giovedì 21 febbraio 2008

SCIE CHIMICHE atto terzo

Ormai, il fenomeno delle chemtrails è diventato un vero e proprio tormentone. Alcuni credono sia una grande bufala o boiata che dir si voglia. Visti gli ultimi aggiornamenti, facciamo il punto della situazione.

In questi ultimi anni, migliaia di persone lamentano sia in Europa sia in America, la presenza di aerei che rilascierebbero sostanze chimiche nell'aria con precisi scopi non palesati alla popolazione. Questa cosa, a dire il vero non è affatto nuova, anzi sono voci che circolano da oltre 40 anni, ma la popolazione le ha sempre catalogate come fesserie o paranoie.
Video e siti internet sull'argomento, negli ultimi mesi stanno prolificando, dove si spiega la differenza tra normali scie degli aerei rilasciate dai motori in seguito alla condensazione dovuta dal freddo, e scie rilasciate allo scopo di spargere nei cieli sostanze come ad esempio bario ed alluminio.
Secondo alcuni siti come questo, le scie chimiche avrebbero ipoteticamente gli scopi più vari ovverosia: controllo climatico, arma militare connessa al sistema H.A.A.R.P. installato in Alaska, mentre precedentemente avevo incontrato anche ipotesi che menzionavano l'intenzionalità di ridurre la popolazione, di inoculare virus (inorganici?) e di spargimento di parassiti od anticrittogamici sopra ai campi agricoli...

COME STANNO DAVVERO LE COSE ?
Io non sono un climatolgo, uno scienziato e nemmeno un chimico, però posso fare il punto della situazione per i dati che sono in possesso.

1 - Il cielo in sopra la mia testa è cambiato. I tramonti viola, non dovrebbero nemmeno esistere, sono causati da inquinamento e sostanze chimiche. Se si sale sopra 1500 metri (es. appennino modenese) e si da un occhiata alla pianura padana ci si può facilmente accorgere di una gigantesca cappa nera ben delimitata in altezza, che corrisponde all'aria che io (noi) ogni giorno respiro. Questo non è un dettaglio da poco.
2 - Il cielo è diverso rispetto a qualche anno fa. Vi sono meno giornate di nuvole e le nuvole hanno una consistenza oggettivamente diversa, io mi ricordo bene quelle nuvole gonfie e paciocche che potevano assumere le forme più strane. Ultimamente le nubi sono stratificate e sottili oppure il cielo è coperto. Qualcuno me lo può confermare oppure l'ho notato solo io?
3 - Il traffico aereo sopra le nostre teste è moltiplicato, non so quanto contribuisca ad inquinare e per certo non so se tutte o anche se solo alcune delle scie che seguono gli aerei siano scie cosiddette di condensazione oppure siano scie che rilasciano agenti chimici con un preciso scopo. In merito vi sono pareri troppo discordi, per essere certi bisongerebbe ispezionare gli aeroplani alla partenza ed all'arrivo ed analizzare i fumi di scarico.
4 - A chi è scettico nel punto precedente e si mette a ridere di fonte a tale ipotesi, ricordo che questa è una cosa GIA' SUCCESSA, lo rimando al mio post precedente dove riporto i link dei quotidiani che parlano di come in Puglia si cerchi di fare piovere con gli aerei, tecnica che Israele utilizza da più di 40 anni, di come il TG1 abbia mandato un servizio sui Russi che per le manifestazioni rompevano le nuvole, di come una ditta di Lugano sia specializzata nel non fare piovere, insieme a tante altre interessanti considerazioni.
5 - Ricordo inoltre che su esperimenti del controllo del clima vi sono stati accordi tra Stati uniti ed Italia, così come negli USA sono già stati consentiti dal parlamento.
6 - Ricordo infine che questo fenomeno è stato oggetto di numerose interrogazioni parlamentari che mettevano in luce la preoccupazione dei cittadini, anche in riferimento a potenziali danni alla salute dei cittadini (controllate i documenti nel primo sito citato) e che ad oggi nessuno si è degnato di rispondere.

Per tutte le motivazioni sopracitate posso affermare che:

1 - Morbo di Morgellons, malattie per ridurre la popolazione, parassiti per fare ammalare le piante, sono ipotesi molto remote e, fatta eccezione per alcune testimonianze di persone comuni, sono prive di correlazioni riscontrabili con ciò di cui si sta parlando.
Secondo Popper qualsiasi cosa è vera fintanto che non si può dimostrarne il contrario, non ho avuto modo di controllare suddetti fenomeni, mi limito a dire che secondo me sono boiate.
2 - Viviamo in un paese dove sono state apportate modificazioni climatiche da parte di alcune entità facendo in modo che la cosa passasse inosservata, negandola, oppure non dandole importanza. Non posso pronunciarmi sull'entità e sul funzionamento di tali modificazioni.
3 - Il parlamento Italiano ha dimostrato ancora una volta mancanza di democrazia e anche di serietà non rispondendo alle diverse interrogazioni parlamentari. ESSENDO IL CLIMA UNA QUESTIONE DI IMPORTANZA FONDAMENTALE così come la SALUTE DEI CITTADINI, questo fatto è vergognoso, anche nell'ipotesi che si trattasse di un'esagerazione o addirittura di una bufala.

6 commenti:

fax ha detto...

Caro Arthur, mi hai messo in crisi. Ma se non sai questo e non sai quello, che cavolo l'hai scritto a fare sto post?
Mi hai messo in crisi.......

Arthur ha detto...

Per dirti che sicuramente gli esperimenti sul clima esistono, da 40 anni si fanno: li hanno fatti in Italia, in Israele, in Russia, (si faranno anche in Cina per le olimpiadi) e sicuramente in altre parti del mondo, facendo passare la notizia in secondo piano o non menzionandola.
Per dirti che sono state fatte diverse interrogazioni parlamentari in proposito alle scie chimiche ma nessuno si è degnato di rispondere.
Per dirti che bisogna stare attenti a quello che c'è scritto su internet, ma che in questo caso c'è sicuramente del vero ed è un fenomeno da tenere in considerazione e approfondire se se ne ha la possibilità.

Arthur ha detto...

Io non riporto gli articoli che leggo integralmente come il blog di Cristian (vedi link nel mio blog), io do la mia interpretazione dei fatti che credo giusta.
In merito a questa vicenda bisognerebbe appoggiare coloro che si impegnano a chiedere la verità ai parlamentari. L'on. Di Pietro in seguito ad una domanda in merito, durante un'intervista televisiva, si è limitato a far capire che l'Italia non ha più la sovranità territoriale e che ci sono aerei americani che ci sorvolano senza chiedere il permesso a nessuno cosìccome abbiamo almeno 90 testate nucleari nelle basi americane pur avendo votato nel famoso referendum no all'energia nucleare.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Non è così campato in aria che stiano sperimentando sulle nostre teste in effetti.

irezumi ha detto...

Ansia... sono sempre troppo preoccupata del crollo del mio mondo interno per rendermi conto che sta crollando, velocemente, anche quello esterno...

fax ha detto...

no all'energia nucleare e poi il 75 per cento dell'energia elettrica che importiamo è generata da centrali nucleari. Si può dire che siamo circondati da centrali nucleari(Francia, Svizzera, Austria non lo sò) e nel nostro territorio sono stoccata un gran numero di testate nucleari.....come siamo strani.......