mercoledì 15 agosto 2007

Una boccata d'aria in un altro paese

Ci sono viaggi, in cui ti ritrovi in un altro paese e ti senti onnipotente. Tutte le tue paure, tutti i tuoi legami e le tue indecisioni sulla vita scompaiono magicamente. Ti senti vivo e ti ritrovi in una situazione di galleggiamento che ti fa sentire ad un metro da terra, senza vincoli ne pensieri, senza essere succube delle mille regoline che ti sei messo in testa per vivere seriamente o senza dover sottostare a quella serie di artefatti culturali ai quali daresti tanta importanza in un altra situazione.
Quando sei in quella situazione sei fortemente inconsapevole, ti lasci alle spalle molte realtà importanti. Proprio in questa sitazione, l'irragionevolezza potrebbe portarti a fare grandi stupidaggini, potresti allontanarti dalle cose realmente importanti della vita. Allo stesso tempo però, questa situazione ti da una marcia in più, marcia che ti potrebbe permettere di superare ostacoli diversamente insormontabili e di capire cose che altrimenti consideresti al di fuori della tua portata.
Il viaggiatore lo sa, sa cosa intendo e sa di dover stare attento perchè i legami con la propria terra e con chi fa parte del tuo vissuto non devono essere sottovalutati.
Eppure auguro a tutti di godersi questa condizione, perchè spesso rappresenta una vera e propria boccata d'aria e potrebbe essere importante per aprire gli occhi su molte cose.

Spero di essermi spiegato

0 commenti: