martedì 26 febbraio 2008

Era la prima persona che ho incontrato

Ieri mentre controllavo la mail di libero, do un occhiata alle notizie.
Un ragazzo in provincia di Foggia con qualche disturbo è uscito di casa con un coltello di quasi 20 centimetri ed ha ammazzato una signora 50 enne che ha poi scoperto essere la sua vicina di casa.
Si è costituito dopo poco, e con tutta tranquillità ha detto che non aveva mai visto quella persona, è uscito di casa con la voglia di uccidere qualcuno, ed ha ammazzato la prima persona incontrata.
Questo è l'imprevisto, questo è ciò che rompe le logiche, le statistiche, questa è ahimè in parte anche la natura umana.

Film consigliato: Natural born killers (assasini nati)

P.S. Ricollegandomi al post di ieri... non vi lasciate influenzare

6 commenti:

irezumi ha detto...

Il mondo non finirà mai di stupirmi, nel bene e, sempre più spesso, nel male.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Cosa scatta nella testa per uscire di casa e senza motivo uccidere... senza motivo capite? E' vero che nessun motivo è tale da giustificare un omicidio, ma almeno se ne esiste uno si può dare un "senso" all'atto criminoso.

Mq questa persona l'ha fatto come se uccidere fosse equiparabile ad un movimento involontario di un nostro muscolo. Sono senza parole.

L ha detto...

Ed hai detto bene: "é la natura umana". Un istinto mai sopito, che però oggi grazie all'informazione ci fa stupire e rabbrividire.

Ciao,
L.

Arthur ha detto...

Irezumi, Daniele . Vi consiglio davvero Natural Born killers,
L. Anche se sei meno stupito lo consiglio anche a te perchè è un bel film

Simon ha detto...

Ciao Arthur,
ti lascio il mio nuovo url per il blog del califfo
http://simone80.blogspot.com/
Grazie

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Il mio non è proprio stupore ma è incredulità

Incredulità, forse solo dettata dal fatto che vorrei non dover credere che tutto questo può succedere.