giovedì 14 giugno 2007

L' AGGRESSIVITA'

L'aggressività deriva dalla vita così come anche l'amore.
Premetto che noi, ovvero le nostre anime, tutt'uno con i nostri corpi, sviluppiamo energia vitale.
Questa energia si può tradurre in qualcosa di fisico o sotto forma di qualcosa di invisibile, come quelle relazioni cosmiche che inneschiamo attraverso l'amore.
Io ho studiato sommariamente il fenomeno dell'aggressività, curioso di capire cosa ne pensano i massimi studiosi in questo campo.
Ebbene, posso dire che principalmente gli approcci alla questione sono due. Il primo, considera tale fenomeno come una disfunzione, dovuta a frustrazione o ad odio, consistente nello spingere le persone lontano da un ordine delle cose armonioso e pacifico.
Il secondo approccio, più filo-genetico, vede l'aggressività sotto una luce positiva, considerandola il nucleo costitutivo dell'energia vitale, essenziale per permettere alla civiltà di evolversi e basilare per permettere la conservazione della specie.
Io credo che le cose stiano in questo modo: l'uomo produce energia attraverso le sue funzioni organiche, così come è possibile trovare energia sotto mille altre diverse forme.
A l'uomo è data la facoltà di poter scegliere come produrre la sua energia, e specialmente a che scopo.
Dei tanti usi che l'uomo può fare della sua energia, si può per semplificazione, iniziare ad individuarne due. Si può emanare energia in termini di aggressività ed energia in termini di amore.
Per aggressività intendo qualcosa che tende ad avanzare, a manifestarsi, mentre per amore intendo quell'energia che è più protratta verso l'essenza meno tangibile del mondo.
L'energia aggressiva modifica le cose materiali che ci circondano, così come lo sono il nostro corpo o il nostro cervello. L'energia amore modifica un livello invisibile che crea relazioni extra-corporali ed è in grado quindi di creare modificazioni cosmiche.
Quindi l'energia aggressiva, quando viene isolata e portata all'estremo, spinge alla violenza, alla morte ed alla distruzione, mentre l'energia amore spinge a sentimenti di fratellanza e di comunione con gli altri così come ad accoppiarsi. Fortunatamente ci è dato poter controllare questa energia, che se controlliamo meno da adolescenti, possiamo controllare meglio da adulti.
E' importante capire che questa è una pura teoria, mi pareva il caso di avanzarla per spiegare suddetto fenomeno, volendo aggiustare a livello concettuale le imprecisioni degli studiosi che mi è capitato di leggere.
Voglio solo far notare che per trattare cose di questo tipo, ho idea che si sia sempre costretti a perdere una piccola parte di verità.

0 commenti: