sabato 19 gennaio 2008

OTTIMISMO e PESSIMISMO

Penisero del giorno:

Leggo la mail dal blog di Beppe Grillo ed è riportato il commento del giorno, inizia così:
L’Italia sta andando a picco. Ogni mattina chi esce di casa per andare a lavorare non sa se arriverà vivo alla sera. Una quantità crescente di famiglie non arriva a fine mese.
Ad una (almeno fino ad ora) generazione di giovani è stato cancellato il futuro.
La casta politica ha mandato in scena lo spettacolo più vergognoso della storia della repubblica. La mafia politica ha occupato e lottizzato da sinistra a destra dal nord al sud tutti i centri di potere. Ciò che conta è esclusivamente il potere: il servizio alla nazione e al cittadino sono solo un effetto collaterale, se possibile da rimuovere.


Questo è un pò un buon esempio di quello che esce dal Blog di Grillo: Pessimismo.

Ad essere sincero mi sta molto meno sulle scatole del falso ottimismo che avevano raggiunto Berlusconi ed i suoi emulatori, con il sorriso a trentadue denti a tutti i costi, anche se tua moglie ti fa le corna, tuo figlio non ti rivolge la parola, ti pestano un piede e nel frattempo ti stanno infilando un manico di scopa non dico dove, l'importante sembrava essere continuare a sorridere, dovere di un buon imprenditore.

Ora, mi hanno sempre insegnato che a pensare in negativo non si fa molta strada, ma è anche vero che arrivati ad un certo punto l'importante non è andare avanti e mentire a se stessi dicendo che va tutto bene, l'importante è tirare fuori il buon senso. Fermarsi se è il caso di fermarsi e vaffanculo al PIL ed alla comunità europea, poi si riparte quando si ha le idee chiare, nè falsi ottimisti, ne rassegnati pessimisti, ma almeno con le idee chiare di quello che bisogna fare.

9 commenti:

irezumi ha detto...

Il signor Grillo è degno si stima e rispetto... non sempre, tuttavia, DIRE CONTINUAMENTE che tutto va male può contribuire al miglioramento di qualcosa... sono d'accordo con te, non è nemmeno poetico come il pessimismo cosmico :P , e il confine del cinismo gratuito è troppo vicino...

fax ha detto...

purtroppo a "loro" mancano le idee chiare

Angela LOPES ha detto...

Questi ultimi giorni per una ragione che non mi spiego,
tutti leggono il blog di Beppe Grillo in ufficio...ma é vero che qui in Svizzera quando vediamo quelo che sta succedendo in Italia questi ultimi giorni fa ridere...scusa!!!!

fax ha detto...

certo, perchè non hanno le idee chiare, altrimenti ci fanno piangere!

Arthur ha detto...

IRe, siamo d'accordo
Fax, le idee Grillo ce le ha, ma forse non ha un idea globale di come vuole il mondo
Angela, capisco possa fare ridere una specie di teatrino a gli occhi di chi non è direttamente interessato, d'altra parte, scusa se te lo dico, ma in Svizzera (movimenti bancari esclusi) non è che succeda niente di chè.

Lieve ha detto...

Non so se sia possibile fermarsi e schiarirsi le idee...
Forse l'unica cosa possibile è cambiare direzione, repentinamente e ...che Dio ce la mandi buona...
Io cerco sempre di avere una tteggiamento ottimistico, ma negli ultimi tempi mi riesce davvero molto, molto difficile ...

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Credo che Grillo a volte voglia solo cavalcare il malcontento almeno sul suo blog.

A volte credo sia da prenderlo con le molle....

Arthur ha detto...

Tu Lieve dici che se ci fermiamo è la fine? Io spero di no.
Daniele, ho afferrato il tuo concetto, diciamo che lui cavalca il malcontento che in Italia è sempre stato quasi proverbiale, speriamo che con questo malcontento ci riesca a fare qualcosa di buono ed a non farsi travolgere

Lieve ha detto...

Opps, forse bisogna vedere cosa si intende per fermarsi...un Paese non può prendersi una "pausa di riflessione" per come la vedo io.
Però può smettere di agire in un modo, modificarecomportamenti sbagliati e indirizzarsi su un altro cammino.
Ciascuno di noi invece può davvero sedersi sul ciglio della strada e chiedersi "ok, cosa sto facendo, e dove sto andando?" ;)
Certo però che nel campo delle metafore si possono avere visioni molto diverse ;)