martedì 22 aprile 2008

Rimedio all'egocentrismo

Quando ti sembra che il mondo sia tutto intorno a te, quando credi che bene o male le cose che ti possono capitare siano sempre quelle, quando pensi che bene o male l'Italia è un piccolo paese e perdi il senso della misura, allora io ho un consiglio da darti.
Vai da un tabaccaio che non conosci e giocati una schedina del superenalotto. Anche solo un euro.
A quel punto, immancabilmente ti sfiorerà il pensiero di potere vincere.
Bene, aspetta l'estrazione.
Quando pubblicheranno i risultati, ti renderai conto di quanti giocatori come te, sperano nei loro numeri, ti renderai vagamente conto di quante possibilità ha una sestina di essere estratta (in realta pare esistano 622.614.630 potenziali sestine, ovvero lo 0,00000016% di probabilità di beccare il 6) e ti renderai conto di come, alla fine di tutto, in Italia vi siano state decine di migliaia di persone un pò fortunate, centinaia di persone fortunate, due o tre gran "fortunelli" e centinaia di migliaia di perdenti come te.
Fine del tuo egocentrismo.
Se ti dovesse invece andare bene e fare 6, sarai sempre diventato un egocentrico milionario.

2 commenti:

Laura ha detto...

Ammetto di non aver mai speso un centesimo per giorcare al lotto o ai vari gratta i vinci, ma nel mio caso non c'entra l'egocentrismo, ma la statistica nuda e cruda, che pressappoco mi da vincente nella stessa percentuale in cui domattina io mi svegli con le forme di Angelina Joile (ovvero lo 0,00000016% : l'ho calcolato con rigore scientifico) :D
Ciao, e grazie della visita !

Arthur ha detto...

Eh, bè potresti sempre essere rapita da un chirurgo estetico che ti anestetizza e ti rifà le curve durante la notte.
Ma poi che ti imnporta?

Comunque nel calcolo delle probabilità ho scritto sembra poichè in realtà esiste anche la estremamente remota possibilità per la quale il sesto numero non possa essere estratto poichè compare già nelle altre ruote. Diciamo comunque che approssimativamente il valore è quello.