martedì 13 novembre 2007

ATOMICO

Ieri parlando dei laboratori nazionali del Gran Sasso, dove si studia fisica subnucleare, ho fatto un pensiero all'energia atomica.
La campagna contro l'energia atomica, era stata influenzata in gran parte dal problema di Chernobyl, che a tutt'oggi mette i brividi al sol pensiero. Personalmente credo che esistano altri modi per ricavare energia, e che le centrali atomiche debbano essere utilizzate solamente quando vi è la piena certezza di riuscire a controllarle e di come eliminare le scorie. Se la storia della fusione fredda funzionasse bene saremmo a cavallo e non ci sarebbe bisogno di scaricare scorie radioattive qui, oppure di cacciarle dentro alle pallotolle (Uranio impoverito) o nei Boeing 747 (questa mi pare forte, già se un aereo fa un incidente sono cavoli amari, poi se aggiungiamo che sparga in aria anche delle radiazioni...).
Nulla di nuovo sotto al sole se dico che il controllo dell'energia è la chiave di questo nuovo secolo.

1 commenti:

fax ha detto...

interessante, mi piacciono questi post, argomenti molto interessanti!