venerdì 21 novembre 2008

Dalle profezie di Amos

Amos è un profeta di origine Giudaica dell'VIII secolo Avanti Cristo.

8 La cesta dei frutti maturi.
Ecco ciò che mi fece vedere il Signore Dio:
era un canestro di frutta matura.
Egli domandò: "Che vedi Amos?".
Io risposi: "Un canestro di frutta matura"
Il Signore mi disse:
"E' maturata la fine per il mio popolo Israele, non gli perdonerò più. In quel giorno urleranno le cantanti del tempio, oracolo del Signore Dio. Numerosi i cadaveri, gettati dovunque. Silenzio!".
Contro gli sfruttatori.
Ascoltate questo, voi che calpestate il povero e sterminate gli umili del paese, voi che dite "Quando sarà passato il novilunio e si potrà vendere il grano? E il Sabato perché si possa smerciare il frumento, diminuendo le misure ed aumentando il siclo e usando bilance false, per comperare con denaro gli indigenti e il povero per un paio di sandali? Venderemo anche lo scarto del grano".
Il Signore lo giura per il vanto di Giacobbe: certo non dimenticherò mai le loro opere.
Non forse per questo trema la terra, sono in lutto tutti i suoi abitanti, si solleva tutta come il Nilo, si agita e si riabbassa come il fiume d'Egitto?
Castigo misterioso
In quel giorno, oracolo del Signore Dio, farò tramontare il Sole a mezzodì e oscurerò la terra in pieno giorno! Cambierò le vostre feste in lutto e tutti i vostri canti in lamento: farò vestire ad ogni fianco il sacco, renderò calva ogni testa: ne farò come un lutto per un figlio unico e la sua fine sarà come un giorno d'amarezza.
Ecco, verrano giorni, dice il Signore Dio, in qui manderò la fame nel paese, non fame di pane, ne sete di acqua, ma d'ascoltare la parola del Signore.
Allora andranno errando da un mare all'altro e vagheranno da Settentrione a oriente, per cercare la parola del Signore, ma non la troveranno. In quel giorno appassiranno le belle fanciulle e i giovani per la sete.
Quelli che giurano per il peccato di Samaria e dicono: "Per la vita del tuo Dio, Dan!"
oppure: "Per la vita del tuo diletto, Bersabea!", cadranno senza più rialzarsi.

4 commenti:

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Profezie.... mah gli sfruttatori non sono finiti male nel mondo di oggi....

Arthur ha detto...

Già, almeno non tutti sembrerebbe.
Ma sai com'è...cosa sono tre millenni per Dio? Un istante.

Silvia ha detto...

Per sentirsi meglio i credenti vari direbbero che, se non sono finiti male in questa vita, la pagheranno nell'aldilà...
Andranno all'inferno, no? :P

Buona domenica!

Lieve ha detto...

Però è anche vero che nella profezia nn c'è scritto QUANDO il castigo sarebbe arrivato o_o