamo appartenenti e non appartenenti alla quotidianità pallosa..
Fatto sta che sarei felice se dessi un'occhiata al mio blog, wwwtrafiufansclub.blogspot.com
sbizzarisciti come meglio credi, e Fonzie è stato il mio idolo :-)