giovedì 29 novembre 2007

Fiera delle verità di PARMA

Sul sito di www.signoraggio.com (argomento che ho ampiamente trattato nei precedenti post) è riportata la data del 15 Dicembre come incontro a Parma per la "fiera delle verità".
Chissà che non ci vada.
Alcune premesse:
Il signoraggio monetario non è "il male dello monno", il signoraggio monetario attualmente è il corso naturale di come si è sviluppato il mondo, che poi sia una situazione di fatto lontana da quello che noi crediamo essere giusto, e che le persone comuni si siano sentiti ingannati da questa faccenda, (alla quale tutti mediante la loro ignoranza hanno contribuito) lo posso pienamente comprendere.
La sovranità monetaria degli stati è un argomento complesso, specialmente perchè, ahimè sono costretto ad ammettere che gli stati democratici da più di cento anni non si sono mai saputi gestire decentemente, e cosi' come accadde per il sovrano di Inghilterra, a causa della loro incapacità nel gestire il denaro, furono costretti a dover essere perenni debitori di banchieri furbi. I discorsi antisemiti non c'entrano molto, io ad esempio sono convinto che in fondo siamo tutti della stessa razza e che piuttosto bisogna inquadrare determinati comportamenti ed approcci alla vita privi di scrupoli, la religione c'entra come c'entra una tradizione millenaria, ma siamo uomini e bisogna essere capaci di ragionare anche "hic et nunc" qui e adesso. Ho piena consapevolezza comunque che tutta la storia, cosìccome le ultime due guerre mondiali, non possono essere comprese a pieno se si ignora questo fenomeno e che i libri di storia su cui ho studiato erano fatti da storici che negli interessi economici sottostanti alle guerre non si dilungavano molto, perciò io e voi abbiamo studiato su libri non completi.
Per quanto riguarda le scie chimiche non so che dire, da quanto ho capito l'ipotesi più avvalorata da questi signori sia che una ditta tra quelle operate al "controllo mondiale", che probabilmente ha a che fare con la EX-IG Farben che ha poi generato la Bayer, si diverta a spargere per il mondo parassiti e quant'altro con gli aerei, questo mi sembra già meno credibile ma lascio il beneficio del dubbio.
Detto questo, posso pensare che a Parma si possano incontrare persone di tutti i tipi, dal paranoico che crede che Agnelli sia in realta un alieno (come ad esempio credono alcuni Raeliani) passando per l'anarchico che vuole abolire qualsiasi governo mondiale, fino ad arrivare alla persona che sa analizzare alcuni eventi con intelligenza e dare risposte motivate e logiche.
Vediamo cosa accadrà.

3 commenti:

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Se ci andrai poi mi aspetto un post che ci relazioni su cosa hai visto e sulle impressioni che hai avuto.

Arthur ha detto...

Certo, comunque a parte il resto, questa cosa della sovranità monetaria non è roba tanto da ridere. Se dai un occhiata ai siti che si trovano in giro su quello che pensava Washington, Lincoln, Ezra Pound, Henry Ford, il papa ai tempi di Mussolini, Marx, ed ogni altra persona che si sia pronunciata in merito,(attualmente questo discorso sta venendo fuori sempre più spesso) capirai che in effetti troppo spesso abbiamo trascurato l'aspetto più importante dell'economia, ovvero chi controllava l'emissione dei soldi.
Tu sei informato sulla questione?

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ammetto che non sono così addentro a questa tematica.

Chiaro che chiunque detiene un potere come quello in questo caso dell'emissione di banconote nel circuito internazionale ha potere.

Inflazione, deflazione, sono fenomeni indotti ed in parte curabili con una corretta emissione di denaro.

Le Banche Centrali (oggi su tutte la BCE e la Federal Reserve) hanno molto potere nel momento in cui con la politica dei tassi decidono quanto può valere il denaro che tu hai in tasca.

Quindi non direi solo il potere dell'emissione del denaro ma piuttosto del controllo dello stesso e della possibilità di influenzarne il valore.

Oggi il vero potere non è nella politica ma nel controllo dei potere economico.