giovedì 13 marzo 2008

Documentario di Al Gore

Ho finito di vedere prima la proiezione del documentario di Al Gore.
Innanzitutto, la faccia di Al Gore non mi da piena fiducia.
In secondo, mi chiedo perchè parlando di luoghi dove avvengono meno precipitazioni non abbia neppure accennato al fatto che attualmente ci sia la disponibilità di modificare il clima artificialmente.
Detto questo non posso negare che il filmato fosse interessante e portasse alla luce i problemi dell'inquinamento realmente esistenti.

5 commenti:

Damiano ha detto...

Non ho visto il documentario di Al Gore ma non è che si possa modificare il clima così facilmente. Anzi, è proprio un'impresa titanica e lunghissima e limitata a piccolissimi areali (infatti ci si riferisce in genere a microclimi). Ovviamente stiamo parlando di modifiche in positivo per l'agricoltura e la sopravvivenza dell'uomo in generale, no? Le modifiche "peggiorative" siamo molto più bravi e lesti nel portarle a termine... :(
Ecco, ora smetto di fare il professorino... :-D
Ciao,
Damiano

Arthur ha detto...

Come fai a saperlo tu? io mi sto interessando al fenomeno ed ho letto più volte che modificare il clima è fattibilissimo anche su ampie zone. Israele lo fa da 40 anni.

Damiano ha detto...

Qualcosa lo so perché studio queste cose. Non ho detto che è impossibile, eh, è solo un processo lungo e difficile da portare avanti che richiede, almeno nella parte iniziale, investimenti massicci e continuati.
Poi Israele è certo un ottimo esempio ma comunque le modifiche riguardano areali molto piccoli.

L ha detto...

Dirò una frivolezza...Al Gore è nel board di Apple...guardate come è cambiata la politica di Apple per l'ambiente negli ultimi 2 anni.

Ciao,
L.

fax ha detto...

Non ho visto il documentario ma penso che tratti di temi che se mai verranno affrontati ci trovano in grande ritardo. Il tizio non mi da fiducia a prescindere.