lunedì 27 aprile 2009

La morte del Duce d'Italia Benito Mussolini

Il mondo, me scomparso avrà ancora bisogno di quella che è stata la più audace, la più mediterranea, la più EUROPEA delle idee. La storia mi darà ragione


Ed, a quanto pare, purtroppo, gliela sta dando.

Sono passati sessantaquatto anni dalla fine del fascismo. Oggi sessantaquatro anni fa il Duce scriveva la sua ultima lettera, almeno così sembra, poichè sulla sua morte e le ultime ore della sua vita tutt'ora resta un ombra di mistero.

Se questo è dunque l’ultimo giorno della mia esistenza, intendo che anche a chi mi ha abbandonato e a chi mi ha tradito, vada il mio perdono, come allora perdonai al Savoia la sua debolezza.

Domani ricorre l'anniversario della sua morte, per chi lo vuole leggere, questo sembra sia stato il suo ultimo testamento.

Il comunismo radicale non esiste più. Il capitalismo è stato spinto al limite, e per non andare ad annullare i diriti umani che si è scelto di firmare alle nazioni Unite, è fallito.

Roosvelt dopo la grande depressione plagiò le idee del fascismo con il New Deal per rimettere in piedi l'America.
La comunità Europea sta vacillando, si parla di aiuti statali, di nazionalizzare le banche eccetera, in somma si sta rispolverando il socialismo fascista.

Io non posso permettere che torni l Fascismo. Sono stato ammiratore di Mussolini, ma so come sono andate le cose, so che è stato manipolato, so che una persona sola, quale era lui, ha creduto davvero di avere tutta la situazione sotto controllo, ma non ce l'aveva. So che ha dovuto fare degli atti di fede, e che alcuni di questi atti lo hanno condannato. So che seppure la sua fu a tutti gli effetti una delle dittature più leggere della storia, fu sempre una dittatura comandata da un uomo che non poteva caricarsi della responsabilità dell'intera popolazione Italiana.
Mussolini era un grande Statista, ma non si può continuare ad adorare persone che lavorano sulla massa. Bisogna cominciare a parlare a persone che lavorano sull'individuo.

Temevo di doverlo dire, ma l'unica soluzione in questo momento che vedo tangibile, è il nuovo ordine mondiale tanto auspicato dalle elites globali.
Un ordine mondiale che però deve tutelare la libertà dei singoli.

Niente microchp sottocutaneo - ma regole precise. Se un miliardo e duecento milioni di Cinesi che sia assomigliano tutti stanno per avere libero accesso al mondo non è una buona motivazione per marchiare la gente come le bestie.

Leggi trasparenti. Se associazioni segrete vogliono continuare a complottare, che continuino pure e si strafoghino con le loro puttanate. Se però gli organi decisionali introducono nuove regole, che siano trasparenti e soprattutto regredibili, ergo, non mi interessa chi complotta, ma chi governa ufficialmente deve rendere conto di quello che fa, altrimenti deve essere ritenuto MORALMENTE RESPONSABILE DELLE DECISIONI CHE AVVALLA. NON VOGLIO PIU' SENTIRE POLITICI CHE SCARICANO LE PROPRIE RESPONSABILITA' AD UN CONCETTO ASTRATTO DI POPOLO Ed UMANITA', altrimenti non fate i politici ed andate a casa.

GIUSIIZIA RIVISTA. Non ha senso che chi ruba sia più furbo, che chi uccida venga punito meno di chi favorisce l'ingresso a degli extracomunitari. La legge è uguale per tutti.

Economia rivista. a questo punto abolizione totale della moneta ed introduzione della moneta elettronica, TRASPARENTE ED ATTRIBUITA SECONDO CRITERI DEMOCRATICI, tramite una scheda che funziona con un pin.

Libertà di pensiero, di parola, di religione, di vagabondare. Il reato di vagabondaggio non deve esistere, una casa per forza a tutti è una cazzata.

Italia senza frontiere ma con regole precise, è ora che ci si abitui all'idea che si può girare anche per strada in tanti e che si possono anche sviluppare città secondarie.

Questo credo sia meglio.

6 commenti:

Guglielmo ha detto...

Arthur hai dimenticato solo chi lo ha oggi tradito il Sig.Finie tutti quellicome Lui .Questi personaggi da noi non meritano nulla neppure il voto. Lui(IL DUCE) spero li possa perdonare IO NO aGIORGETTI

Arthur ha detto...

Mussolini è morto prima che Fini nascesse. Fini è cresciuto con una visione parziale del fascismo, come lo è stata la maggior parte di noi. Soltanto ora i nodi vengono al pettine e le persone comuni hanno modo mediante internet di informarsi e capire cosa davvero accadde, i pregi ed i difetti del nazi-fascismo.

Io non posso augurare un ritorno al fascismo perchè non ne condivido gli ideali, tanto meno del nazismo. Prima si canta "faccetta nera" e poi si fanno le leggi razziali. Ti rendi conto?

A questo punto credo che il fascismo non fosse un ideale era un sentimento verso la patria.

Guglielmo ha detto...

Se permetti Arthur tutti sanno che Tutti sanno bene che Fini est nato dopo, ma anche tutti sanno che dopo Almirante si est fatto ungere da donna Assunta Alnmirante come successore.
Tutti sappiamo che il Fascismo non ritornerà più,ma non abbiamo fatto come Fini che per una poltronba con il Berlusconi ha rinnegato tutto.
Io rispetto Arthur le Sue idee e Lei pf rispetti le mie e sempre pf non mi risponda , La ringrazio

sR ha detto...

Ritieni possibile che le elites mondiali pensino al nuovo ordine mondiale come lo pensi tu?
Anche a me piacerebbe così, ma così non sarà.
L'ordine che tu prospetti sarebbe oro!

fax ha detto...

Io dico solo una cosa: piazzale Loreto fu una VERGOGNA per gli italiani, ma chi gira la spalle da un giorno all'altro al proprio alleato è capace di questo e altro, soprattutto di riempirsi la bocca di un sacco di cazzate. Ma anche di mangiare "finchè ghe n'è viva il re" l'importante è mangiare pisciare e cagare. E per finire ci meritiamo chi abbiamo e abbiamo avuto (dx e sx), chi detta le regole che chissà perchè riescono sempre a favorire la grandi associazioni criminali che dettano legge non solo nel nostro paese ma lo stanno iniziando a fare anche all'estero.

Arthur ha detto...

Sr, se quanto pensi è tu è così tanto negativo, o non ci sarò più io o non ci sarà quell'ordine.

Fax. Quello che dici è vero, ma ti ricordo che a piazzale Loreto era già morto il Duce. Qualcuno lo aveva ucciso in precedenza, dopo che rubarono l'oro di Dongo, dopo che le carte segrte sparirono, e dopo che probabilmente andarono a Como personaggi importanti delle forze alleate, prelevarono addirittura anche il cervello del Duce si dice per studiarlo.