lunedì 14 giugno 2010

Telefilm d'avanguardia

I telefilm Americani di ultima generazione sono sempre più evoluti. Sembrano la vita vera, ed invece sono sempre più sciocchi.

Attori impersonali, con dentature perfette, posture manichino, capelli sempre in ordine ed espressioni decise diventano i protagonisti di storie ambientate il più possibile nel mondo reale, ed il più possibile in contemporanea alla vita reale. Tant'è che un telefilm uscito due anni fa è considerato vecchio.
Sono telefilm che costano una fortuna, e che nel giro di un anno vengono trasmessi in mezzo mondo, hanno una grafica perfetta, e musiche avvolgenti.
Ho già accennato alle boiate di Csi e di numbers, ora parlo di un telefilm che ho visto ieri per la prima e mi auguro ultima, volta.
Si chiama, vedo ora su internet, Royal Pains, e tra il cast c'è anche Arthur Winkler, Fonzie, che però non ho visto sullo schermo.
In poche parole un medico viene cacciato dall'ospedale senza avere colpa, e diventa il medico dei ricchi andando a lavorare negli hamptons che è la zona ad est di long island, dove pare siano ritornati a vivere i VIP per le vacanze.
Il medico è l'eroe del telefilm, in grado di curare mille malattie, ed il fratello è il co-protagonista "pasticcione".
Sono arrivato davanti alla televisione durante la scena nella quale il medico doveva curare un giovane benestante svenuto, non si sa per quale ragione.
Per ragioni di privacy il ragazzo non può andare all'ospedale, così la madre (il marito era l'ex direttore della federal reserve), ha chiamato lui (un medico privato appena cacciato dall'ospedale).
Non potendo fare una risonanza magnetica, si fa mandare l'apparecchio da una che lavora all'ospedale, che alle parole "ma sai pure che il sistema non funziona" si convince e gliela fa portare a casa.
Alla fine scopre che il ragazzo aveva una zecca.
Non commento.
Nel frattempo una amica lo chiama, perchè ha visto una ragazza sua conoscente che lavora come agente immobiliare ed ha un cerotto, allora, sapendo che la ragazza è diabetica e non ha l'assicurazione, chiama l'eroe medico. L'eroe medico, fa finta di voler comprare una casa, per curare il polso dell'agente immobiliare. La ragazza non vuole, ma lui insiste, ed allora la ragazza si lascia curare e lo ringrazia.
Anche qua, mi astengo da commenti.
Va quindi a casa di un ragazzo milionario per toglierli dei punti di sutura, poi incontra suo padre, in modo educato consiglia lui di passare un pò più di tempo con il figlio, ed il padre dopo avergli chiesto se è uno psichiatra od uno psicoterapeuta, ed aver ricevuto risposta negativa, gli dice di non farsi mai più vedere.
Non commento.
Il fratello dell'eroe ospita tre ragazze in una piscina coperta, una è la nipote di una signora che conosce perchè le hanno rifatto le tette. Dopo due minuti che le ragazze escono dalla piscina si ritrovano piene di macchie rosse. Alchè il fratello telefona all'eroe, che dopo poco, capisce che il problema era nel filtro della piscina, capisce quale è il batterio, e comunica al fratello di fare degli impacchi con l'aceto per fare sparire le macchie.
Non commento.
Infine, sempre in questa puntata, anche il fratello conosce una ballerina della quale si innamora, ma la ballerina che si scopre prenda antidepressivi, ansiolitici, e pillole di ogni genere, ha guarda caso, dei problemi di salute, cioè, il suo sogno è quello di cominciare a mangiare ai fast-food perchè non ha mai potuto farlo, e poveretta lei, ha sempre dovuto mangiare astice o pesce alla griglia; solo che sviene ogni volta mangia qualcosa.

Tutta la puntata, tutta la telenovela, si può sintetizzare in una scena di tre minuti.

Il medico eroe si trova a tavola con la ragazza della quale è infatuato, che lo invita a mangiare qualcosa in un posto vicino a dove si trovano, dato che "aveva pochi minuti di tempo".
Discorso del tipo:"non riesco a capire che tipo sei, sei un medico privato che cura i ricchi, oppure un filantropo che cura le persone povere gratis". Risposta: "non posso essere tutti e due?"
Dopo poco, stanno per alzarsi dal tavolo, e lui in tono interrogativo ma serio chiede?
"ma non è troppo dolce questa pizza?"
e lei gli risponde: "si infatti è strudel al limone".
Musichetta ironica e cambia la scena.

Ora, io non lo so se gli autori hanno voluto esplicitamente fare capire che tutto il telefilm è una cazzata, o che la maggior parte degli americani sono dei dementi o se davvero credevano di essere simpatici o cos'altro.

Ma io, non lo so, voi vi fareste curare da uno che crede che lo strudel al limone sia pizza?

Basta, meglio se non commento ulteriormente.

0 commenti: