lunedì 13 agosto 2007

BORSA ED ECONOMIA

In questi giorni tutti parlano dei crolli della borsa a seguito dei fondi-pacco americani. La banca centrale europea sta immettendo in circolazione centinaia di milioni di Euro.
In questo mondo globale sembra che tutto sia collegato, io però credo semplicemente nel fatto che si sia colta la palla al balzo e si siano immesi più soldi perchè l'economia in generale lo richiedeva.
Non sono capace di fare grandi previosioni macroeconomiche ma non è difficile capire che l'inflazione effettiva salirà paurosamente come lo è stato negli ultimi anni, così chi riuscirà a far girare i suoi soldi nelle mani di conpagnie che si riveleranno in grado di produrre richezza reale (beato lui), o riuscirà egli stesso a rimanere produttivo, vedrà il suo patrimonio crescere numericamente, mentre in proporzione, chi lascia i suoi soldi depositati in titoli di stato e prodotti analoghi ad un bassissimo tasso di interesse, sarà ahimè sempre più povero. Quello che può confortare è che i beni di importanza primaria non saliranno mai vertiginosamente, l'inflazione vera e propria si potrà sentire in termini di iniziativa imprenditoriale, di beni durevoli (durevoli anche in senso letterale, viste le cianfrusaglie che girano) ed interventi che richiedono l'uso di mano d'opera specializzata.

1 commenti:

fax ha detto...

mi preoccupano i tassi di interesse, ho il mutuo a interessi variabili.....dall'anno scorso pago 50 euro in più...e non è finita ciao.