mercoledì 5 settembre 2007

GIORNALISTI

I giornalisti che siamo abituati a vedere oggi si limitano a ripetere le informazioni senza preoccuparsi di quello che dicono. La notizia viene ripetuta, viene pubblicata, senza preoccuparsi di che cosa realmente si stia dicendo, basta che il discorso non contenga strafalcioni e che ci sia un filo apparentemente logico dietro.
L'enfasi e la passione sembrano perse ormai da anni, la preoccupazione del giornalista è sembrare serio e composto di fronte alle telecamere.
Tono di voce impostata e occhi fissi in modo da non fare trapelare le emozioni ma al tempo stesso esporre bene lo sguardo, questo è quello che conta.
Così si trasmettono notizie che potrebbero essere considerate oscene per l'intelligenza, come le fandonie sull'aviaria o lo speciale su Fiorello che doppia il gatto Garfield nel cartone animato.
E dire che una volta i Giornalisti come Giuseppe Prezzolini, Indro Montanelli, Enzo Biagi, Tiziano Terzani, avevano un carisma ed un opinione su tutto, opinioni spesso degne d'autorevolezza.
Dove sono adesso i giornalisti così?

0 commenti: