venerdì 7 dicembre 2007

Patente a punti

Il corriere, dichiara che la patente a punti non fa paura a nessuno...
L'articolo è parecchio ambiguo e scritto da un certo Lorenzo Salvia che è decisamente contradditorio.

Leggete l'articolo.
Mi permetto di dire che:
A ) La patente a punti come deterrente ha funzionato ahimè anche troppo bene.
B )Le multe a distanza non è giusto che siano contestabili se non quelle volte dove si parla di vere e proprie trappole delle società di gestione dell'autovelox.
C ) Alla affermazione "non è solo colpa dei furbetti ma proprio delle regole: chi riga dritto dopo due anni torna a quota 20. Non solo. Ogni due anni, sempre per chi non viene pizzicato, arrivano altri due punti in omaggio" rispondo: Cosa c'è di sbagliato se uno che è corretto vede aumentarsi i propri punti, altrimenti non avrebbe più la patente metà degli Italiani.
D ) Molto più semplicemente il fatto che gli incidenti mortali dal 2003 stiano aumentando dipende dal maggior numero di immigrazione, senza voler fare discorsi razzisti.

6 commenti:

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Io non contesto quanto dici ma osservo questo revirement per cui sembrava che la patente a punti fosse il miracolo che aspettavamo ed invece chi guida ubriaco, chi non conosce le norme del Codice della Strada ecc...

Insomma, ci sono situazioni dove onestamente non si può sperare che dei punti sottratti fermino chi non ha remore e ritegno.

Angela LOPES ha detto...

Voglio ritornare sulla parte dell'articolo dove si dice che "Molto più semplicemente il fatto che gli incidenti mortali dal 2003 stiano aumentando dipende dal maggior numero di immigrazione". Ma como? Gli altri non sanno come si guida una macchina?

In Svizzera alcuni anni fa, le assicurazioni hanno inventato "l'assicurazione secondo la nazionalità". Cioé, alcuni "stranieri" pagano (molto) più che altri. Perché secondo loro, alcune "nazionalità" causano più incidenti che gli altri. È incredibile! Tutti pazzi!

irezumi ha detto...

D'accordissimo su tutto... tranne che l'ultimo punto, forse non l'ho capito.
Sono abbastanza intelligente da capire che il tuo non era un discorso razzista... probabilmente ti riferisci al fatto che gli stranieri non hanno la nostra stessa dimestichezza con le strade italiane... eppure quei pochi telegiornali che vedo nominano sempre nomi nostrani quando si parla di incidenti... bisognerebbe andare a vedere quante e quali persone vengono maggiormente coinvolte in questi tragici eventi.

Io penso che molti degli stranieri che vivono in Italia non hanno nemmeno la macchina... sarò un'ingenua moralista, ma le tante rumene che ho la fortuna di conoscere, vanno al mercato a piedi.

Arthur ha detto...

Discorso generico valido per tutti.
La patente a punti non è una panacea in grado di risolvere i problemi del traffico e degli incidenti, personalmente credo sia stata comunque una trovata sensata e ad esperienza mia e quella dei miei amici è stata una trovata anche troppo efficace. Se la togliessero da una parte sarei contento, ma dall'altra capirei che era una buona pensata.

Il fatto che le assicurazioni in Svizzera facciano pagare più gli extracomunitari non è un discorso casuale o razzista, è un discorso di statistica come tutti i discorsi delgi assicuratori: più è il rischio di incidenti secondo i dati, maggiore è il premio di assicurazione, infatti è così anche per le classi di merito che diminuiscono in base all'esperienza.
Facendo un esempio pratico, Io personalmente non mi sono mai lamentato per i Rumeni che sono entrati in Italia, è però palese che essi non siano abituati a circolare sulle nostre strade come lo siamo noi. Può sembrare una stupidaggine ma se vedete la presentazione, pur sempre ironica, che ho postato http://www.magnaromagna.it/2007/10/03/benvenuti-in-romania/
vi renderete conto di alcune assurdità. Non è obbiettivo non considerare il dato dell'immigrazione in un analisi di questo tipo.

Arthur ha detto...

Aggiungo che a me la Romania non è piaciuta a dismisura quando ci andai, ma ho trovato buone persone.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Letto tutto Arthur... in effetti....lol!!!!