giovedì 16 agosto 2007

Le melodie che per qualche motivo conquistano il mondo

Ci sono canzoni che oggettivamente non possono non essere definite eccezionali.
Ho già parlato nel post di giugno a proposito di quelle parole che unite alla giusta melodia ti si stampano in mente in maniera indelebile.
Bene, oggi parlo di una canzone che ti tocca ancor di più l'animo, una canzone che ha una storia dietro da non crederci.
Over the rainbow.
Fu cantata per la prima volta da Judy Garland nel 1939, vinse poi l'oscar come miglior canzone originale. Negli Stati Uniti è praticamente conosciuta da chiunque, l'hanno interpretata: Cliff Richard, Barbara Streisand, Celine Dione, Chet Baker, Cosmic Gate, Dream Theater, Ella Fitzgerald, Eric Clapton, Erroll Garner, Eva Cassidy, Frank Sinatra, Guns N’ Roses, Jewel, Joe Satriani, Kenny G, Marusha, Miles Davis, Ornette Coleman, Bill Frisell, Phish, Ray Charles, Rufus Wainwright, Stan Kenton, Stanley Jordan, Stevie Ray Vaughan, Tom Jones, Tony Bennet, Tori Amos, Yngwie Malmsteen, Caterina Valente, Jimi Hendrix, Paul Motian, Bill Frisell, Harlie Haden, Joe Lovano, Sarah Vaughan, Keith Jarrett.
Attualmente è ritornata in auge grazie alla versione stupenda di un cantante hawaiano scomparso da una decina d'anni che si chiamava Israel Kamakawiwo’ole, che canta accompagnandosi con l'ukulele.
Ecco il testo:

Somewhere over the rainbow
Way up high
And the dreams that you dreamed of
Once in a lullaby
Somewhere over the rainbow
Blue birds fly
And the dreams that you dreamed of
Dreams really do come true
Someday I’ll wish upon a star
Wake up where the clouds are far behind me
Where trouble melts like lemon drops
High above the chimney tops is where you’ll find me
Somewhere over the rainbow bluebirds fly
And the dreams that you dare to, oh why, oh why can’t I?
Well I see trees of green and Red roses too,
I’ll watch then bloom for me and you
And I think to myself
What a wonderful world
Well I see skies of blue and I see clouds of white
And the brightness of day
I like the dark and I think to myself
What a wonderful world
The colors of the rainbow so pretty in the sky
Are also on the faces of people passing by
I see friends shaking hands
Saying, “How do you do?”
They’re really saying, I…I love you
I hear babies cry and I watch them grow,
They’ll learn much more than
We’ll know
And I think to myself
What a wonderful world
Someday I’ll wish upon a star,
Wake up where the clouds are far behind me
Where trouble melts like lemon drops
High above the chimney tops is where you’ll find me
Somewhere over the rainbow way up high
And the dreams that you dare to, oh why, oh why can’t I?

Ed ecco il video:
http://it.youtube.com/watch?v=brRsRTTp1Pw

Sembra che la canzone sia stata usata anche per lo spot della Fiat Croma e per l'ultima puntata nella serie di ER, oltre ad essere stata la canzone cantata al funerale di Marylin Monroe.
P.S. Ringrazio il sito Walternet.net (http://www.walternet.net/2003/10/12/israel-kamakawiwoole-over-the-rainbow/#comments) perchè in 3 anni di commenti al suo post originale su questa canzone, si sono raccolte più informazioni che in qualsiasi altro sito Italiano.

2 commenti:

fax ha detto...

ti sei dimenticato di "Mr. Roboto"
un vero e proprio cult nei paesi anglofoni e non solo,uno dei brani che ha venduto più copie nella storia del pop, ma stranamente in Italia ha avuto un successo lieve.A volte il mercato mostra delle eccezioni. Anni '80
Lo sapevi che i Duran negli anni '80 in Inghilterra erano quasi sconosciuti, e quà le ragazze si strappavano i capelli per entrare ai concerti?

arthurfonzarell ha detto...

Caro Fax, non sapevo nulla di questo mr. Roboto, ti ringrazio per la segnalzione. Ho appena scritto un post sulla psicologia che forse ti interesserà.