giovedì 15 novembre 2007

Quei cessi di ristoranti e il senso del ridicolo

Ricordo un intervista a Carlo Verdone, dove l'attore racconta di uno dei suoi ultimi incontri con Alberto Sordi.
Se ben ricordo erano in un ristorante e Sordi vede una ragazza coi capelli tinti di color verde, così disse a Verdone qualcosa tipo: "Vedi quella, c'ha i capelli verdi. Una volta parlare di una che aveva i capelli verdi era una delle cose più assurde che si potesse dire, adesso quella gira e nessuno ci fa caso. E' difficile fare battute quando la gente non si stupisce più di niente, si è perso il senso del ridicolo"
Questo era grossomodo quello che Verdone riportava, con uno sguardo a metà tra "Non vi stupite se poi i film non fanno sempre ridere perchè è anche colpa vostra" e "ma che volete che dica, del resto io sono solo un attore comico, mica è facile per me ribaltare l'andazzo del mondo, sempre che sia giusto ribaltarlo".

Sono quelle frasi che danno un pò da pensare e fanno provare anche un pò di nostalgia per i tempi che furono.
Tutto questa premessa la faccio in conseguenza ad una notizia appena letta:
Pensate un pò: in Asia stanno nascendo diversi "ristoranti cesso", non so se facciano cagare ma si può mangiare cibo somigliante ad escrementi.
Cosa direbbe Sordi in merito?

P.S. Perdonatemi la finezza

0 commenti: