mercoledì 26 dicembre 2007

Riflessioni di Antonio studente

Leggo la mail e do un occhiata alle notizie di libero: "Dini stacca la spina". "orgasmo, una donna su tre non gode", e "Milan, Ronaldo addio".
Posso commentare roba del genere? Così dato che mi sento in vena, vado a ripescare un quaderno nel quale scrivevo quando durante l'università (sempre) non riuscivo a studiare.

Perso nell'indecisione di non sapere cosa fare della mia vita, mi sento galleggiare sopra all'incertezza, quasi come una foglia al vento.
Innalzami, fratello vento e conducimi tra le tue correnti, affinchè io possa risplendere al sole e riflettere i suoi raggi, lasciando stupefatto il mondo intero che altro non potrà fare se non amarmi, almeno per un istante, almeno fino a quando non ricaderò.
Perso nell'indecisione di non sapere cosa fare della mia vita mi sento galleggiare sopra l'incertezza, quasi come una foglia al vento.
Addio amico vento, ben capisco che stiamo per lasciarci, e mi preparo a ricadere affinchè io possa tornare a far parte della terra e lasciare che qualche altra foglia si sollevi al posto mio.


Conoscere una persona significa semplicemente guardare dove ha abbandonato la verità per crescere: c'è chi la perde in mezzo alle gambe di una donna, chi la nasconde e la frammenta per poter sorpassare gli altri e chi la rifiuta per paura di essere abbandonato dagli altri.
Non vi è uomo che non abbia abbandonato la verità almeno in parte, chi si illude di possederla a pieno sono i bambini o gli uomini che non riescono a crescere.
Per fortuna però la verità riemerge sempre e chi davvero la ricerca vi si può sedere molto vicino.

5 commenti:

Laura ha detto...

C'è chi pensa che le Verità siano molte, e di fronte a questa moltitudine si sente perso, sopraffatto, indeciso, finendo col perdere di vista quella unica e sola che dovrebbe sempre e comunque guidarci attraverso le sette età della vita, per citare Shakespeare ;)
Non siamo perfetti, la terra non è luogo per la perfezione: ma sapere di tendere ad essa è immensamente affascinante.
Un abbraccio, e grazie della visita !

Laura ha detto...

PS: se posso, ti aggiungerei molto volentieri al mio blogroll.

irezumi ha detto...

Spero che queste splendide riflessioni non ti abbiano abbandonato.
Io credo di essere continuamente alla ricerca di una domanda più che di una risposta... di un motivo per cercare più che di una realtà da scoprire... per il momento è l'unica 'verità' a cui giungo ogni giorno.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Verità...... a volte accendi la tv senti una notizia e ti rispondi che l'unica verità è che non c'è davvero più futuro.

Ma forse è proprio in quei momenti che devi riprendere a cercare..... forse.....

Arthur ha detto...

Mi ero dimenticato di riponderti. Certo che puoi io ti ho aggiunto oggi pomeriggio.