martedì 19 febbraio 2008

Fidel Castro annuncia il suo ritiro

Pare fosse questione di poco tempo, questa notizia non ha sorpreso.
Lottò contro l'imperialismo capitalista, aveva i suoi ideali e cercava di perseguirli.
Rispetto per quest'uomo, poca condivisione col suo modo di governare, fortunato ad avere vicino un mare come quello Caraibico.

Adiòs

4 commenti:

irezumi ha detto...

Che personaggio immenso... in un romanzo l'avrei amato, nella vita devo essere più critica e obiettiva... ma la simpatia latente che nutro nei suoi confronti è leggermente palese.

Arthur ha detto...

Bè io non l'ho conosciuto, anche se lo rispetto non so se mi sarebbe stato simpatico a conoscerlo, certo è che vivere in un paese dove tre o quattro uomini non possono nemmeno mettersi a parlare a casa di qualcuno perchè potrebbero essere accusati di cospirazione non può rappresentare un ideale giusto per nessuno

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Un rivoluzionario prima ma dittatore poi. Poeti e pensatori cubani arrestati ed uccisi e dissidenti ancora in carcere credo che la pensino allo stesso modo.

Poi sul fatto che l'embargo affami il popolo ecc... possiamo essere d'accorddo, ma la prima parte del mio commento non può essere dimenticata a mio avviso.

antonella zatti ha detto...

Mi permetto di segnalare, sperando di fare cosa gradita, il nostro post odierno su Fidel Castro:

http://khayyamsblog.blogspot.com/2009/03/50-anni-fa-la-rivoluzione-castrista-tra.html